Definizione gradazione

Il concetto di gradazione, dal latino gradatio, si riferisce allo sviluppo o all'organizzazione di qualcosa attraverso gradi successivi, che siano discendenti o ascendenti. Il termine può anche riferirsi a una quantificazione o una serie di elementi ordinati in gradi (cioè in base a valori, stati o livelli).

gradazione

Nel campo della grammatica, la gradazione è legata all'intensità di un aggettivo . Gli aggettivi qualificanti, per esempio, possono avere un grado superlativo. L'aggettivo "povero", per citare un caso, può essere dato più intensamente e garantire un grado superlativo che lo rende "molto povero" . Esiste quindi una gradazione poiché l'aggettivo può essere più o meno intenso.

Per retorica, la gradazione è l'ordinamento di espressioni o parole in un discorso in modo che, all'interno della struttura del loro significato, discendono o salgono di gradi per esprimere qualcosa di minore o maggiore rispetto all'elemento precedente.

La gradazione è legata al modo in cui gli elementi sono ordinati secondo la semantica, in modo che le idee siano collegate e generino un certo significato specifico. Se qualcuno scrive "Mi sento soddisfatto, felice, pieno di soddisfazioni ...", ricorre a una gradazione ascendente . "Ero devastato, triste, angosciato ...", invece, riflette una gradazione verso il basso .

Nel campo della musica, la gradazione è il periodo armonico che, con l'obiettivo di accentuare l'espressione di un affetto, aumenta gradualmente.

L' idea della gradazione vocalica, infine, allude all'apofonia: il cambiamento del timbro vocalico secondo le regole dell'evoluzione fonetica in termini che hanno la stessa radice.

Raccomandato
  • definizione popolare: risultato

    risultato

    Il risultato è il corollario , la conseguenza o il risultato di una certa situazione o di un processo . Il concetto è usato in modi diversi a seconda del contesto. Nello sport , il risultato è chiamato l' equilibrio che lancia una competizione e ciò significa, alla fine, la determinazione del vincitore. Se
  • definizione popolare: omonimo

    omonimo

    Homónimo è un aggettivo che permette di riferirsi a due o più persone o cose che hanno lo stesso nome . Il termine deriva dal latino omonimo , che a sua volta ha la sua origine in una parola greca. Partendo da questo significato, dobbiamo anche sottolineare che l'omonimo, quindi, agisce come sinonimo di omonimo. Q
  • definizione popolare: auto

    auto

    Se vogliamo scoprire quale sia l'origine etimologica della parola auto con cui abbiamo a che fare ora, dobbiamo andare in lingue come il greco. Ed è proprio in esso che possiamo trovare noi stessi con quell'origine, più esattamente ci imbattiamo nel fatto che esso proviene dalla parola auto che può essere tradotto come "da solo". A
  • definizione popolare: mercato monetario

    mercato monetario

    L'istituzione sociale derivante dalla relazione tra venditori e acquirenti che cercano di fare scambi o transazioni è conosciuta come un mercato . Monetario , dal latino monetario , è quello che appartiene o è relativo alla valuta (il pezzo d'oro o altro metallo che viene usato come mezzo di scambio e, per estensione, il conto, la carta o la moneta del corso legale). I
  • definizione popolare: sondaggio

    sondaggio

    Il sondaggio termine non è riconosciuto dalla Royal Spanish Academy ( RAE ), anche se è spesso utilizzato in alcuni paesi del Sud America. Il concetto sembrerebbe derivare dall'alleviare, una parola con diversi significati: sostituire o cambiare qualcosa o qualcuno; rimuovere un carico; scusami Il suo utilizzo, tuttavia, non è collegato a queste azioni. U
  • definizione popolare: resistenza aerobica

    resistenza aerobica

    L'idea di resistenza può essere usata in molti modi: in questo caso, siamo interessati al suo significato come alla capacità di tollerare o sopportare qualcosa . Intesa come capacità fisica dell'essere umano, la resistenza è legata alla possibilità di sviluppare uno sforzo nel più lungo periodo possibile. Il c