Definizione silenzio

Il silenzio viene dal silenzio latino e si riferisce all'astensione dal parlare o all'assenza di rumore . Il silenzio è anche una risorsa paraverale che può essere utilizzata nel mezzo di una comunicazione .

silenzio

Nel mezzo di una conversazione, il silenzio può avere significati diversi, ad esempio essere parte della normale punteggiatura di una frase o avere un carico drammatico. In questo senso, possiamo distinguere tra silenzio oggettivo (assenza di suono senza un'altra connotazione) e silenzio soggettivo (la pausa riflessiva o svolta per accentuare ciò che è stato detto prima o dopo).

Ad esempio: "Dopo diversi minuti di monologo, Lopez fece un profondo silenzio e alla fine comunicò la sua decisione: 'Mi dimetto, sto lasciando la compagnia'", "Maria la stava urlando quando, improvvisamente, cadde in silenzio per un dolore al petto . "

Il silenzio, d'altra parte, può essere la diminuzione o la mancanza di rumore in un determinato ambiente o momento : "Il silenzio della notte spaventava la giovane donna", "Mio padre diceva sempre che non c'è niente di più rilassante del silenzio di la montagna . "

Oltre a tutto ciò dovremmo sottolineare il fatto che esiste una serie di espressioni che usiamo in modo colloquiale e che fanno uso del termine in questione. Questo sarebbe il caso, per esempio, della frase avverbiale "in silenzio", che è usata per esprimere che qualcosa è stato fatto senza fare alcun tipo di reclamo.

Allo stesso modo, c'è anche la frase verbale "imporre a qualcuno il silenzio". Con ciò, ciò che si cerca di determinare è che una persona o un'istituzione costringe un altro a tacere oa mantenere certi sentimenti per se stessi.

In questo senso, dovremmo evidenziare l'esistenza della cosiddetta legge del silenzio. Questa non è una norma legislativa in quanto tale, ma una procedura carceraria che è stata condotta in diverse carceri, come Alcatraz, come metodo di tortura psicologica.

Nello specifico, questa legge stabiliva che i prigionieri dovevano stare in silenzio per 24 ore al giorno e non potevano parlare tra loro. In questo modo, chiunque abbia rotto quell'obbligo doveva essere sottoposto a una serie di punizioni importanti.

Simile ma diverso è il caso di alcuni religiosi, in particolare quelli di chiusura. Questi di solito appartengono agli ordini di chiusura che sono quelli in cui è stabilito che le loro sorelle sono chiuse in un convento dove il silenzio deve regnare in ogni momento e dove è vietato l'ingresso di persone da fuori.

Nel campo della musica, il silenzio è un segno che indica la durata di una pausa . Tutte le note musicali hanno il loro silenzio, i cui valori corrispondono alla durata di ogni nota. È possibile definire il silenzio come una nota che non viene eseguita.

Altri usi del concetto di silenzio sono legati all'omissione o alla mancanza di qualcosa per iscritto e alla passività delle autorità prima di una richiesta del potere giudiziario : "Il silenzio della stampa contro i fatti della corruzione ha sorpreso alcuni settori della popolazione" .

Raccomandato
  • definizione popolare: tensione

    tensione

    Il settore del tronco che è sotto la terra e che è collegato alle radici è chiamato un ceppo . L'uso più comune della nozione si riferisce specificamente al tronco della vite e, per estensione, all'intera pianta che ha l' uva come frutto. La vite è un genere che ha diverse specie e appartiene al gruppo familiare delle vitácee . Si t
  • definizione popolare: risocializzazione

    risocializzazione

    La Royal Spanish Academy ( RAE ) non riconosce il concetto di re - socializzazione . Sì, include nel suo dizionario, d'altra parte, la parola socializzazione come il processo e il risultato della socializzazione (la promozione di condizioni che contribuiscono allo sviluppo delle persone). Se prendiamo in considerazione l'inclusione del prefisso, possiamo affermare che la ri-socializzazione consiste nel ri-socializzare .
  • definizione popolare: cibo

    cibo

    Il cibo è ciò che gli esseri viventi mangiano e bevono per la loro sussistenza . Il termine deriva dal latino alimentum e consente di nominare ciascuna delle sostanze solide o liquide che nutrono gli esseri umani , le piante o gli animali. Oltre a tutto questo è importante sapere che il cibo può essere classificato in diversi tipi. Tu
  • definizione popolare: facciata

    facciata

    La facciata è la facciata esterna di un edificio . Il concetto consente di fare riferimento a tutte le pareti esterne dell'edificio, ma, in generale, il termine è usato per riferirsi alla facciata principale o facciata anteriore . Ad esempio: "Il proprietario del teatro ha investito un sacco di soldi per sistemare la facciata" , "I biglietti saranno in vendita nelle biglietterie della facciata posteriore" , "I manifestanti hanno gettato pomodori verso la facciata del comune" .
  • definizione popolare: resquemor

    resquemor

    Resquemor è un termine usato per riferirsi al sentimento causato da una domanda che genera dolore, disagio, dolore o rabbia . Ad esempio: "Le parole del deputato provocavano risentimento tra i vicini" , "Dobbiamo porre fine al conflitto senza resquemores" , "Le notizie hanno causato la resquemorazione nei parenti delle vittime" .
  • definizione popolare: zucca

    zucca

    Lo squash è chiamato la zucca (una pianta che appartiene alla famiglia delle cucurbitacee ) e il suo frutto (che è commestibile e può avere diverse dimensioni, forme e colori). In generale, il concetto si riferisce alla bacca carnosa che può essere consumata in più modi. Sebbene ci siano molti tipi di zucca secondo i diversi generi delle cucurbitacee, si può dire che le zucche sono grandi, hanno un guscio duro e ospitano numerosi semi o tubi . A se