Definizione decoro

La radice etimologica del decoro si trova nella lingua latina: decōrum . Questo è ciò che viene definito, secondo il contesto, il rispetto, l' onore, la modestia o la circospezione .

Per retorica, il termine decoro è definito come il processo di adattamento del linguaggio di un'opera al genere letterario che gli corrisponde, così come la condizione dei suoi personaggi e il loro soggetto. La retorica è il gruppo di principi o regole che si riferiscono all'arte di parlare o scrivere con eleganza e con il grado di correzione sufficiente per muoversi, persuadere o causare affetto nell'interlocutore.

All'interno della teoria letteraria, d'altra parte, parliamo di decoro per riferirsi alla conformità che esiste o dovrebbe esistere tra il modo in cui si comportano i personaggi di un particolare lavoro e le loro rispettive condizioni.

L'espressione mantiene il decoro, può essere definita come "comportarsi secondo la condizione sociale che ci corrisponde"; Se si aggiunge un oggetto indiretto o un oggetto diretto, a qualcuno o qualcosa, allora significa "corrisponde al merito o alla stima di una persona o una cosa con parole o atti. In passato, il termine decoro era usato come sinonimo dell'aggettivo " decoro "; allo stato attuale, tuttavia, è preferibile quest'ultima.

Decoro, infine, è una coniugazione del verbo decorar . È la prima persona singolare (I) del Tempo presente nella modalità Indicativa. Vediamo alcune frasi di esempio: "Se sei d'accordo, decorerò la sala da pranzo e il bagno e ti occuperai della cucina e delle stanze", "Come faccio a decorare la casa senza spendere un sacco di soldi?", "Se decorare l'appartamento in le vacanze, non avrò tempo per riposare . "

Raccomandato
  • definizione popolare: conto

    conto

    L'account è l' azione e l'effetto del conteggio (numero o cose calcolate che sono considerate come unità omogenee, mettere qualcuno nel numero corrispondente, riferire un evento, tenerne conto). Un account, quindi, può essere un calcolo o un'operazione aritmetica . Ad esempio: "Puoi aiutarmi con questo account? È
  • definizione popolare: notte

    notte

    Il primo aspetto che dobbiamo sottolineare è il fatto che il termine con cui abbiamo a che fare ha la sua origine etimologica in latino. Nello specifico troviamo il fatto che proviene dalla parola nox che ha il significato di "notte". La notte è il momento in cui manca la chiarezza del giorno .
  • definizione popolare: propaggine

    propaggine

    Retoño è il nome che riceve un nuovo gambo o rampollo di una pianta . È, quindi, un focolaio o una gemma . Ad esempio: "Hai visto i germogli nel giardino?" , "Il vento ha strappato le piantine dei fiori" , "Non pensavo che questa pianta potesse dare una nuova ripresa in questo periodo dell'anno" . N
  • definizione popolare: tessuto connettivo

    tessuto connettivo

    Tra i molteplici significati del termine tessuto , questa volta siamo interessati a rimanere con il suo significato in anatomia, zoologia e botanica: un tessuto, in questo caso, è un insieme di cellule che agiscono in modo coordinato con un fine in comune. Connettivo , d'altra parte, è un aggettivo che si riferisce a ciò che collega o collega le parti di qualcosa . L
  • definizione popolare: aberrazione

    aberrazione

    Il concetto di aberrazione ha molteplici usi e significati, come si può apprendere dal dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) . La parola, come accettata ufficialmente, può suggerire un errore molto grave associato alla capacità di comprendere ; agire depravato o perverso , che è lontano da ciò che è considerato come lecito; alla deviazione del tipo normale che, in certe situazioni, ha un carattere morfologico o fisiologico; o all'apparente deviazione delle stelle, tra gli altri. L
  • definizione popolare: leggenda

    leggenda

    L'etimologia del termine leggenda ci porta alla parola leggendaria , che appartiene al latino. La legenda può essere tradotta in ciò che "deve essere letto" : ecco perché, nella sua origine, una leggenda era una narrazione che era espressa in un testo scritto in modo che potesse essere letta pubblicamente, di solito all'interno di una chiesa o di un altro edificio religioso . L