Definizione fiammata

La radiosità è la denominazione che riceve l' intensa luminosità di un oggetto o la luce che emette un corpo o il sole . Ad esempio: "Fai attenzione a guidare, il bagliore rende difficile vedere", "La fiammata provocata dall'esplosione non mi ha permesso di vedere per un momento", "Deve essere un'auto a chilometro zero: guarda il bagliore del tuo tetto" .

Nel campo della progettazione grafica, il bagliore può essere un effetto applicabile a un'immagine per simulare che emette luce. Ogni applicazione consente di ottenere questo risultato in modi diversi, sia attraverso una serie di passaggi e con trucchi che derivano dalla creatività di ciascun utente. Photoshop, Gimp e Paint.net sono tre esempi di programmi che organizzano i loro documenti in strati, che è l'ideale per ottenere questo effetto, dal momento che in primo luogo è necessario che gli oggetti siano rifilati ai contorni, in modo che la luminosità si trova in cima al fondo.

La grafica tridimensionale spesso dà il bagliore al nome alone, una proprietà dei materiali che li rendono emettitori di luce. A differenza della fotografia, in cui il prodotto è statico, il 3D viene spesso utilizzato per creare animazioni e il calcolo di effetti come questo richiede hardware molto potente, in base al grado di realismo e precisione che si intende raggiungere .

L'illuminazione è uno dei problemi più complessi della grafica computerizzata, dal momento che comprende una serie di concetti molto impegnativi dal punto di vista dell'elaborazione; se un oggetto che si muove attraverso la scena emette un bagliore, allora diventa necessario calcolare in ogni dipinto l'effetto che questo produce sugli altri, con le loro ombre corrispondenti e riflessi dinamici.

Per creare la sensazione che una scena tridimensionale venga fotografata da una vera macchina fotografica, è possibile combinare l'alone (che deve corrispondere alla sorgente luminosa) e il flash (una sequenza lineare di punti illuminati che hanno origine nel bagliore e attraversano il centro dell'immagine, potendo estendersi verso destra o sinistra, in base alla posizione della telecamera). Questo può anche essere applicato a un'immagine statica usando strumenti di progettazione come quelli sopra menzionati.

Raccomandato
  • definizione: audace

    audace

    L'audacia è senza paura , audacia o incoscienza che riflette il comportamento di una persona . Il soggetto che agisce con audacia riceve la qualifica di audace . Ad esempio: "Quando è scoppiato l'incendio, il ragazzo ha avuto l'audacia di camminare per la casa per salvare il suo gatto" , "Dire qualcosa del genere al proprietario dell'azienda è una vera audacia" , "Con la sua caratteristica audacia, l'attaccante sbilanciato la partita quando si entra nella seconda metà " . Il
  • definizione: impugnatura

    impugnatura

    La prima cosa che dobbiamo sapere sul termine manico che ci occupa è la sua origine etimologica. In questo caso possiamo affermare che è una parola che deriva dal latino e che è il risultato della somma di due componenti chiaramente specificati: -Il nome "ansa", che può essere tradotto come "asa". -I
  • definizione: vettori colineari

    vettori colineari

    Un vettore è, nel campo della fisica , una grandezza che viene definita attraverso il suo punto di applicazione, la sua direzione, il suo significato e la sua quantità. A seconda delle loro caratteristiche e del contesto in cui operano, possono essere differenziati diversi tipi di vettori, come vettori complanari , vettori non complanari , vettori opposti , vettori risultanti , vettori unitari e vettori concorrenti , tra gli altri.
  • definizione: parapsicologia

    parapsicologia

    La prima cosa che deve essere fatta prima di entrare pienamente nella definizione di parapsicologia è determinare la sua origine etimologica. In questo senso, dobbiamo dire che è una parola che deriva dal greco, poiché è il risultato della somma di tre componenti di quel linguaggio: • "Para", che equivale a "accanto a". • &q
  • definizione: bidimensionale

    bidimensionale

    L'aggettivo bidimensionale è usato per descrivere ciò che ha due dimensioni ( 2D ). Un corpo che proietta avanti e indietro, ad esempio, ha due dimensioni. D'altra parte, se ha anche profondità, è un oggetto con tre dimensioni ( 3D ) e riceve la qualifica di tridimensionale . In generale, le dimensioni sono definite dal numero minimo di coordinate necessarie per la specifica di qualsiasi punto in esso. In
  • definizione: dominanza

    dominanza

    Per l' etologia , il dominio è il possesso di un alto status sociale all'interno di un gruppo di animali che esibisce un'organizzazione sociale gerarchica . Questa gerarchia viene solitamente raggiunta e sostenuta attraverso l' aggressione degli individui dominanti verso quelli inferiori.