Definizione residui

Il termine residuo (originario del latino residŭum ) descrive il materiale che perde utilità dopo aver adempiuto alla sua missione o servito a svolgere un determinato lavoro. Il concetto è usato come sinonimo di spazzatura per riferirsi ai rifiuti che l' uomo ha prodotto.

residui

Ad esempio: "Chiediamo ai turisti di raccogliere i loro rifiuti e non sporcare le spiagge", "La città non sa cosa fare con le tonnellate di rifiuti generati dai suoi abitanti", "L'insegnante mi ha insegnato che è molto importante riciclare lo spreco per aiutare l'ambiente ", " La guardia mi ha sfidato perché gettavo i rifiuti a terra " .

Un residuo, afferma la teoria, è che ogni elemento è considerato uno spreco da eliminare . Si presume, quindi, che i rifiuti non abbiano alcun valore economico. Sebbene i rifiuti vengano solitamente accumulati in discarica o interrati per completare il processo di decomposizione senza che ciò influisca sull'ambiente, il riciclo è avanzato negli ultimi anni, che consiste nel recuperare i rifiuti per trasformarli in un oggetto con nuova vita utile. Quando un individuo tira una bottiglia di plastica, il contenitore può decomporsi e generare inquinamento ambientale, oppure essere riciclato attraverso un trattamento che consente di riutilizzare il materiale.

Quando parliamo di rifiuti come sinonimo di spazzatura, dobbiamo sottolineare il fatto che ci sono diverse classificazioni per questo. Così, prendendo come pilastro ciò che è l'origine e l'origine di esso, troviamo il fatto che i rifiuti possono essere domiciliati, commerciali, industriali, ospedalieri o urbani.

Nel caso in cui l'aspetto che viene preso in considerazione sia la composizione della spazzatura, quella citata può essere classificata in:
Rifiuti organici Sono quelli che sono composti da rifiuti di origine biologica.
Rifiuti inorganici, quelli che non hanno origine biologica ma industriale o artificiale.
Rifiuti pericolosi Sostanze chimiche di tipo corrosivo, acidi o rifiuti radioattivi sono alcuni dei rifiuti inclusi in questa tipologia e devono essere trattati con particolare attenzione perché possono mettere seriamente in pericolo la salute dei cittadini.

A questa citata classificazione sarebbe necessario aggiungere un quarto tipo di rifiuto che è quello che viene chiamato una miscela. Come indica il nome, è caratterizzato dal fatto che è il frutto della combinazione di diversi tipi di rifiuti.

Per la matematica, il residuo è un concetto che identifica il resto ottenuto dopo aver diviso due numeri dell'insieme di numeri interi . È la cifra che risulta dalla differenza tra il dividendo e il prodotto dei divisori per i quozienti. Vale a dire: Rest = Dividend - (Divisor x Quotient) .

Se l'operazione di divisione si conclude con un resto equivalente a zero, viene considerata come una divisione esatta . D'altra parte, se il resto è diverso da zero, la divisione è imprecisa .

Inoltre, per quanto detto sopra, dobbiamo aggiungere l'esistenza di un'espressione che usa il termine che stiamo analizzando. È "residuo di potere". Con questo concetto ciò che viene indicato è l'insieme di attribuzioni, poteri o questioni che le autonomie di un paese non attribuiscono al governo centrale o al governo della regione pertinente.

Raccomandato
  • definizione: veritiero

    veritiero

    Dalla verax latina, veritiero è un aggettivo che si riferisce a chi dice sempre o professa la verità . Il termine si applica anche a informazioni certe e verificabili . Ad esempio: "Martin è un uomo sincero, ti puoi fidare di quello che ti dice" , "Il governo ha richiesto dati veritieri dai consulenti per decidere se il ministro apparirà alle prossime elezioni come candidato a deputato" , "Si stima che l'attacco ha lasciato più di una dozzina di morti, sebbene non ci sia ancora un numero reale diffuso da un organismo ufficiale " . Nel
  • definizione: parallelogrammo

    parallelogrammo

    Originariamente nella parola latina parallelogrammus , il concetto di parallelogramma serve a identificare un quadrilatero in cui i lati opposti sono paralleli tra loro . Questa figura geometrica costituisce, quindi, un poligono composto da 4 lati in cui vi sono due casi di lati paralleli. È interessante notare che esistono diversi tipi di parallelogrammi.
  • definizione: flangia

    flangia

    Le ciglia sono i peli che si trovano nelle palpebre e che servono a proteggere gli occhi . Sebbene questi peli siano presenti su entrambe le palpebre, quello superiore esibisce un numero maggiore di ciglia. Grazie alle ciglia, è più complicato che una particella esterna entri nell'occhio. Quando le ciglia registrano un contatto, per quanto lieve possa essere, inizia un'azione riflessa che porta a chiudere le palpebre quasi istantaneamente.
  • definizione: evento tassabile

    evento tassabile

    La nozione di fatto può essere usata per nominare un'opera, un evento o qualcosa che è specificato. Tassabile , d'altra parte, è un aggettivo che viene utilizzato per qualificare ciò che può essere tassato con una tassa (un obbligo monetario fissato dalla legge). Un evento tassabile , quindi, è un evento che causa la nascita dell'obbligo legale di dare un contributo . In q
  • definizione: bachata

    bachata

    Bachata è un genere di musica popolare che è nato nella Repubblica Dominicana e poi si è espanso in molti paesi. Bachata combina merengue , son , bolero e altri stili. Per l'interpretazione della bachata, vengono utilizzati strumenti musicali come la güira (un idiofono), il bongo (membranophone), la chitarra e il basso . Gr
  • definizione: disfonia

    disfonia

    L'etimologia della disfonia ci porta alla disfonia , una parola greca. La nozione si riferisce ad un'alterazione quantitativa o qualitativa della fonazione : cioè della manifestazione della voce . La disfonia implica una certa modificazione della quantità e / o della qualità della voce che non diventa assoluta, poiché quella che rimane senza parole soffre di afonia . Ch