Definizione sogni

In greco è dove il punto di partenza dell'origine etimologica della parola sogni. In particolare in quella lingua c'era il termine hypnos, equivalente a "sonno, sogno", che derivava la parola latina Somnus che può essere tradotta come "sogno" e che è rimasta quella che è rimasta fino ad oggi.

sogni

La definizione di sonno presenta questo concetto come una realtà virtuale vissuta durante il sonno . Provengono da una procedura mentale non pianificata o diretta che si basa sulla rielaborazione di dati diversi che vengono memorizzati nella memoria .

Il sogno è l' atto di dormire o il desiderio di dormire . Per dare esempi di utilizzo: "Vado a dormire, sono molto assonnato", "Mi sono alzato alle due del pomeriggio: non ho sonno" . Va notato che quelli che conosciamo come sogni (intesi come strutture di sogni casuali) sono anche chiamati sogni ad occhi aperti .

I sogni, dicono gli esperti, possono essere incoerenti, sebbene siano guidati da informazioni depositate nell'inconscio di ogni persona che, durante lo stato di veglia, viene repressa. I sogni più elaborati e più ricordati al risveglio appaiono nella fase conosciuta come REM, che si svolge durante l'ultima parte del sonno.

L'azione del sogno è stata confermata solo nel caso degli esseri umani . Si presume, tuttavia, che i mammiferi possano anche farlo mentre attraversano la fase REM e hanno un ciclo del sonno simile al nostro.

L' interpretazione e l'analisi dei sogni è una delle attività contemplate dalla psicoanalisi, una disciplina che riconosce due tipi di contenuti. La componente manifesta di ogni sogno è composta di eventi così come è descritta e percepita, mentre il contenuto latente include il significato autentico del sogno, ed è l'analista che deve interpretarlo.

Così, tra le interpretazioni più conosciute è quella che determina che quando qualcuno ha sognato la morte di una persona cara ciò che sta diventando chiaro non è solo colui che lo manca ma anche colui che ha molta paura di perderlo perché è qualcuno molto importante e significativo nella tua vita.

Allo stesso modo, è normale che ci siano persone che sognano di volare. In questo caso, gli specialisti nell'interpretazione di quei momenti onirici dettano che è un modo per chiarire il bisogno di libertà che hanno coloro che sono in una fase della loro vita in cui hanno il desiderio di affrontare nuove sfide e di raggiungere successi sia nel campo professionale che nel personale.

Oltre a questo non possiamo ignorare il fatto che esiste un concetto molto importante legato al sonno: il sonnambulismo. Con lui viene a definire quella persona che mentre dorme ha la capacità di eseguire varie azioni fuori dal letto e che può far sembrare che sia sveglio. Così, un sonnambulo può muoversi per casa, aprire le porte e persino camminare, anche se quando è sveglio non ricorda davvero nulla di quello che ha fatto.

La nozione di sogni, infine, è anche usata per indicare desideri o progetti difficili da concretizzare : "Giocare in prima divisione e vincere la Coppa del Mondo sono i miei sogni" .

Raccomandato
  • definizione: gameti

    gameti

    L'etimologia dei gameti si riferisce ai giochi o ai gametḗ , parole greche che sono tradotte rispettivamente come "marito" e "moglie" . Il concetto è usato nel campo della biologia per riferirsi alle cellule sessuali . Quando un gamete maschile si unisce a un gamete femminile nel contesto della riproduzione sessuale di piante e animali, si forma uno zigote o uno zigote . Q
  • definizione: vate

    vate

    Vate è un concetto che viene dai vates , un termine latino. La nozione è usata come sinonimo di poeta . Un provino, quindi, è un individuo che si dedica alla creazione della poesia. Ad esempio: "Il vate porteño riceverà il premio la prossima settimana, in un atto che si svolgerà presso la Casa de la Cultura" , "Jorge Luis Borges e Rubén Darío sono i miei compagni preferiti" , "La tavola rotonda avrà la partecipazione di un romanziere, un saggista e un ufficiale, che analizzeranno le notizie letterarie dell'America Latina " . È impor
  • definizione: immischiarsi

    immischiarsi

    Il primo significato del verbo interferire , dalla parola latina immiscēre , si riferisce alla collocazione di una sostanza in un'altra per creare una miscela. Tuttavia, ci sono altri usi più frequenti. Inmiscuirse è spesso usato in allusione alle intrusioni . Chiunque intervenga, quindi, prende parte a un argomento oa un problema quando non gli appartiene. A
  • definizione: infantile

    infantile

    Il termine latino parvus può diventare parvŭlus quando espresso in diminutivo. Questa nozione è venuta nella nostra lingua da bambina, un aggettivo che menziona un bambino piccolo. Ad esempio: "Ero solo un bambino quando ho iniziato a scrivere i miei primi disegni" , "Il bambino è stato incoraggiato a rispondere al preside della scuola, qualcosa che ha sorpreso i presenti" , "Educare un bambino è un compito che richiede responsabilità e affetto . &quo
  • definizione: tapioca

    tapioca

    Il termine tapioca ha la sua origine etimologica nella lingua dei Guarani: tipiog . Un termine che può essere tradotto come "carboidrato estratto da ciò che è manioca". Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), il concetto è usato per denominare l' amido che si ottiene dalla manioca e viene usato per fare una zuppa che è anche menzionata come tapioca. L&#
  • definizione: epistolare

    epistolare

    L' aggettivo epistolario , dal latino epistolāris , si riferisce a quello legato a un'epistola : una lettera o missiva. Ad esempio: "Lo scambio epistolare di entrambi gli scrittori è durato per più di tre decenni" , "Non ci siamo mai visti personalmente, abbiamo avuto un rapporto epistolare" , "L'autore spagnolo ci ha sorpreso con la presentazione di un romanzo epistolare" . N