Definizione attributo

Prima di entrare pienamente nella definizione del termine attributo è necessario scoprire la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo affermare che è una parola che deriva dal latino, esattamente da "attributus" che deriva dal verbo "attribuere", che può essere tradotto come "attributo".

attributo

Il primo significato menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) si riferisce alle proprietà, alle caratteristiche o alle qualità di qualcosa.

Ad esempio: "La spiaggia è l'attributo turistico più importante di questa regione", "Gli analisti dicono che l'attributo chiave di questa crisi economica è il deficit fiscale", "L'empatia è un attributo dell'essere umano che nessuno dovrebbe perdere" .

Allo stesso modo, non possiamo dimenticare che questa parola che ci riguarda è molto importante all'interno della mitologia. Ed è che il solito è che ognuno degli dei viene a rappresentare con uno o più oggetti o elementi in riferimento alla sua essenza o ruolo. Un buon esempio di questo si può trovare nella mitologia greca:
-Zeus, il dio supremo, ha come attributi il ​​fulmine e lo scettro.
-Apolo, il dio del sole, della luce e delle arti, è identificato con il sole e la lira, tra gli altri elementi.
-Poseidón, il dio del mare, ha come attributo un tridente.
-Atenea, la dea della guerra, ha diversi attributi, tra cui il casco.
-Deméter, la dea dell'agricoltura, si identifica con l'attributo delle punte.
Hermes, il dio messaggero degli dei, è associato all'attributo dei sandali alati.

Nel linguaggio colloquiale, la nozione è spesso usata al plurale con riferimento alle parti del corpo legate alla sensualità : "La modella mostrava i suoi attributi in un'audace sessione fotografica", "Il giovane ha vantato i suoi attributi sulla spiaggia", "In Nel bel mezzo del concerto, l'abito della cantante si è rotto e ha lasciato scoperti gli attributi . "

Esattamente, a livello colloquiale e persino volgare, viene usato il termine attributo con una certa connotazione sessuale. In particolare, in alcune parti del mondo si usa riferirsi alla dimensione del membro virale del maschio. Quindi, si dice, ad esempio, "Manuel aveva un buon attributo".

L'idea di attributo appare anche nel campo della grammatica . È la funzione che le sintassi - di solito non verbali - si sviluppano nella sintassi quando sono predicate su ciò che viene indicato attraverso una frase o un segmento nominale.

Un attributo, in questo senso, è un costituente sintattico che consente l'espressione di una certa qualità di un complemento, una preposizione, un verbo sostantivo o un sostantivo . Nella frase "John è triste", l'attributo è "triste" .

Nel campo dell'informatica, infine, la specifica che specifica la proprietà di un file è chiamata attributo. Nel linguaggio di markup HTML, per nominare un caso, esistono etichette con attributi che forniscono informazioni su dimensioni, nomi, ecc.

Raccomandato
  • definizione: versione

    versione

    La versione , dal versum latino, è il modo in cui ogni soggetto deve fare qualcosa o riferire lo stesso evento . Ad esempio: "Ti darò di provare la mia versione del tiramisù: lo faccio modificando la ricetta tradizionale" , "La versione dei fatti narrati dall'accusato differisce da quella pronunciata dai testimoni" , "Il sindaco ha assicurato che non ha mai sentito il versione della stampa . &
  • definizione: bilingue

    bilingue

    Il primo passo da compiere per stabilire e comprendere il significato del termine bilingue è determinare la sua origine etimologica. Nel farlo, scopriamo che viene dal latino "bilinguis", che è una parola formata da due chiari componenti latini: il prefisso "bi-", che può essere tradotto come "due", e il sostantivo "lingua", che è sinonimo di " lingua. &q
  • definizione: coraggio

    coraggio

    Agalla , dal latino galla , è un termine con molteplici usi. Può essere l' escrescenza rotonda che si forma in certi alberi e arbusti dal morso di alcuni insetti e infezioni causate da microrganismi. Per esempio: "Nel tronco di questa quercia, possiamo osservare le branchie che rivelano l'attacco di un insetto" , "Questo albero ha tante branchie che ha perso la sua forma originale" , "La quercia da sughero è caratterizzata dalle sue branchie, che esibisce lungo il suo tronco . &
  • definizione: stampante

    stampante

    Anche il latino devi partire per trovare l'origine etimologica del termine stampante. In particolare, è il risultato della somma di tre componenti di quella lingua: • Il prefisso "in-", che significa "verso l'interno". • Il verbo "premere", che può essere tradotto come "premere". • Il
  • definizione: disco compatto

    disco compatto

    La nozione di disco può fare riferimento a un foglio circolare che registra le informazioni. In base alle sue caratteristiche, esistono diversi tipi di dischi. Compact Disc è un disco ottico registrato digitalmente , in grado di contenere una grande quantità di dati. Per capire cosa sia un compact disc, quindi, dobbiamo prima sapere che un disco ottico è un disco in cui i dati sono registrati e letti attraverso raggi laser . Un
  • definizione: pulito

    pulito

    Prima di determinare il significato del termine ordinato, è necessario procedere all'analisi della sua origine etimologica. In questo senso, possiamo dire che esso deriva dal latino, dalla parola "ordinare", che può essere tradotto come "mettere ordine" e che è il risultato della somma di "ordo" (ordine) e il suffisso "-ar". O