Definizione zucca

Lo squash è chiamato la zucca (una pianta che appartiene alla famiglia delle cucurbitacee ) e il suo frutto (che è commestibile e può avere diverse dimensioni, forme e colori). In generale, il concetto si riferisce alla bacca carnosa che può essere consumata in più modi.

zucca

Sebbene ci siano molti tipi di zucca secondo i diversi generi delle cucurbitacee, si può dire che le zucche sono grandi, hanno un guscio duro e ospitano numerosi semi o tubi .

A seconda del paese e del contesto, può essere chiamato zucca, zucca, zucchine, zucchine, zucchine, zucca, zucca o pipian . I frutti dei generi Lagenaria, Cucurbita, Amphitecna, Sicana e Benincasa sono spesso indicati come zucca in molti paesi. L'idea di zapallo, proveniente dalla parola quechua sapallu, è molto comune in molte nazioni sudamericane.

Come cibo, la zucca può essere preparata in modi diversi. È comune rimuovere la buccia prima del consumo, anche se può essere cucinato con esso. I semi possono essere arrostiti e mangiati come antipasto aggiungendo sale e spezie.

La zucca bollita è un alimento molto salutare. Schiacciare il frutto una volta bollito, puoi preparare una purea . Puoi anche fare la zucca al forno, sia come contorno che ripieno come piatto principale.

Con la zucca, la farina e l'uovo, d'altra parte, è possibile fare gli gnocchi di zucca . In questo caso devi mettere insieme un impasto e poi tagliare gli gnocchi, che vanno messi in acqua bollente. Quando gli gnocchi di zucca salgono in superficie e cominciano a galleggiare, sono pronti a servire.

Forse una delle ricette più semplici da preparare con una zucca è tagliarla a fette trasversali, in modo che ognuna di esse abbia una forma circolare, come grandi "monete", e poi scaldarle nel forno a microonde per qualche minuto finché non sono ammorbidire e può essere mangiato accompagnato da una fresca insalata di lattuga, pomodoro e cipolla, per esempio.

Questa preparazione è la versione più semplice e può essere completata semplicemente condendo le fette di zucca con sale e pepe o con i nostri condimenti preferiti, come origano, peperoncino o aglio in polvere. Se vogliamo ottenere un risultato più gustoso, possiamo sempre dipingere le fette con una salsa, come se fossero piccole pizze, prima di riscaldarle.

Per ognuna delle due ricette, si consiglia di disporre le fette di zucca in un contenitore profondo, ad esempio un piatto fondo, aggiungere almeno un cucchiaio di acqua e coprire tutto con carta trasparente speciale per forno a microonde; In questo modo, il vegetale non perderà la sua umidità e la consistenza risultante sarà molto più piacevole.

Le zucche ripiene sono più difficili da preparare, ma anche molto più saporite e possono essere consumate non accompagnate. Per la sua preparazione è necessario innanzitutto farli bollire interi, senza togliere la pelle o tagliarli a pezzi. Il punto giusto si raggiunge quando siamo in grado di forarli con una forchetta o qualche altro utensile affilato senza alcun problema, anche se è consigliabile rimuoverli dall'acqua prima che siano troppo morbidi.

A questo punto, dobbiamo aspettare che si raffreddino per evitare di bruciarli o romperli mentre li manipoliamo. Una volta raggiunta la temperatura ambiente, dovremmo tagliarli nel senso della lunghezza, in modo che siano divisi in due parti uguali.

Successivamente, dobbiamo scavare ciascuna delle due metà, rimuovendole il più possibile ma senza mettere a rischio l'integrità della shell. Nel prossimo passo possiamo usare la nostra creatività e applicare i nostri gusti, poiché l'idea è di mescolare la zucca con altri ingredienti e fare una purea, che poi dovremo depositare nuovamente nelle conchiglie per cuocerle fino a quando non saranno pronte a servire.

Raccomandato
  • definizione popolare: cheratina

    cheratina

    Prima di entrare pienamente in quello che è il significato del termine cheratina, possiamo procedere a conoscerne l'origine etimologica. Così, ci imbattiamo nel fatto che, come stabilito nel Dizionario della Royal Academy of the Language, deriva dal greco. Più esattamente deriva da "keratine", che può essere tradotto come "corno". La
  • definizione popolare: rinascita

    rinascita

    Il Rinascimento è la conseguenza dell'essere rinati ( rinascere ). Il concetto è spesso usato per nominare la rinascita o la rivitalizzazione di qualcosa o qualcuno. Ad esempio: "Dopo diversi mesi di scarsi risultati, il tennista vinse tre tornei consecutivi e confermò la sua rinascita" , "La rinascita della città avvenne grazie al boom del turismo" , "Il quarto album segnò la rinascita del cantante" . Qua
  • definizione popolare: probabile

    probabile

    Verosimil è ciò che ha l' aspetto del vero , che è credibile per l'osservatore. Ciò non implica che sia una situazione reale, ma che sia trasmessa in un contesto specifico, rispettando una serie di regole e mantenendo un livello accettabile di coerenza tra i diversi elementi che la costituiscono. Ad
  • definizione popolare: ansia

    ansia

    Il concetto di ansia ha origine nel termine latino anxietas . Riguarda la condizione di una persona che vive uno shock, disagio, nervosismo o preoccupazione . Per la medicina, l'ansia è lo stato di agonia che può comparire accanto a una nevrosi o ad un altro tipo di malattia e che non consente il rilassamento e il riposo del paziente.
  • definizione popolare: musa

    musa

    La musa è ciò che ispira un artista . La nozione viene dalla mitologia greca, dove le Muse erano divinità che vivevano nel Parnaso o nell'Helicon e proteggevano le arti e le scienze . Anche se la loro genealogia varia a seconda della fonte, di solito si considera che le muse fossero figlie di Zeus e Mnemósine , nate ai piedi del Monte Olimpo , a Pieria . An
  • definizione popolare: incentivo

    incentivo

    Entrare nel termine incentivo suppone di iniziare a conoscere qual è la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo stabilire che è una parola latina derivata da "allicientis". Inoltre, possiamo determinare che è il risultato della somma di tre componenti chiaramente definiti come questi: -Il prefisso "ad-", che può essere tradotto come "verso". -I