Definizione processo

La procedura è un termine che si riferisce all'azione che consiste nel procedere, il che significa agire in un certo modo. Il concetto, d'altra parte, è collegato a un metodo oa un modo di eseguire qualcosa.

processo

Una procedura, in questo senso, consiste nel seguire determinati passaggi predefiniti per sviluppare un'attività in modo efficace. Il suo obiettivo dovrebbe essere unico e facile da identificare, sebbene sia possibile che ci siano varie procedure che perseguono lo stesso obiettivo, ciascuna con diverse strutture e fasi, e che offrono più o meno efficienza.

Ad esempio: "La procedura è stata un successo: siamo riusciti a sequestrare più di trenta chilogrammi di merce illegale", "Non so qual è la procedura per richiedere un anticipo salariale", "Se segui la procedura abituale, non avrai alcun problema da rispettare il compito che ti ho indicato " .

Nel campo del diritto, è noto come una procedura per un'azione che si sviluppa da un processo giudiziario. In questo contesto, si presume il rispetto delle varie regole stabilite dalla legge . Tutti i procedimenti giudiziari sono composti da vari atti giuridici che sono autonomi rispetto al processo e che sono destinati a produrre un effetto giuridico.

Una procedura amministrativa, d'altra parte, consiste di diverse fasi il cui obiettivo è quello di rilasciare, alla fine del processo, un atto amministrativo. La pubblica amministrazione li stabilisce per garantire ai cittadini che le misure adottate dal governo saranno coerenti tra loro e che saranno sempre documentate. Le persone hanno il diritto di conoscere queste informazioni, in modo che non siano mai sorprese da misure che minacciano la loro sicurezza o integrità.

Per la tecnologia dell'informazione, una procedura efficace consiste in fasi che vengono ripetute e che hanno la capacità di essere decisive. Ciò presuppone che gli stessi valori di input produrranno sempre gli stessi valori di output. Nel caso di test delle applicazioni, quando una persona nel reparto qualità di un'azienda trova un errore (bug), è necessario trovare un modo per riprodurlo, in modo che i programmatori possano osservarlo tutte le volte necessarie, determinarne le cause e procedere per correggerlo.

Procedure informatiche

Chiamata anche funzione o routine, in informatica, una procedura rappresenta una serie di istruzioni raggruppate con lo stesso scopo . Un programma di media complessità, un videogioco e persino una pagina web di solito non contengono uno ma molti di questi gruppi di attività. Ogni funzione riceve un nome e lo scopo della sua esistenza è che può essere utilizzato ogni volta che è necessario, nel contesto in cui l'applicazione lo consente.

Se prendiamo come esempio il gioco Tetris, ogni volta che un pezzo finisce per cadere, viene eseguita una routine che verifica se una linea è stata completata; per dare un risultato positivo, probabilmente un'altra procedura è responsabile dell'eliminazione delle righe corrispondenti, per continuare infine con il gioco. Nelle applicazioni che utilizziamo quotidianamente, è comune trovare le opzioni per salvare, aprire, creare un nuovo documento e chiudere, e dietro di esse, c'è almeno una funzione.

Prendendo in termini di vita non informatica, l'esempio più comune è solitamente la ricetta per una torta. Se lo confrontiamo con un programma, allora ognuno dei suoi passaggi che comportano una certa complessità e che devono essere ripetuti, come agitazione, battitura, mixaggio, potrebbero essere considerati funzioni, poiché hanno un nome che li identifica e consistono in almeno un'azione che eseguiremo più di una volta durante il processo .

Raccomandato
  • definizione: aula

    aula

    Per stabilire il significato del termine classe, la prima cosa che dobbiamo fare è conoscere la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo affermare che deriva dalla parola latina "aula", che era usata per indicare i cortili chiusi dove venivano organizzate diverse cerimonie. Allo stesso modo, era anche usato per menzionare quali fossero i patii dei diversi palazzi reali.
  • definizione: pratica

    pratica

    La pratica è un concetto con diversi usi e significati. La pratica è l' azione che si sviluppa con l'applicazione di determinate conoscenze . Ad esempio: "Ho tutte le conoscenze teoriche necessarie, ma non sono ancora riuscito a metterti in pratica con successo" , "Dicono che uno scienziato cinese è riuscito a dimostrare teorie millenarie in pratica" . U
  • definizione: compito

    compito

    Per determinare l'origine etimologica del termine compito si suppone di dover lasciare fino all'arabo. Ed è che una parola deriva da quella lingua "tariha", che era usata per riferirsi al "lavoro che doveva essere fatto in breve tempo", e che a sua volta derivava da "trh", che è sinonimo di "assegnare".
  • definizione: stereotipo

    stereotipo

    Secondo la definizione che viene raccolta nel RAE, uno stereotipo consiste in un'immagine strutturata e accettata dalla maggior parte delle persone come rappresentante di un determinato gruppo. Questa immagine è formata da una concezione statica delle caratteristiche generalizzate dei membri di quella comunità.
  • definizione: biogenesi

    biogenesi

    La nozione di biogenesi è usata nel campo della biologia per indicare il principio che indica che un organismo vivente proviene sempre da un altro organismo vivente . Il termine si riferisce anche alla produzione e alla lavorazione di sostanze chimiche sviluppate dagli esseri viventi. La biogenesi, quindi, può riferirsi al processo che porta alla "produzione" di un nuovo organismo con la vita .
  • definizione: conservante

    conservante

    Un preservativo , chiamato anche preservativo o profilattico , è una copertura che viene utilizzata nel pene durante i rapporti sessuali . Il suo scopo è ridurre al minimo il rischio di contagio di alcune malattie e ridurre la possibilità di gravidanza . Il preservativo, quindi, fa parte dei metodi contraccettivi . Q