Definizione incauto

Con origine etimologica nella parola latina incautus, il termine incauto ha due significati secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ). Il primo significato si riferisce a chi manca di cautela : attenzione, cautela.

incauto

L'ignaro può anche essere usato per qualificare il soggetto credulone o inesperto . Chi è incauto, quindi, non ha vividezza, malizia o malizia.

Ad esempio: "I cuccioli ignari si sono allontanati dalla madre ed erano in balia dei predatori", "Solo un incauto può cadere in un tale inganno", "Ero molto ignaro di quella donna" .

Supponiamo che un giovane, quando ottiene la patente di guida, decida di prendere in prestito l'auto da un amico per un viaggio di oltre 1.000 chilometri . A causa della sua mancanza di esperienza al volante, si può dire che il ragazzo non è abile poiché non agisce con la riserva e le disposizioni necessarie per ridurre al minimo il rischio di incidente . Se fosse prudente, farebbe viaggi più brevi per aggiungere la destrezza nel veicolo e solo allora coprirà un percorso così esteso.

Può anche essere descritto come inconsapevole, ma nel senso di innocente o candido, per un individuo che lascia un uomo nella sua casa che si presenta come un impiegato della banca e chiede tutte le sue 100 fatture di peso perché, dice, presto cesseranno di avere valore legale. Questo presunto impiegato della banca assicura che un po 'più tardi porterà le nuove banconote. Tuttavia, non torna mai: era un impostore che approfittava degli incauti e rubava i suoi soldi.

Raccomandato
  • definizione popolare: fascio

    fascio

    Il concetto di raggio deriva dal latino biga , un termine che era usato per riferirsi al trasporto di un paio di cavalli. La trave, con 'v', consente di identificare il pezzo curvo (che può essere sia in ferro che in legno), presente nelle vecchie vetture con lo scopo di permettere il collegamento tra fronte e retro.
  • definizione popolare: decoder

    decoder

    Il concetto di decodificatore , che può anche essere definito un decodificatore , allude a ciò che decodifica (o decodifica). D'altra parte, il verbo decodificare fa riferimento all'applicazione inversa delle regole di un codice a un messaggio che è codificato per ottenere la sua forma originale. L
  • definizione popolare: distorsione

    distorsione

    La distorsione della parola del tardo latino è venuta nella nostra lingua come distorsione . Il concetto ha diversi significati: il primo menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) si riferisce a una svolta . Una distorsione, in questo senso, può riferirsi a una distorsione , una lussazione o un altro tipo di lesione fisica legata a un tratto improvviso, violento o forzato.
  • definizione popolare: rifiutare

    rifiutare

    Rifiutare è un verbo che deriva dalla parola latina refusare . Il termine si riferisce al rifiuto di accettare, accettare o ammettere qualcosa . Per esempio: "Mi rifiuterò di testimoniare fino all'arrivo del mio avvocato" , "Bruno ha fatto una proposta a Gustavo che era impossibile rifiutare" , "Il governo sta cercando scuse per poter rifiutare le nuove affiliazioni" .
  • definizione popolare: argilla

    argilla

    Prima di procedere alla conoscenza del significato del termine argilla, dobbiamo intraprendere l'istituzione della sua origine etimologica. In questo caso, dobbiamo determinare che deriva dal latino, esattamente, della parola "argilla", che può essere tradotto come "argilla da vasaio".
  • definizione popolare: centromero

    centromero

    Il centromero è l' area più stretta dei cromosomi , la cui posizione è caratteristica in ciascuna delle coppie. Va ricordato che un cromosoma è una struttura cellulare che ospita l'acido desossiribonucleico ( DNA ). I cromosomi hanno due braccia , distanziati dal centromero; uno di loro è chiamato q ed è lungo, mentre quello corto è chiamato p . Secon