Definizione difficile

La difficile etimologia ci porta alla parola latina difficĭlis . Il concetto è usato come aggettivo per descrivere ciò che presenta difficoltà, inconvenienti o impedimenti .

Questo non significa che le persone difficili non abbiano un lato positivo o che non valga la pena di relazionarsi con loro. È noto che molti dei "geni" di tutte le discipline non brillano proprio a causa delle loro abilità sociali, poiché hanno dedicato gran parte del loro tempo ed energie a coltivare il campo in cui si distinguono; Per questo motivo, le storie che descrivono questi individui come "difficili" sono comuni.

È importante sottolineare che il grado di difficoltà di una sfida non genera la stessa reazione in nessuna persona: mentre alcuni scappano sistematicamente da tutto ciò che richiede uno sforzo, per quanto piccolo, altri cercano le grandi sfide, poiché trovano in esse un modo per sfruttare le loro capacità e superare i loro risultati.

Se pensiamo ad una disciplina altamente tecnica, come il canto lirico, i grandi cantanti di solito scelgono repertori che richiedono un arduo lavoro di preparazione vocale e teorica, per superare tutti i tipi di sfide, come: cantare frasi lunghe senza essere in grado di fermarsi a respirare, memorizzare melodie molto complesse, piene di ornamenti e modulazioni, pronunciare vocali e consonanti in aree acute della voce e fare salti di due ottave o più.

Per una persona che ama le sfide personali, più un progetto è difficile, più è interessato e viceversa. Che senso ha per un professionista appassionato nel suo campo rifiutare le sfide ? Se scegliamo la via facile, neghiamo a noi stessi l'opportunità di crescere intellettualmente e svilupparci. Sfortunatamente, la società tende a confortarsi ei media cercano di impiantare nel pubblico la paura dello sforzo, nel perseguimento di un'attrazione per situazioni e processi che ci raggiungono praticamente risolti, senza complicazioni importanti, pronti al consumo.

Raccomandato
  • definizione popolare: relazione di dipendenza

    relazione di dipendenza

    Una relazione è una corrispondenza o un collegamento tra due o più elementi . La dipendenza , d'altra parte, è ciò che accade quando qualcosa è subordinato a qualcos'altro (e, quindi, dipende da esso). Una relazione di dipendenza , quindi, è un legame in cui uno degli elementi dipende dall'altro . Il c
  • definizione popolare: colossale

    colossale

    In greco. In questa lingua è dove possiamo trovare l'origine etimologica del termine colossale che ora stiamo per svelare e più esattamente nella parola kolossos che è formata dall'unione del prefisso kolos che significa "grande" e la parola ossos che può essere tradotto come "occhi" ". In
  • definizione popolare: regione urbana

    regione urbana

    Regione è la denominazione di una frazione territoriale delimitata secondo caratteristiche geografiche, economiche, amministrative o di altro tipo. Urbano , d'altra parte, è ciò che è legato a una città (l'insieme di strade ed edifici amministrati da un comune, che ha un'alta densità di popolazione e la cui principale attività economica non è agricola). Nel su
  • definizione popolare: chiusura

    chiusura

    La chiusura è l' azione e l'effetto di chiusura o chiusura (assicurare qualcosa per impedirne l'apertura, rendendo l' interno di qualcosa in isolamento con l'esterno). Ad esempio: "La chiusura ermetica della porta è di vitale importanza in laboratorio; altrimenti, le condizioni degli esperimenti potrebbero essere alterate " , " Chi era responsabile della chiusura dell'ufficio?
  • definizione popolare: droga

    droga

    La parola greca phármakon deriva dal latino pharmăcum , antecedente etimologico diretto del termine droga . Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), la droga è sinonimo di medicina : una sostanza che viene utilizzata nella prevenzione, nel sollievo o nella cura di una malattia e nella riparazione delle sue conseguenze . U
  • definizione popolare: colpo

    colpo

    Il tiro è l' atto e il risultato dello sparo (rovesciare, lanciare, espellere o lanciare qualcosa). Il concetto è solitamente usato per dare un nome allo sparo fatto con un'arma, solitamente un fuoco. Ad esempio: "Ieri sera ho sentito diversi spari: spero che non sia successo nulla di grave " , "Il giovane è stato colpito a una gamba e si trova nell'ospedale municipale" , "Quando il mercante ha resistito al furto, i criminali hanno minacciato Spara a tuo figlio . &