Definizione rubinetto

Il termine grifo ha una lunga traiettoria etimologica che inizia nella parola greca grypós, continua nel gryphis latino e poi raggiunge il tardo gryphus latino. La Royal Spanish Academy ( RAE ) riconosce più di una dozzina di significati diversi del concetto.

rubinetto

Nel campo degli impianti idraulici o idraulici, un rubinetto è una chiave utilizzata per consentire, regolare o impedire il passaggio di un fluido . Queste chiavi sono installate nella bocca dei tubi o dei tubi per gestire l'uso dell'acqua.

I rubinetti, che sono noti anche come rubinetti, hanno una chiave di sede, una barra filettata e una rondella di gomma, di cuoio o di gomma (colloquialmente chiamata cuerito, soleta o zapata). Quando il rubinetto viene ruotato, la persona apre o chiude l'acqua quando il meccanismo consente o blocca la circolazione del liquido.

Generalmente, alla fine del rubinetto, viene installato un pezzo con una sorta di struttura in modo che l' acqua non cada bruscamente, ma in modo sottile come pioggia o getto fine.

L'espressione "apri il rubinetto", d'altra parte, è usata in senso simbolico per riferirsi alla concessione di qualcosa (di solito denaro ) senza controllo o requisiti, mentre frasi come "chiudere il rubinetto" o "tagliare il rubinetto" si riferiscono a il contrario. Ad esempio: "Per evitare conflitti sociali, il governo è disposto ad aprire il rubinetto e concedere sussidi e aiuti " "Come ho fallito gli esami, mio ​​padre ha spento il rubinetto e non mi darà soldi per le vacanze" .

Un grifone, infine, è un essere mitologico che ha la testa e le ali di un'aquila e il corpo di un leone . In alcuni casi è rappresentato anche con pinne e orecchie da cavallo .

Raccomandato
  • definizione popolare: demenza

    demenza

    Questo termine deriva da una parola latina correlata a disturbi emotivi; Serve a riferirsi a un disordine nelle funzioni razionali e comunicative. Il suo uso più comune è nel campo della salute psichica ed è usato per parlare di un disallineamento della ragione , che è colloquialmente noto come follia . Ne
  • definizione popolare: Kaffir

    Kaffir

    Per conoscere il significato del termine kafre che ora ci occupa, è necessario, in primo luogo, scoprire la sua origine etimologica. In questo caso possiamo determinare che è una parola che deriva dall'arabo. Deriva esattamente dalla parola "kafir", che può essere tradotto come "pagano". I
  • definizione popolare: quadro teatrale

    quadro teatrale

    La nozione di immagine teatrale è usata con riferimento alle parti brevi in cui un'opera può essere divisa. Il concetto teatrale di solito si riferisce a quelle scene che si svolgono senza cambiare l'insieme; la sua fine è caratterizzata dal fatto che lo stadio è vuoto per un momento e perché indica che il corso dell'azione viene interrotto, temporaneamente o nello spazio. Le
  • definizione popolare: valutazione

    valutazione

    Il concetto di valutazione si riferisce all'azione e alla conseguenza della valutazione , un verbo la cui etimologia risale al francese évalore e che consente di indicare, valutare, stabilire, apprezzare o calcolare l'importanza di una certa cosa o problema . Secondo quanto espresso dal Maccario , è un atto in cui un giudizio deve essere fatto intorno a un insieme di informazioni e una decisione deve essere presa in base ai risultati presentati da uno studente.
  • definizione popolare: molestia

    molestia

    Quando una persona molesta , perseguita o infastidisce un altro, sta subendo qualche tipo di molestia . Il verbo harass si riferisce ad un'azione o comportamento che comporta la generazione di disagio o disaccordo nell'altro. Ad esempio: "Non tollererò molestie: domani presenterò le mie dimissioni" , "Il cantante è uscito dalla porta di servizio per evitare le molestie nei confronti dei giornalisti" , "Le molestie nei confronti dei vicini sono molto fastidiose" . L
  • definizione popolare: scherzo

    scherzo

    Uno scherzo è un detto o un avvenimento divertente . Può essere un'espressione spontanea o un breve detto o una storia che contiene qualcosa che genera risate nei suoi destinatari. Lo scherzo può essere orale, scritto o grafico. Ad esempio: "Il nonno mi ha detto uno scherzo molto divertente" , "Mi prendono sempre in giro perché non capisco le battute" , "Raúl è divertito dalle battute verdi" . L