Definizione Agrafia

Il termine che abbiamo in futuro per definire troviamo che ha la sua origine nel greco. Viene da un culto di quel linguaggio composto da due parti. Da un lato, c'è il prefisso a, che significa "senza"; e d'altra parte c'è la parola grafia che potrebbe essere tradotta come "scrittura". In questo modo, è chiaro che l'origine etimologica di questo concetto giunge a dire che l'agrafia si riferisce a qualcosa senza scrivere oa qualcuno che non può eseguire la scrittura.

Agrafia

L' agrafia o l' agrafia è un concetto medico che si riferisce all'impossibilità totale o parziale di esprimere idee attraverso la scrittura . Questa disabilità diventa evidente a causa di una lesione o di un disturbo del tipo di cervello .

Va notato che agrafia si riferisce anche allo stato di scrittore, un nome dato a coloro che non riescono a padroneggiare la scrittura, non sanno come eseguirlo o non sono molto abili a farlo. In altre parole, agraphy descrive la perdita di abilità che consentono di scrivere per ragioni traumatiche, al di là di qualsiasi disturbo motorio.

Dobbiamo tenere a mente che l'agrafia è una disabilità di portata variabile che non consente alla persona che ne soffre di far conoscere i suoi pensieri, idee, processi o sequenze nella scrittura, sebbene possa esprimerli con la parola .

Esistono diversi tipi di agrafia che sono classificati principalmente in base all'area del cervello che è interessata e quindi li origina. Così, in questo modo, si può parlare di pura, afasica agraffia, con alessia, spaziale o apraxic.

In particolare, ad esempio, l'ultimo tipo di agrafia citata è quello che porta la persona malata a non avere alcun problema a "scrivere" con la tastiera di un computer ma ha difficoltà a fare lo stesso con una matita o un pen. Quindi, farlo a mano farà delle lettere molto deformate, quindi costerà molto scrivere lettere maiuscole o minuscole.

Oltre alle classificazioni citate, si dovrebbe anche parlare di ciò che è noto come agerpia afferente. In questo caso, l'ostacolo principale del paziente quando si esprime e comunica con la scrittura è che ha difficoltà a separare le parole e persino a mantenere la linea orizzontale della stessa.

Agrafia è correlata ad altri termini. Ad esempio, con disgrafia, caratterizzato da un deficit di abilità e abilità al momento della scrittura ed è considerato una forma di dislessia . È anche collegato all'afasia (un problema caratterizzato da perdita o difficoltà nel padroneggiare il linguaggio a causa di una lesione in alcune aree del cervello).

D'altra parte, è importante evidenziare l' alexia, un'immagine che si caratterizza per lasciare a chi la soffre l'incapacità di leggere, anche quando l'abilità di lettura era già stata acquisita. L'alexia di solito appare accanto a una foto di agrafia, oltre la quale il malato può parlare e capire la lingua che sente.

Infine, si può sottolineare che l' Agrammatismo è un elemento linguistico legato all'afasia dell'espressione, caratterizzato dalla frequente eliminazione di morfemi grammaticali (come articoli, preposizioni e pronomi personali) e dall'accorciamento di frasi a una semplice sequenza di morfemi lessicali.

Raccomandato
  • definizione popolare: rispettare

    rispettare

    Rimanere è un verbo che allude a tollerare, rispettare o acconsentire a qualcosa . Chiunque rispetti un determinato ordine o requisito, accetta di fare ciò che indica. Ad esempio: "Il giocatore potrebbe essere licenziato per non aver seguito le istruzioni del suo allenatore" , "Non accetterò nulla di ciò che quest'uomo mi dice" , "Se il tuo capo ordina qualcosa, devi conformarti" . Pe
  • definizione popolare: immagine aziendale

    immagine aziendale

    Il primo passo necessario e obbligato per essere in grado di comprendere il significato del termine che ora ci occupa è determinare la sua origine etimologica. In questo senso, dobbiamo dire che le due parole che lo fanno derivare dal latino: • L'immagine proviene da "imago", che può essere tradotto come ritratto. •
  • definizione popolare: anno

    anno

    Dall'anno latino, un anno è un periodo di dodici mesi che inizia il 1 gennaio e termina il 31 dicembre . Il termine è anche usato come unità di tempo, per misurare lo stesso numero di mesi di un dato giorno. Ad esempio: "Mia figlia inizierà la scuola elementare il prossimo anno" , "Se tutto andrà bene, il prossimo anno andremo in Europa" , "Non ho preso una vacanza per due anni" , "Edgardo completerà la sua riabilitazione il prossimo anno " , " Ero un padre per la prima volta nel 1975. &quo
  • definizione popolare: menopausa

    menopausa

    Per determinare l'origine etimologica del termine menopausa dovremmo stabilire che è una parola che viene dal francese "menopausa". Il medico Charles de Gardanne è stato colui che ha realizzato la creazione di quella parola da due parole greche: "Men", che può essere tradotto come "mese" e "pausis", che equivale a "pausa". L
  • definizione popolare: yoga

    yoga

    Lo yoga è un termine sanscrito che può essere tradotto come "sforzo" o "unione" . Il concetto ha due grandi applicazioni: da una parte, riguarda l'insieme delle discipline fisiche e mentali originate in India e che cercano di raggiungere la perfezione spirituale e l' unione con l'assoluto ; D'altra parte, lo yoga è formato da pratiche moderne che derivano dalla tradizione indù di cui sopra e che promuovono la padronanza del corpo e una maggiore capacità di concentrazione . Ogg
  • definizione popolare: Celestina

    Celestina

    Celestina è un concetto con diversi usi. Quando deriva dal personaggio della tragicommedia con Melibea e Calisto , indica la Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario, si riferisce a una persona che contribuisce per due persone a stabilire un partner sentimentale . Un sensale, quindi, è una donna che aiuta, in qualche modo, a stabilire un legame romantico .