Definizione invocazione

L'invocazione è l' atto e il risultato di invocare : chiedere assistenza attraverso un rituale o una richiesta formale, facendo affidamento su una norma o una tradizione . La parola o espressione che viene utilizzata per invocare è anche chiamata invocazione.

invocazione

Si può dire che l'invocazione si concretizza attraverso un incantesimo, un incantesimo, una supplica, un comando o una preghiera . Attraverso questa risorsa, la persona richiede aiuto, un favore o protezione .

Nel campo della religione, l'invocazione implica il chiamare un'entità soprannaturale : una divinità, uno spirito, un demone, ecc. Preghiere, liturgie e mantra, ad esempio, servono per l'invocazione.

Nel campo della poesia, l'invocazione è usata per riferirsi a una figura retorica che consiste in una richiesta di ispirazione a una musa o una divinità. Questo atto si esprime attraverso un dialogo o una domanda.

L'idea di invocazione appare anche nel linguaggio colloquiale quando allude a qualcosa per spiegare un'azione o una decisione. Un giornalista, in questo contesto, critica un governo poiché ritiene che l'invocazione delle rivolte sociali come giustificazione di un piano repressivo dello Stato non sia valida. Per questo giornalista, i governanti non possono sostenere la repressione che allude al supposto bisogno di pacificare.

L'invocazione, infine, può essere una chiamata o una chiamata : "Colgo l'occasione per fare un'opposizione alle società sportive per promuovere abitudini sane nei giovani", "L'invocazione del presidente non è stata seguita dai settori del opposizione . "

Raccomandato
  • definizione popolare: promemoria

    promemoria

    Promemoria è un termine che può essere usato come aggettivo o come sostantivo . Nel primo caso, è il qualificatore che rivela che un elemento è utile per ricordare qualcosa . Ad esempio: "Ho lasciato un promemoria sul tavolo con tutto quello che devi fare oggi pomeriggio" , "Il proprietario del luogo ha messo un promemoria sul registratore di cassa con le istruzioni da seguire per cancellare una fattura . &q
  • definizione popolare: carattere

    carattere

    La parola carattere ha più significati. In un certo contesto, parlare del carattere di un uomo permette di menzionare la sua personalità e il suo temperamento. È uno schema psicologico, con le particolarità dinamiche di un individuo . Il carattere non è qualcosa che viene portato dall'utero, ma è fortemente influenzato dall'ambiente , dalla cultura e dall'ambiente sociale in cui ogni persona è formata. Il ri
  • definizione popolare: troppo male

    troppo male

    La nozione di pietà è usata per nominare la compassione e la compassione che sorgono dai mali di un altro individuo. Quando vedi quella sofferenza che non è la tua, provi pietà. Ad esempio: "Mi sentivo molto dispiaciuto di vedere bambini in cerca di cibo" , "Mi dispiace per il mio vicino: ha appena perso il lavoro" , "Non ho alcuna pietà per coloro che non fanno uno sforzo e si lamentano perché non lo fanno Possono raggiungere i loro obiettivi . &quo
  • definizione popolare: sindacalismo

    sindacalismo

    Il sindacalismo è il movimento e il sistema che consente la rappresentanza dei lavoratori attraverso un'istituzione nota come unione (un'organizzazione che riunisce i lavoratori per difendere i loro interessi). Il sindacalismo mira a ottimizzare la situazione dei lavoratori nel mercato del lavoro.
  • definizione popolare: media

    media

    Il supporto è un aggettivo che consente di riferirsi a ciò che appartiene o è collegato ai media . Un mezzo di comunicazione è uno strumento che consente di realizzare un processo comunicativo. In questo senso, un telefono è un mezzo di comunicazione. Nel caso dei mass media (noti anche come mass media o mass media ), gli strumenti consentono la comunicazione tra più mittenti e ricevitori. Il t
  • definizione popolare: nevrosi

    nevrosi

    Il concetto di nevrosi si riferisce a una condizione nel sistema nervoso che causa conseguenze nel trattamento che una persona ha delle proprie emozioni , il che porta a sviluppare una patologia che gli impedisce di creare empatia con l'ambiente. William Cullen , chimico e medico nato a Lanarkshire (Scozia), fu colui che conia il termine nel diciottesimo secolo, osservando che conteneva i sintomi dei disturbi sensoriali causati da una malattia del sistema nervoso