Definizione ortodossia

L'ortodossia è una nozione che deriva dalla parola latina ortodossa, anche se le sue origini più remote si trovano nel greco. Quindi, troviamo il fatto che, etimologicamente parlando, deriva dalla somma di tre componenti greche:
• "Orthos", che può essere tradotto come "corretto".
• "Doxa", che è sinonimo di "opinione".
• Il suffisso "-ia", che indica "qualità" o "azione".

ortodossia

Il concetto è usato per indicare l' attaccamento o l' aderenza a certe credenze o teorie .

Ad esempio: "Il giovane economista si stancò presto dell'ortodossia liberale e cercò di attingere ad altre fonti teoriche ", "L'ortodossia indica che questa ricetta non porta latte, ma mi piace innovare in cucina ", "È un candidato a cui non piace l'ortodossia repubblicana " .

Si potrebbe dire che l'ortodosso è associato con giusto o vero : è per questo che è difeso dalla maggioranza dei membri di una comunità . Ciò che sfugge a questi principi ortodossi è qualificato come non ortodosso ed è promulgato da un gruppo minoritario.

Nel campo della religione, l'ortodossia si riferisce al rispetto di un certo dogma . È possibile parlare della Chiesa Cattolica Apostolica Ortodossa, un settore cristiano che ha più di duecentoventicinque milioni di fedeli. All'interno di questo gruppo spicca la Chiesa ortodossa russa, guidata dal patriarca di Mosca .

In comune, le differenze tra le chiese ortodossa e cattolica romana non sono ben note. Tuttavia, rispetto a quest'ultimo, il primo sostiene i seguenti pilastri:
• Non crede nello Spirito Santo del Padre e del Figlio, solo del primo.
• Negare che esiste ciò che è noto come purgatorio.
• Il primo dei suddetti non riconosce o ammette nemmeno quale sarebbe la formazione di ordini o congregazioni.
• Nella liturgia ortodossa, l'uso di strumenti musicali di qualsiasi tipo non è accettato. In particolare, ciò deve essere effettuato solo con la voce delle persone che partecipano.
• Non scommettere perché c'è un papa che ha potere sugli altri. Nel tuo caso, la Chiesa ortodossa pone tutti i vescovi allo stesso livello.
• Una delle principali differenze tra le due istituzioni ecclesiastiche è che nel ortodosso si possono ordinare gli uomini che sono sposati, mentre nel romano è totalmente proibito.
• Va anche notato che le statue di santi sono totalmente proibite nelle chiese ortodosse. Ed è che rifiutano apertamente quali sono le immagini tridimensionali. Quindi, al contrario, possono avere dipinti o mosaici, per esempio.

Il giudaismo ortodosso, da parte sua, segue rigorosamente la Halacha e si oppone a vari aggiornamenti della sua religione. Questo è il motivo per cui è considerato il settore più conservatore del giudaismo.

"Ortodossia", infine, è un libro scritto da GK Chesterton ( 1874-1936 ), pubblicato nel 1908 . In questo lavoro, l'autore riflette sul cristianesimo, cercando di spiegare come e perché i fedeli raggiungano questa religione.

Raccomandato
  • definizione: causa onoraria

    causa onoraria

    La frase latina honoris causa può essere tradotta con "onore" . L'espressione è usata per riferirsi al dottorato assegnato con l'intenzione di riconoscere un merito straordinario . Un medico onorario , quindi, è un individuo che un'università si è distinta per i suoi risultati. Que
  • definizione: prisma

    prisma

    Il prisma viene dal prisma latino e ha il suo antecedente più remoto in una parola greca. Nel campo della geometria , un corpo è conosciuto come un prisma i cui limiti sono stabiliti da una coppia di poligoni uguali e piatti, disposti in parallelo, e da vari parallelogrammi, in base al numero di lati che hanno le loro basi.
  • definizione: cifra

    cifra

    Il termine cifra deriva da digĭtus , una parola latina che può essere tradotta come "dito" . Nel campo della matematica , il numero che viene espresso attraverso una singola cifra è chiamato una cifra (le cifre sono le cifre oi segni usati per esprimere una quantità). Ciò significa che, nella numerazione decimale , i numeri delle cifre sono dieci: 0 , 1 , 2 , 3 , 4 , 5 , 6 , 7 , 8 e 9 . Con
  • definizione: australe

    australe

    Con origine etimologica nella parola latina australis , il termine austral può essere usato come aggettivo o come sostantivo . Nel primo caso, è un qualificatore utilizzato in geografia e astronomia con riferimento a ciò che appartiene al sud . Ricorda che il sud è il punto cardinale che si trova dietro la persona che, alla sua destra, ha l'est. Il
  • definizione: tubare

    tubare

    La parola che ora ci occupa, dobbiamo sottolineare che è una parola che emana da una onomatopea. In particolare, viene da ciò che viene espresso come "rrru rrruuu" e che è usato per riferirsi ai suoni fatti dai piccioni. Lullaby è un concetto che può essere utilizzato in diversi contesti e con significati diversi. Il
  • definizione: faro

    faro

    È conosciuto come un segnale di segnalazione che, sia mobile o fisso, è installato in un luogo per fare un avvertimento o con l'intenzione di guidare il traffico del veicolo . L'atto di segnalare con i beacon è chiamato beaconing , mentre il suo risultato è chiamato beaconing . I beacon, in breve, sono elementi che servono ad avvisare di un eventuale pericolo o rischio . La