Definizione olio

Il termine olio ha attraversato una lunga storia fino a raggiungere la forma e il significato attuali: dalla parola aramaica zayta passò al termine arabo azzayt e poi fu interpretato come azzáyt . Il concetto, secondo la definizione ufficiale, consente di denominare la sostanza liquida e grassa che si ottiene dal trattamento di diversi semi e frutti, come avviene con soia, mandorle, cocco o mais.

olio

L'olio può essere ottenuto anche spremendo olive, derivate da alcuni animali (come merluzzo, foca o balena) e ottenute distillando alcuni minerali bituminosi o lignite, torba e carbone.

Va notato che l'olio è sinonimo di olio (dal termine latino oleum ), sebbene questa parola sia usata solo per riferirsi ai sacramenti della Chiesa cattolica o come parte del linguaggio della pittura stessa .

D'altra parte, gli oli combustibili sono miscele liquide di colore giallastro che derivano da petrolio greggio o sostanze vegetali (in questi casi parliamo di biodiesel o biocarburanti). Questi oli possono essere utilizzati come solventi o come carburante per motori, lampade, stufe e forni.

Gli oli possono essere divisi, in base alle caratteristiche che hanno, in vergini e raffinato . Gli oli vergini sono ottenuti da una spremitura a freddo (inferiore a 27 ° C) che consente di preservare il sapore del seme o del frutto da cui vengono estratti, o mediante una centrifugazione a 3.200 giri al minuto e la filtrazione.

Gli oli raffinati, d'altra parte, sono soggetti a un processo specifico e vengono deodurati. Di conseguenza, questi oli hanno un aspetto pulito e un colore standard e offrono una migliore conservazione.

In alcuni casi, vengono utilizzate miscele di oli vergini e raffinati, allo scopo di fornire sapore a questi ultimi.

L'impatto del petrolio sulla vita umana

Il corpo umano dipende in parte dagli acidi grassi che ricava dall'ingestare l'olio, poiché questi sono essenziali in molte reazioni biochimiche che avvengono nelle cellule e in processi come la formazione del tessuto connettivo, la produzione di ormoni, promozione delle vitamine, gestazione cellulare e mantenimento dei loro composti organici, chiamati lipidi.

È noto che le persone che non mangiano abbastanza carboidrati cercano l' energia necessaria per mantenere il loro metabolismo nella riserva di grassi o lipidi; Quando c'è una mancanza di quest'ultimo, come ultima risorsa per la sopravvivenza, il tessuto muscolare stesso viene consumato .

Quando non c'è consumo di oli essenziali, è possibile che si verifichino malformazioni e che i sistemi nervoso ed endocrino si atrofizzino, con il conseguente squilibrio a livello cellulare. Se il nostro organismo non è in grado di eseguire la sintesi a partire dagli acidi grassi essenziali, il risultato sarà la morte o il rachitismo. Per prevenire questa malattia ossea, è essenziale l'aiuto di vitamina D o ergocalciferolo, che dà alle ossa lo ione di calcio che cattura.

Infine, è importante distinguere tra i tipi di oli benefici per gli esseri umani e quelli che sono tossici e dannosi. Nel primo gruppo troviamo pesce e girasole, dove si trova una percentuale maggiore dei cosiddetti acidi grassi essenziali omega. D'altra parte, l'olio di colza, che proviene dalla rapa, contiene un acido nocivo, l'erucico C 22: 1, che può produrre malformazioni nei bambini e disturbi della crescita.

Molti produttori cileni hanno utilizzato l'olio di colza per molto tempo, fino a quando diversi studi scientifici non ne hanno avvertito l'elevata tossicità; quindi, il suo uso è stato sempre più limitato, fino a quando non è stato completamente rimosso dal mercato. Attualmente è possibile ottenere un ibrido di colza con una presenza di acido erucico inferiore allo 0, 2%.

Raccomandato
  • definizione popolare: inno

    inno

    Il concetto di inno , che deriva dal latino hymnus (anch'esso derivato dal greco hýmnos ), ha diversi usi. Potrebbe essere un'opera poetica dedicata a lodare eroi o divinità. Queste composizioni possono anche servire a glorificare un individuo o celebrare un certo evento, come una vittoria militare.
  • definizione popolare: bottiglia

    bottiglia

    La parola latina butticŭla venne in francese come bouteille , che era derivata nella bottiglia . Questo termine si riferisce a un utensile che viene utilizzato per la conservazione di liquidi . Le bottiglie hanno un collo stretto che permette di servire il suo contenuto in un bicchiere o in un bicchiere con facilità.
  • definizione popolare: forza centripeta

    forza centripeta

    Dal latino fortĭa , force è un termine con molteplici usi. Il concetto può riferirsi all'uso di un potere (sia simbolico che fisico); alla capacità di mobilitare una cosa o un corpo che genera una resistenza o che ha un peso; all'azione di forzare una persona a fare qualcosa; alla fortezza per tollerare una spinta; all'efficacia delle cose; per vigore; o all'influenza che è in grado di modificare lo stato di un corpo. Il
  • definizione popolare: malloppo

    malloppo

    Swag è un concetto che deriva dallo slang (slang) scozzese e che è stato usato, nelle sue origini, per citare un certo modo di camminare . Nel corso del tempo , il termine ha cominciato ad essere utilizzato in riferimento al modo in cui una persona si muove, si muove e si veste. Il malloppo è solitamente associato al modo di camminare di artisti e seguaci di hip hop e rap . I
  • definizione popolare: surf

    surf

    Il surf è un termine che deriva dall'inglese e si riferisce a uno sport marittimo . I surfisti salgono su una tavola e cercano di mantenere l'equilibrio approfittando delle onde per andare in giro. L'obiettivo del surf è quello di stare più tempo possibile sulla tavola mentre si fa il giro e le piroette come lo spostamento avviene su un'onda . N
  • definizione popolare: controparte

    controparte

    Esistono diversi usi del concetto di controparte . Nel campo della contabilità , è chiamato una contropartita della voce che appare nel debito e ha il suo compenso nel credito , o viceversa. Viene anche chiamato contropartita di una registrazione contabile effettuata per correggere un errore che è stato effettuato nella contabilità in partita doppia (quella che è responsabile della registrazione di ciascuna transazione due volte, una nel credito e l'altra nel debito, per stabilire un collegamento tra i diversi elementi del patrimonio). Va