Definizione salario

La parola occitana jornal, che deriva dal latino diurnus ( "diurno" ), arrivò al castigliano senza variazioni: jornal . Il concetto si riferisce al lavoro che una persona fa in un giorno e alla retribuzione che ottiene per questo lavoro.

salario

La paga giornaliera, quindi, è l' attività lavorativa giornaliera e lo stipendio che gli corrisponde. Colui che lavora al giorno (senza un impegno settimanale, bisettimanale, mensile o fisso) fa il lavoro giornaliero; Questo tipo di lavoratore è noto come un giorno lavoratore .

L'uso più comune della nozione è associato al pagamento ricevuto dal lavoratore al giorno . Il salario, quindi, è una forma di retribuzione per lavoro: uno stipendio o un salario .

Supponiamo che il proprietario di un'azienda, sporadicamente e informalmente, di solito chiami un giovane per aiutarlo a ordinare il deposito . Questo commerciante concorda con il lavoratore uno stipendio di 500 pesos : cioè, il ragazzo riceve 500 pesos per ogni giorno di lavoro. Se vai a lavorare quattro giorni nel mese, riceverai una retribuzione mensile di 2.000 pesos, secondo il salario concordato.

Nei lavori formali in relazione alla dipendenza, la forma di pagamento più frequente è il salario mensile . Il lavoratore, in questo modo, riceve alla fine del mese (o all'inizio del mese successivo) il denaro corrispondente all'attività che ha sviluppato durante i giorni precedenti. Coloro che ricevono uno stipendio, tuttavia, spesso si trovano in una situazione di informalità o precarietà, con poca o nessuna stabilità lavorativa e senza i benefici di cui godono altri tipi di dipendenti.

Raccomandato
  • definizione popolare: promemoria

    promemoria

    Promemoria è un termine che può essere usato come aggettivo o come sostantivo . Nel primo caso, è il qualificatore che rivela che un elemento è utile per ricordare qualcosa . Ad esempio: "Ho lasciato un promemoria sul tavolo con tutto quello che devi fare oggi pomeriggio" , "Il proprietario del luogo ha messo un promemoria sul registratore di cassa con le istruzioni da seguire per cancellare una fattura . &q
  • definizione popolare: carattere

    carattere

    La parola carattere ha più significati. In un certo contesto, parlare del carattere di un uomo permette di menzionare la sua personalità e il suo temperamento. È uno schema psicologico, con le particolarità dinamiche di un individuo . Il carattere non è qualcosa che viene portato dall'utero, ma è fortemente influenzato dall'ambiente , dalla cultura e dall'ambiente sociale in cui ogni persona è formata. Il ri
  • definizione popolare: troppo male

    troppo male

    La nozione di pietà è usata per nominare la compassione e la compassione che sorgono dai mali di un altro individuo. Quando vedi quella sofferenza che non è la tua, provi pietà. Ad esempio: "Mi sentivo molto dispiaciuto di vedere bambini in cerca di cibo" , "Mi dispiace per il mio vicino: ha appena perso il lavoro" , "Non ho alcuna pietà per coloro che non fanno uno sforzo e si lamentano perché non lo fanno Possono raggiungere i loro obiettivi . &quo
  • definizione popolare: sindacalismo

    sindacalismo

    Il sindacalismo è il movimento e il sistema che consente la rappresentanza dei lavoratori attraverso un'istituzione nota come unione (un'organizzazione che riunisce i lavoratori per difendere i loro interessi). Il sindacalismo mira a ottimizzare la situazione dei lavoratori nel mercato del lavoro.
  • definizione popolare: media

    media

    Il supporto è un aggettivo che consente di riferirsi a ciò che appartiene o è collegato ai media . Un mezzo di comunicazione è uno strumento che consente di realizzare un processo comunicativo. In questo senso, un telefono è un mezzo di comunicazione. Nel caso dei mass media (noti anche come mass media o mass media ), gli strumenti consentono la comunicazione tra più mittenti e ricevitori. Il t
  • definizione popolare: nevrosi

    nevrosi

    Il concetto di nevrosi si riferisce a una condizione nel sistema nervoso che causa conseguenze nel trattamento che una persona ha delle proprie emozioni , il che porta a sviluppare una patologia che gli impedisce di creare empatia con l'ambiente. William Cullen , chimico e medico nato a Lanarkshire (Scozia), fu colui che conia il termine nel diciottesimo secolo, osservando che conteneva i sintomi dei disturbi sensoriali causati da una malattia del sistema nervoso