Definizione panno

Un tessuto è un foglio flessibile composto da molti fili che si intersecano in modo regolare e alternativo lungo l'intera lunghezza. I tessuti possono essere le opere tessute nel telaio o quelle simili che sono formate da serie allineate di punti o anelli fatti con lo stesso filo.

panno

In questo senso, il tessuto è il componente principale della maggior parte dei vestiti . L'industria dell'abbigliamento è basata su tessuti per la realizzazione di magliette, camicie, pantaloni e tutti i tipi di indumenti. Le caratteristiche dei tessuti possono variare a seconda della loro permeabilità, della loro tenacità e della loro elasticità, per esempio.

D'altra parte, è noto come tessuto per certe membrane di consistenza morbida (come il tessuto del cuore o del cervello), per la crema che viene generata in alcuni liquidi e per le tele nel campo del dipinto.

Nel linguaggio colloquiale, e in base alla regione, si dice che il denaro è di stoffa ( "Ho un sacco di vestiti da indossare stasera" ) e un certo problema o problema ( "L'ultima partita di quella selezionata ha lasciato molto tessuto da tagliare" ).

Va notato che i ragni hanno la capacità di formare un tipo di tessuto, che usano per catturare insetti diversi e mangiarli. Questa ragnatela nasce dalle diverse ghiandole che si trovano nell'addome del ragno. Finora sono stati identificati sette tipi di ghiandole che producono sette diversi fili di seta. Ad ogni modo, ogni specie di ragno possiede solo alcuni di questi tipi, ma mai le sette ghiandole.

Vari tipi di tessuti

panno Esistono molti tipi diversi di tessuti; alcuni provengono dal tessuto di materiali organici, altri sono ottenuti da un processo sintetico e, in base al materiale con cui sono stati preparati, possono essere utilizzati per determinati capi . Alcuni tipi di tessuti sono:

* Acetato : è un tessuto fabbricato artificialmente da fili di fibre di acetato estratti da una cellulosa; Ha la caratteristica di non restringersi o incresparsi o sbiadirsi e viene spesso utilizzato per la produzione di capi di lingerie e abiti da sera.

* Acrilico : è un tessuto simile alla lana che ha la caratteristica di presentare colori assolutamente chiari ed è un'alternativa altamente consigliata per la lana.

* Cashmere : è un tessuto molto morbido e sembra simile alla seta; Viene solitamente utilizzato per la produzione di cappotti e abiti di una certa qualità.

* Chiffon o Tulle : simile alla garza di seta, è un tessuto leggero e semitrasparente che viene solitamente utilizzato in bluse e sciarpe che verranno utilizzate nelle cerebrazioni che si svolgeranno al tramonto.

* Damasco : è un tipo di tessuto reversibile che viene solitamente utilizzato per creare tovaglie, tende e fodere per cuscini o materassi.

* Denim : è un tessuto di cotone rigido che ricorda la trama del denim. Secondo la sua fermezza è ideale per la produzione di uniformi, abbigliamento sportivo, tovaglie e tessuti utilizzati in un campo industriale e abiti da lavoro.

* Flanella : detta anche lanilla, estremamente morbida, ha una superficie leggermente satinata che impedisce la visibilità dei tessuti. Viene utilizzato per la produzione di giacche, gonne, vestiti e abiti e richiede un trattamento accurato, altrimenti può restringersi e rovinarsi.

* Nylon o nylon (nylon) : è un tessuto sintetico altamente resistente ed elastico. Ha la qualità di essere facile da lavare, di non essere assorbente e asciugare rapidamente. Solitamente utilizzato nella produzione di tessuti di varie caratteristiche e maglieria; anche per biancheria intima (calze, calzini, biancheria intima da donna) e maglioni.

Raccomandato
  • definizione: elio

    elio

    La parola greca hḗlios , che può essere tradotto come "Sole" , derivava dall'elio scientifico latino. Nella nostra lingua il concetto è venuto come elio , un termine che si riferisce all'elemento chimico il cui numero atomico è 2 . L'elio fa parte del set di gas nobili . È una sostanza con una grande presenza nell'universo, sebbene non abbondante nella crosta del nostro pianeta . L
  • definizione: albumina

    albumina

    La prima cosa che faremo per scoprire il significato del termine albumina è sapere quale sia la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo determinare che è una parola che viene dal latino, più precisamente da "albumina, albuminis", che può essere tradotto come "bianco d'uovo". Un
  • definizione: Quiromasaje

    Quiromasaje

    È noto come massaggio manuale sviluppato manualmente come parte di una terapia . In questo modo, un quiromassage differisce da quelli eseguiti con diversi strumenti o dispositivi. Quando un chiromassista esercita pressione su un'area del corpo in cui il paziente avverte dolore, viene prodotta una risposta riflessa che calma il disturbo.
  • definizione: divario digitale

    divario digitale

    Prima di approfondire il significato del termine digital divide, è necessario conoscere in anticipo l'origine etimologica delle due parole che le danno forma. In questo caso, possiamo sottolineare quanto segue: -Brecha è un nome che viene dal francese, in particolare da "bréche". Questo può essere tradotto come "rotto" e si ritiene che, a sua volta, derivi dal "breham" germanico. -D
  • definizione: faro

    faro

    È conosciuto come un segnale di segnalazione che, sia mobile o fisso, è installato in un luogo per fare un avvertimento o con l'intenzione di guidare il traffico del veicolo . L'atto di segnalare con i beacon è chiamato beaconing , mentre il suo risultato è chiamato beaconing . I beacon, in breve, sono elementi che servono ad avvisare di un eventuale pericolo o rischio . La
  • definizione: Polimodal

    Polimodal

    La nozione di polimodale viene utilizzata in Argentina per indicare un ciclo educativo in vigore fino al 2011 in diverse regioni del paese . Il polimodale si estese per tre anni e faceva parte dell'istruzione secondaria , senza che fosse obbligatorio. Per accedere al polimodal, lo studente doveva completare il ciclo di istruzione generale di base (EGB) , equivalente alla Primaria in altri distretti