Definizione germinazione

La germinazione è chiamata a germogliare . Il concetto viene dalla parola latina germinatio . Il verbo germinare, d'altra parte, allude a cominciare a svilupparsi o germogliare.

germinazione

Se ci concentriamo sul campo della botanica, l'idea della germinazione è legata allo sviluppo di una pianta dal seme : cioè, dalla parte del frutto che ospita l'embrione di un nuovo esemplare.

La germinazione, quindi, è un processo che inizia con lo sviluppo dell'embrione e raggiunge la nascita di una pianta . Perché avvenga la germinazione, sono necessarie determinate condizioni di temperatura, disponibilità di acqua e nutrienti, ecc. Il seme, inoltre, deve essere nel mezzo giusto. Una volta che il processo viene attivato, se viene distribuito con successo, esso culminerà con l'aspetto di un nuovo impianto.

Perché il seme si formi, un anterozoo (gamete maschile) deve raggiungere l' ovaio e entrare nell'ovulo (gamete femminile). Lì avviene la fecondazione e l'ovulo finisce per diventare seme, mentre l'ovaia assume la forma di frutto.

La germinazione avviene in una fase di riposo e suppone la ripresa della crescita dell'embrione, che è secca. Con il contributo dell'acqua, l'embrione è gonfio fino a quando non riesce a rompere la busta del seme. Così sorge lo scoppio, che inizia con l'apparizione della radichetta . Nel caso delle piante fanerogame, la prima foglia dell'embrione riceve il nome di cotiledone : quando riceve i raggi del sole, il cotiledone può sviluppare la fotosintesi e quindi la pianta sussiste e cresce.

Raccomandato
  • definizione: ASCII

    ASCII

    ASCII è l' acronimo che corrisponde all'espressione inglese American Standard Code for Information Interchange . Detta frase può essere tradotta come codice standard americano per lo scambio di informazioni . È un modello di codifica che viene utilizzato nel campo della tecnologia dell'informazione. L
  • definizione: senza fili

    senza fili

    Il wireless è una parola in inglese che può essere tradotta come "wireless" o "wireless" . Il suo uso, quindi, potrebbe essere collegato a qualsiasi tipo di comunicazione che non richiede un mezzo di propagazione fisica. Tuttavia, la nozione di wireless è utilizzata principalmente per denominare le comunicazioni wireless nell'ambito delle tecnologie informatiche. I
  • definizione: intrigo

    intrigo

    La nozione di intrigo allude a un atto eseguito con astuzia e cautela , in modo tale che il suo sviluppo o le sue vere intenzioni siano nascoste. Il concetto può anche essere usato in riferimento ad un mistero o ad un dilemma irrisolto . Ad esempio: "Nei progressi della serie si alza l'intrigo che sarà sviluppato in tutti i capitoli" , "L'aspetto di centinaia di pinguini morti sulle spiagge meridionali è motivo di intrighi tra gli scienziati" , "Le dichiarazioni del pugile ha generato intrighi sul suo futuro . &
  • definizione: austerità

    austerità

    Fino al latino dovremmo tornare indietro per trovare l'origine etimologica della parola austerità. In particolare, dobbiamo dire che è il risultato della somma di due componenti di quel linguaggio: l'aggettivo "austerus", che è sinonimo di "grezzo o difficile", e il suffisso "-itas", che può essere tradotto come "qualità" . Aus
  • definizione: eone

    eone

    La parola greca aiṓn venne in latino come eone , che nella nostra lingua deriva nell'eone . Il termine ha diversi usi a seconda del contesto. Nel linguaggio colloquiale , un eone è un periodo temporale molto lungo, sebbene impreciso . Ad esempio: "Eoni fa non ho mangiato questo piatto" , "Sento che sono passati eoni da quando ho parlato per l'ultima volta con Marta" , "Pensavo di essere stato bloccato per eoni, ma in realtà la prigionia non durava più di due ore" . Per
  • definizione: specchio

    specchio

    Il concetto di specchio , che deriva dal termine latino specŭlum , allude a una superficie che riflette ciò che è prima. Di solito è una lastra di vetro che è incorniciata e appesa a un muro. La riflessione è chiamata il cambiamento della direzione di un'onda , prodotta quando, quando incontra una superficie che separa due supporti mutevoli, ritorna al suo luogo di origine. Nel