Definizione stagione

Stazione, dal latino statio, è il nome dato a ciascuna delle quattro parti in cui è diviso un anno . Le quattro stagioni sono estate, autunno, inverno e primavera . Ognuno di loro dura tre mesi, sebbene le date del suo inizio e della sua fine dipenderanno dal punto in cui si trova la Terra (emisfero settentrionale o emisfero sud).

stagione

Secondo la latitudine e l'altezza, la gamma di cambiamenti meteorologici è considerevole: ci sono quelli leggeri, in zone tropicali basse, e anche molto intensi, che si verificano nelle medie latitudini. I diversi periodi che possono essere apprezzati in questi punti del pianeta sono le stagioni, che condividono un certo numero di caratteristiche tra loro e che hanno un impatto diretto sugli esseri viventi.

È possibile dividere l'anno in altri modi. In alcune regioni e culture, parliamo solo di due stagioni: la stagione secca e la stagione delle piogge, differenziate in base al regime delle piogge .

Vale la pena ricordare che le variazioni del clima terrestre, una delle cause principali dell'esistenza delle quattro stagioni, sono più apprezzate nelle zone temperate e nelle basse temperature rispetto a quelle tropicali, dove è più difficile percepirle. La primavera e l'estate rappresentano il periodo dell'anno durante il quale i giorni sono più lunghi delle notti; Allo stesso modo, durante l'autunno e l'inverno, accade esattamente il contrario.

La ragione di queste variazioni climatiche sta nell'inclinazione dell'asse terrestre ; da ciò ne consegue che l' emisfero nord, noto anche come emisfero settentrionale e l' emisfero australe, riceve le stagioni in diversi periodi dell'anno (è una relazione inversa: l'estate coincide con l'inverno e la primavera con l'autunno).

Durante il tempo in cui l' asse del Polo Nord possiede un'inclinazione verso il Sole, che deriva dal fatto che le zone vicine alla prima ricevono una radiazione maggiore rispetto a quelle del polo opposto. Come previsto, arriva un momento dell'anno in cui la situazione è invertita e l'emisfero settentrionale deve resistere alle temperature più basse.

stagione Nel campo della musica accademica, " Le quattro stagioni " è il nome di una serie di quattro concerti creati da Antonio Vivaldi, uno dei più importanti compositori italiani della storia, nato nel XVII secolo a Venezia. La musica di queste quattro opere, scritte per violino e orchestra, utilizza varie risorse sonore per ricreare ciascuna delle quattro stagioni dell'anno, e lo fa in un modo eccezionale e memorabile. Sfortunatamente, è uno dei pochi titoli associati a Vivaldi, nonostante abbia lasciato una serie di composizioni diverse, coprendo la musica vocale e strumentale, incluse dozzine di opere fantastiche.

Un altro uso del concetto è associato al luogo in cui si fermano i veicoli delle linee di autobus, treni, tram ecc. La stazione è anche l' edificio in cui si trovano gli uffici e gli uffici. Ad esempio: "Scusami, quanto tempo ancora per la stazione successiva?", "Dobbiamo scendere alla stazione di San Benito e poi camminare per tre isolati", "Mangerò qualcosa alla stazione prima di salire sul treno" .

Le stazioni radio, d'altra parte, possono essere chiamate stazioni: "La stazione preferita di mio nonno è quella in cui i tanghi passano tutto il giorno", "Sono molto felice: ho ottenuto un lavoro come annunciatore presso la stazione nel mio quartiere. ", " È raro che una stazione radio non offra la possibilità di sintonizzarla su Internet " .

In alcune parti del mondo, il punto vendita di carburanti e lubrificanti per veicoli è chiamato stazione di servizio . È comune che queste stazioni commercializzino anche altri prodotti attraverso mini-mercati.

La stazione, infine, è ciascuno degli altari che fanno parte del percorso della via crucis .

Raccomandato
  • definizione: abile

    abile

    Dal latino peritus , un esperto è una persona esperta, esperta o compresa in una scienza o in un'arte . L'esperto è l' esperto di un determinato argomento che, grazie alle sue conoscenze, funge da fonte di consultazione per la risoluzione dei conflitti. In un processo , è possibile trovare esperti giudiziari (che sono nominati dal giudice) e esperti (proposti dalle parti coinvolte). Q
  • definizione: suscitare

    suscitare

    La parola latina attitiāre è arrivata alla nostra lingua come una mossa . Il concetto può essere usato per alludere all'azione di aggiungere qualche tipo di combustibile al fuoco o di rimuoverlo con l'obiettivo che brucia di più . Ad esempio: "Dì a Miguel di aggiungere più legna da ardere per alimentare il fuoco, quindi non abbiamo freddo" , "taglio la carne e poi inizierò il fuoco " , "Cerca di non muovere le fiamme a meno che tu non voglia causare un incendio " . Un al
  • definizione: poliestere

    poliestere

    Il poliestere è una nozione derivata dal poliestere , un concetto della lingua inglese. È un polimero che deriva dalla polimerizzazione di un idrocarburo chiamato stirene e altri elementi chimici. Il poliestere è una resina che si caratterizza per la sua resistenza ai vari agenti chimici e all'umidità, che ne consente l'utilizzo nella produzione di vari prodotti. La
  • definizione: tassonomia

    tassonomia

    La tassonomia ha la sua origine in una parola greca che significa "ordinazione" . Questa è la scienza della classificazione applicata in biologia per l' organizzazione sistematica e gerarchica di gruppi animali e vegetali . Nello specifico, possiamo determinare che la tassonomia è divisa in due: microtassonomia, che è responsabile della delimitazione e descrizione di alcune specie; e macrotassonomia, che è quella che classifica in base ai criteri concessi dal ramo precedente. È
  • definizione: di tabella

    di tabella

    Tabular è un concetto che può apparire come un aggettivo o come un verbo . Quando il termine deriva dalla parola latina tabulāris , è un aggettivo che si riferisce a quello con un aspetto da tavolo . Ad esempio: "Quel mobile tabulare sarebbe molto utile nello studio" , "Ieri ho acquistato un nuovo dispositivo tabulare nella cui parte superiore è possibile collocare le forniture" , "Il terreno è caratterizzato dal suo rilievo tabulare" . La n
  • definizione: trappola

    trappola

    La trappola viene dal vagabondo onomatopeico. È un dispositivo, artificio o tattica il cui scopo è catturare, rilevare o disturbare un intruso. La trappola può essere un oggetto fisico (come una gabbia o una falsa porta) o una sfida intellettuale (un indovinello). Le trappole sono emerse per aiutare l' uomo nei suoi compiti di caccia. G