Definizione caravella

La parola del kárabo greco bizantino, che può essere tradotto come "scarafaggio", era usata per chiamare una barca leggera . Il viaggio etimologico del termine è stato esteso fino a quando abbiamo raggiunto la nostra lingua come caravel .

caravella

Una caravella, quindi, è un veliero leggero con un solo ponte e una poppa piatta. Ha tre bastoni con tre vele e può navigare ad una velocità di circa otto nodi.

Queste barche erano molto importanti nei secoli XV e XVI . In effetti, molti conquistatori europei hanno usato le caravelle nei viaggi che li hanno portati nel continente americano.

Le caravelle offrivano diversi vantaggi ad altre navi di quel tempo. Non avevano bisogno di rematori per la loro propulsione e avevano un'importante capacità di carico: ecco perché potevano trasportare grandi quantità di cibo per viaggi estesi.

Dopo la conquista dell'America, le caravelle cominciarono a perdere preponderanza perché, a poco a poco, i marinai iniziarono a optare per altre barche, come i galeoni .

Forse le caravelle più famose della storia sono quelle che facevano parte della spedizione che portò Cristoforo Colombo e il suo equipaggio in territorio americano per la prima volta. Santa Maria era la nave più grande: alcuni storici dubitano che si tratti di una caravella o di una nave. La Niña e La Pinta erano le altre caravelle che permettevano la traversata.

Il nao, d'altra parte, era una barca dotata di vela e coperta che non richiedeva remi per il suo funzionamento. Il termine deriva dal latino navis, che può essere tradotto come "nave", e presto attraversò la lingua galiziano-portoghese. Sebbene dal XIV secolo fino al XVII, questo concetto fosse compreso con la definizione di cui sopra, in seguito iniziò ad essere usato per riferirsi ad una classe di navi caratterizzata da castelli a poppa e prua, un bordo libero e tre alberi alti con blocchi di candele.

Le caravelle rotonde sorsero quando i marinai iniziarono ad usare sia la vela quadrata che quella latina nella barca (la prima è quadrata e la seconda è triangolare). Poco prima che il team incaricato di Cristoforo Colombo iniziasse il suo storico viaggio, La Niña e La Pinta, fino ad allora considerate come carovane latine, furono modificate per trasformarle in turni.

Inutile dire che l'emergere delle caravelle rotonde non era un capriccio di natura stilistica, ma avveniva con l'obiettivo di migliorare la manovrabilità delle navi.

Ad esempio, la vela stabile non è in grado di attaccarsi a un vento frontale (cioè sfavorevole) oltre il cinquanta percento, anche se la nave è ben bilanciata e l'equipaggio è composto da persone molto esperte; allo stesso modo, tende a far deviare la caravella. Ma tutto questo cambia quando i due tipi di candele sono combinati, dal momento che il Latina non ha nessuno di questi due problemi.

Se il vento è favorevole (il cosiddetto vento di poppa ), la situazione è invertita: mentre la pressione irregolare rende molto difficile mantenere la nave sul sentiero tracciato con una vela latina, il blocco può sfruttare tutto il vento e permette di avanzare con il totale uniformità.

C'era anche una barca chiamata barcusium, che era molto simile alla caravella latina. Funzionava anche con la vela, aveva due bastoni e tre timoni. La sua creazione avvenne nella città siciliana di Ragusa, dove predominava il suo uso.

Nel contesto della zoologia, l'animale acquatico il cui nome scientifico è Physalia physalis è noto come la caravella portoghese . È un idrozoo che appartiene all'ordine dei sifonofori.

Raccomandato
  • definizione: psicopedagogia

    psicopedagogia

    La psicopedagogia è la branca della psicologia che è responsabile dei fenomeni psicologici per raggiungere una formulazione più appropriata dei metodi di insegnamento e pedagogici. È responsabile dei fondamenti della materia e dell'oggetto della conoscenza e della loro interrelazione con la lingua e l'influenza socio-storica, nel contesto dei processi quotidiani di apprendimento . In
  • definizione: preesistente

    preesistente

    Preesistente è l' aggettivo usato per qualificare ciò che esiste prima . Il verbo preesistente, d'altra parte, si riferisce a ciò che esiste prima di qualcosa. Ad esempio: "Gli investigatori cercano di determinare se esistesse un crimine preesistente" , "Per costruire il nuovo museo, la costruzione preesistente è stata demolita" , "Non intendiamo fare una rivoluzione: vogliamo migliorare il processo preesistente" . Il
  • definizione: diligenza

    diligenza

    In latino è dove troviamo l'origine etimologica della parola diligenza. In particolare, è il risultato dei seguenti elementi di quella lingua: • Il prefisso "di-", che indica la separazione. • Il verbo "legere", che può essere tradotto come "separato o scelto". • Il
  • definizione: punti collineari

    punti collineari

    Il punto è una nozione che può riferirsi a diverse questioni: un segno, un cerchio, un luogo, un argomento o un'unità di punteggio sono punti. Collinear , d'altra parte, è usato per descrivere due o più elementi che sono nella stessa linea . La nozione di punti collineari appare in geometria per riferirsi ai punti che si trovano sulla stessa linea . Per
  • definizione: gorilla

    gorilla

    Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), la radice etimologica del gorilla si trova nella parola greca Gorillai , che si traduce come "tribù di donne pelose" . Questo termine deriva dal gorilla scientifico latino, che presto arrivò alla nostra lingua come il gorilla. Un gorilla è un animale mammifero che fa parte del gruppo dei primati . V
  • definizione: ausiliario

    ausiliario

    Dalla parola latina auxiliāris , ausiliare è un termine usato per descrivere ciò che aiuta . L' azione di ausiliari, d'altra parte, consiste nel fornire collaborazione o qualche tipo di assistenza . L'ausiliare, quindi, può apparire come un aggettivo o come un verbo . Ad esempio: "Abbiamo un posto vacante come assistente amministrativo: se sei interessato, puoi lasciare il tuo curriculum vitae alla reception" , "Puoi andare ad aiutare mia madre? Pe