Definizione funghi

Dal fungo latino, un fungo è un organismo eucariotico appartenente al regno dei Fungi . I funghi formano un gruppo polifiletico (non esiste un antenato comune a tutti i membri) e sono parassiti o vivono su materia organica in decomposizione.

funghi

Le pareti cellulari dei funghi sono formate dalla chitina . Quelle che fruttano riescono a produrre sporocarpi (strutture multicellulari su cui si formano altre strutture), come nel caso dei funghi .

L'alimentazione dei funghi è conosciuta come osmotrophy (i nutrienti vengono assorbiti dalle sostanze disciolte), mentre la digestione è esterna e secerne gli enzimi. Grazie alla sua capacità di decomporre la materia morta di animali e piante, i funghi svolgono un ruolo importante nei cicli biogeochimici.

Gli umani usano i funghi in vari campi. Esistono funghi alimentari che forniscono proteine ​​e vitamine come funghi di zucca ( Boletus edulis ), finferli ( Lactarius deliciosus ) e funghi ( Agaricus bisporus ). Altri funghi utilizzati nella preparazione del cibo agiscono come lieviti e consentono la fermentazione del pane e della birra, ad esempio.

Ci sono funghi che vengono usati come allucinogeni, di solito per scopi rituali. Le sue proprietà consentono anche l'elaborazione di farmaci con azione psicoterapeutica.

Va notato che non tutti i funghi sono benefici per l'uomo. Alcuni di loro, come il Coniphara, marciscono i boschi, mentre i funghi microscopici noti come muffe influenzano diversi materiali. Altri sono velenosi e potenzialmente fatali se consumati come cibo.

La micologia è la specialità della medicina e della botanica che è dedicata allo studio dei funghi.

Proprietà medicinali

funghi È noto che alcune varietà di funghi sono molto utili per la nostra salute e alcune culture li usano per trattare un gran numero di malattie. Per esempio, in Giappone e in Cina hanno utilizzato le proprietà curative dei funghi per quasi due millenni. Alcuni dei più noti sono lo Shiitake (noto anche come Lentinula), il Ganoderma lucidum, il Cordiceps sinensis, l'Agaricus blazei e la Grifolla frondosa, che sono stati tra i prodotti del consumo abituale in alcuni paesi dell'Est per secoli.

I funghi sono probiotici, cioè collaborano con il ripristino del benessere e l'equilibrio dell'organismo, combattendo le malattie attraverso la cura del nostro sistema immunitario. Va detto che, come altri prodotti naturali con proprietà medicinali, possono essere consumati come parte della dieta quotidiana, che accentua ulteriormente le loro differenze con una medicina di origine industriale.

I funghi Pleurotus sono molto popolari in varie parti del mondo, specialmente in Cina e in alcuni paesi europei, sebbene siano conosciuti in America sin dagli inizi del XX secolo. Il suo valore nutritivo è molto alto, poiché ha una buona quantità di carboidrati non amidacei e fibre alimentari, specialmente la chitina, che agisce in modo eccezionale assorbendo i grassi presenti nel tubo digerente. Vale la pena ricordare che la chitina e i suoi derivati ​​sono ampiamente commercializzati per combattere l'obesità.

Forse una delle sue proprietà più importanti è che, secondo molte ricerche, i funghi Pleurotus sono in grado di prevenire la formazione di alcuni tumori, oltre a ritardarne e impedirne la crescita eccessiva; Ciò è dovuto al fatto che possiedono una grande quantità di polisaccaridi di struttura molecolare complessa. Si ritiene che l'azione consiste nel potenziare quelle cellule che combattono le cellule tumorali, per ottenere l'eliminazione di queste ultime in modo naturale, senza effetti collaterali.

D'altra parte, il consumo frequente di questi funghi aiuta a ridurre il livello di acidi grassi nel nostro sangue e colesterolo nel fegato. Inoltre, causano un effetto antiaterogeno favorevole, cioè contribuiscono alla prevenzione delle malattie cardiache, grazie al fatto che impediscono alle arterie di indurirsi.

Raccomandato
  • definizione popolare: cheratina

    cheratina

    Prima di entrare pienamente in quello che è il significato del termine cheratina, possiamo procedere a conoscerne l'origine etimologica. Così, ci imbattiamo nel fatto che, come stabilito nel Dizionario della Royal Academy of the Language, deriva dal greco. Più esattamente deriva da "keratine", che può essere tradotto come "corno". La
  • definizione popolare: rinascita

    rinascita

    Il Rinascimento è la conseguenza dell'essere rinati ( rinascere ). Il concetto è spesso usato per nominare la rinascita o la rivitalizzazione di qualcosa o qualcuno. Ad esempio: "Dopo diversi mesi di scarsi risultati, il tennista vinse tre tornei consecutivi e confermò la sua rinascita" , "La rinascita della città avvenne grazie al boom del turismo" , "Il quarto album segnò la rinascita del cantante" . Qua
  • definizione popolare: probabile

    probabile

    Verosimil è ciò che ha l' aspetto del vero , che è credibile per l'osservatore. Ciò non implica che sia una situazione reale, ma che sia trasmessa in un contesto specifico, rispettando una serie di regole e mantenendo un livello accettabile di coerenza tra i diversi elementi che la costituiscono. Ad
  • definizione popolare: ansia

    ansia

    Il concetto di ansia ha origine nel termine latino anxietas . Riguarda la condizione di una persona che vive uno shock, disagio, nervosismo o preoccupazione . Per la medicina, l'ansia è lo stato di agonia che può comparire accanto a una nevrosi o ad un altro tipo di malattia e che non consente il rilassamento e il riposo del paziente.
  • definizione popolare: musa

    musa

    La musa è ciò che ispira un artista . La nozione viene dalla mitologia greca, dove le Muse erano divinità che vivevano nel Parnaso o nell'Helicon e proteggevano le arti e le scienze . Anche se la loro genealogia varia a seconda della fonte, di solito si considera che le muse fossero figlie di Zeus e Mnemósine , nate ai piedi del Monte Olimpo , a Pieria . An
  • definizione popolare: incentivo

    incentivo

    Entrare nel termine incentivo suppone di iniziare a conoscere qual è la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo stabilire che è una parola latina derivata da "allicientis". Inoltre, possiamo determinare che è il risultato della somma di tre componenti chiaramente definiti come questi: -Il prefisso "ad-", che può essere tradotto come "verso". -I