Definizione salute riproduttiva

La salute riproduttiva è riconosciuta come un diritto nella maggior parte dei paesi del mondo. Per l' Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la salute riproduttiva è la condizione di benessere fisico, mentale e sociale legato al sistema riproduttivo .

Salute riproduttiva

Pertanto, la salute riproduttiva promuove che le persone possano godere di una vita sessuale sicura e decidere quando vogliono avere figli. In questo senso, suppone il diritto di uomini e donne di essere informati sul funzionamento del proprio corpo e sui metodi contraccettivi esistenti.

In questo modo, la salute riproduttiva è composta da vari servizi e tecniche, tra cui l' educazione e la cura legate alle malattie sessualmente trasmissibili.

Diverse statistiche indicano che le gravidanze indesiderate rappresentano il 50% del totale, una cifra che influenza l'esistenza di aborti ad alto rischio e malattie veneree di diverso tipo. Si stima che 600.000 donne muoiano ogni anno a causa di complicazioni ostetriche, che non dovrebbero esistere in paesi con piani adeguati di salute riproduttiva.

La salute riproduttiva include anche la diagnosi precoce delle condizioni ginecologiche, con esami come controllo mammario e PAP.

Perché la salute riproduttiva è essenziale?

Alcuni gruppi estremisti, legati al fondamentalismo religioso, ritengono che la salute riproduttiva promuova l' uccisione di bambini, poiché si oppongono ai metodi contraccettivi e all'aborto in tutte le circostanze. Considerano anche che la salute riproduttiva è una violazione dei diritti umani. Tuttavia, la scienza garantisce che la salute riproduttiva consenta una vita migliore ai genitori e ai loro figli.

La Chiesa, la principale agenzia non statale che si oppone all'attuazione delle leggi sulla salute riproduttiva, sebbene queste siano finalizzate ad offrire assoluta libertà per le persone oltre i loro corpi, obietta che le questioni relative alla salute riproduttiva sono strategie che mirano a concedere il potere globale della legislazione ai vari paesi potenti. Per quanto ridicola, la stessa chiesa dice anche che queste organizzazioni evitano di menzionare i rischi che gli aborti di diversi tipi possono portare ai pazienti, ma non approfondisce questioni come la fame nel mondo a causa della sovrappopolazione o dei bambini. frutti indesiderati di violazioni.

Nonostante ciò che la Chiesa può affermare, i tentativi di normalizzare l'educazione riproduttiva ei piani di salute intorno alla riproduzione cercano di cooperare con un miglioramento della qualità della vita delle persone, rendendoli indipendenti, i proprietari dei loro corpi e tutto quanto per esempio è distaccato da lui, e non schiavi di un'ideologia o di un organismo come la Chiesa.

È importante notare che lo sviluppo della sessualità e la capacità di procreare sono due diritti strettamente legati alla dignità della persona e allo sviluppo delle proprie capacità, pertanto è necessario che questi diritti siano difesi a livello statale, garantendo l'integrità fisica e sensitivo della persona.

La decisione di avere figli e quando averli è una delle questioni più intime e personali che una persona deve affrontare ed è fondamentale che in tale occasione non ci sia alcuna coercizione o pressione che possa influenzare la decisione dello stesso. Pertanto, è essenziale sostenere sia l' educazione riproduttiva (in modo che le persone sin dalla prima infanzia siano consapevoli che questo non è un problema da prendere alla leggera e prendere precauzioni nel tempo) e le leggi sulla salute riproduttiva (in modo che tutti le persone capiscono che hanno il diritto di decidere cosa e quando riprodursi e di essere in grado di ricevere l'aiuto pertinente in caso di difficoltà.

Raccomandato
  • definizione: indipendenza

    indipendenza

    L'indipendenza è la qualità o la condizione di indipendenza (che è autonoma e che n ha dipendenza da un'altra). Il concetto è solitamente associato alla libertà . Ad esempio: "Non mi sposerò mai perché voglio mantenere la mia indipendenza e non essere responsabile verso nessuno" , "Per ottenere l'indipendenza dai miei genitori, ho bisogno di trovare un lavoro che mi permetta di coprire le mie spese" , "A causa di un doloroso malattia, l'artista ha perso la sua indipendenza e deve avere l'assistenza permanente di un'infermiera " . La no
  • definizione: trattato

    trattato

    Dal latino tractatus , un trattato è la chiusura o la conclusione di una trattativa o di una controversia, dopo aver discusso e raggiunto un accordo. La nozione di trattato viene utilizzata per denominare la documentazione che registra tale conclusione e, in senso più ampio, il testo o il manuale su un determinato argomento .
  • definizione: passaggio

    passaggio

    Nel determinare l'origine etimologica del termine passaggio dobbiamo affermare che esso è costituito da due particelle chiaramente differenziate. Da un lato, emana dal verbo latino passare , che può essere tradotto come "prendendo dei passi". E, d'altra parte, c'è il suffisso francese - aje che è equivalente a "action de". Pa
  • definizione: elite

    elite

    Il termine élite , che può anche essere accentuato nella prima E ( élite ), si riferisce a un gruppo minoritario che gode di privilegi o occupa lo strato superiore della società . Di solito l'élite è associata alla classe dominante o a coloro che esibiscono la propria supremazia in una certa area. Ad e
  • definizione: implicito

    implicito

    Implicita , dal latino implicito , è qualcosa che è incluso in qualcos'altro senza che lo esprima o lo manifesti direttamente . Il termine è il contrario di esplicito , che si riferisce a ciò che esprime chiaramente e in modo determinante una cosa. Ad esempio: "Il discorso del presidente ha accennato a una critica implicita agli economisti" , "Sento che le tue parole includono una rabbia implicita, anche se non vuoi riconoscerlo" , "Anche se non fa parte del contratto, l'obbligo è implicito nel accordo . &qu
  • definizione: divergente

    divergente

    Il termine latino divergens è venuto allo spagnolo come divergente . Questo aggettivo è usato per descrivere ciò che diverge . Il verbo divergir , per parte sua, si riferisce a due elementi che sono gradualmente separati o ciò che è discordante . Ad esempio: "Il pensiero divergente è molto apprezzato nella nostra azienda" , "A volte, per arrivare a una soluzione, il problema deve essere analizzato in modo divergente" , "È possibile accedere alla riserva naturale attraverso due percorsi divergenti: uno permette di entrare attraverso la porta est e l'altro, attraverso