Definizione finzione

La nozione di finzione identifica l' atto e le conseguenze del fingere (cioè, permettendo l'esistenza di qualcosa che, in realtà, non appare sul piano reale). In questo senso, si può dire che una finzione è una cosa che è stata simulata o che è un'invenzione .

finzione

Una finzione è, d'altra parte, qualsiasi lavoro letterario o lavoro cinematografico che narra fatti immaginari (descritti come fittizi). Per questo motivo, ad esempio, si può parlare di libri di narrativa o film. Il caso opposto è un libro di ricerca giornalistico o un documentario, spazi in cui lavori con elementi basati su problemi reali.

Va notato che ci sono anche opere che sono ibride tra finzione e realtà. I materiali di saggistica e il giornalismo narrativo spesso combinano dettagli fittizi con altri autentici.

Lo sviluppo della nozione di finzione è legato all'idea di mimesis, un concetto concepito nell'antica Grecia da Aristotele e Platone .

Secondo il racconto, il filosofo francese Paul Ricoeur ha suddiviso la mimesi in tre fasi: la prima consiste nella strutturazione del testo, nell'organizzazione e nella presentazione della trama . Il prossimo stadio ruota attorno allo stesso sviluppo dei contenuti, mentre l'ultima fase è la riconfigurazione del materiale che è responsabile dei lettori.

Va notato che, quando è interessato a un'opera di narrativa, il lettore (o lo spettatore, secondo ogni caso) accetta di rispettare un patto fittizio, che porta ad accettare la storia senza mettere in dubbio la falsità delle affermazioni.

Linguaggio letterario nella finzione

Una delle licenze che ogni autore ha quando scrive un'opera di narrativa è l'uso di scenari immaginari e il potere di mescolare elementi della realtà con altri appartenenti al fittizio. Alcuni autori come Tolkien hanno creato interi mondi con esseri irreali e persino un loro proprio linguaggio; Tutti questi elementi hanno un significato all'interno di quella storia e devono mantenere una certa coerenza .

Il linguaggio usato dall'autore risponde a questo mondo e deve esprimere che gli eventi che si verificano in quelle pagine sono veri e che questo mondo è tutto ciò che il lettore ha in quel momento . È importante chiarire a questo punto che la finzione non implica la possibilità che accada alcun fatto, ma tutto deve avere un significato; altrimenti, sarebbe un lavoro mal rifinito. Ogni storia, basata sulla realtà o presentare un'alternativa immaginaria, deve avere una struttura e una coerenza, in cui tutti gli eventi che si verificano là sono "realistici" dal punto di vista dell'universo che è dipinto in esso.

Una delle sfide fondamentali di qualsiasi autore di fiction è offrire un lavoro che presenti una realtà convincente e convincente, che permetta al lettore di dimenticare la propria vita e di spostarsi nel mondo della storia mentre cammina le pagine del libro.

È importante notare che la finzione non è, tuttavia, sinonimo di fantasia o irrealtà; un romanzo storico ma che racconta eventi che non hanno mai avuto luogo nella realtà, è un'opera di finzione, così come una storia futuristica o dove appaiono esseri di altri pianeti o personaggi simili.

All'interno della fiction ci sono diversi generi letterari, come il fantastico (che include fiabe, horror, fantascienza, romanzi di cavalleria e fantasia eroica), il romanzo rosa e il romanzo giallo (romanzi polizieschi o romanzi di spie). In ogni caso, è necessario tenere presente che questa classificazione non è esclusiva e che per sapere se un testo è finzione o no, basterà sapere se gli eventi narrati sono basati sulla realtà o provengono dall'immaginario letterario dell'autore.

Raccomandato
  • definizione popolare: rabbia

    rabbia

    La rabbia è un'alterazione dell'umore che provoca indignazione , rabbia e / o desiderio di vendetta o vendetta . Il concetto è usato come sinonimo di rabbia . Ad esempio: "Non sei ancora arrabbiato con la discussione di stamattina?" , "Una domanda del giornalista ha causato la rabbia del deputato" , "la rabbia di Juan si è verificata perché il suo capo gli ha impedito di andarsene prima del ufficio per andare a prendere tua figlia fino a scuola . &q
  • definizione popolare: rumore

    rumore

    Dal latino rugĭtus , un rumore è un suono inarticolato che è sgradevole . Ad esempio: "Il rumore del viale mi sta facendo impazzire" , "La mia testa fa male a causa del rumore prodotto dalle macchine della fabbrica" , "María José non ha dormito tutta la notte a causa del rumore dei suoi vicini" . Per
  • definizione popolare: scarpa

    scarpa

    La scarpa è un termine che deriva da zabata , una parola turca. Una scarpa è un pezzo di calzature che protegge il piede, fornendo conforto alla persona quando esegue diverse azioni (camminare, correre, saltare, ecc.). Le scarpe hanno una suola e una struttura in pelle , gomma o altro materiale che arriva fino alla caviglia.
  • definizione popolare: cianobatteri

    cianobatteri

    La nozione di cianobatteri non fa parte del dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ). È importante sapere, in primo luogo, quale sia l'origine etimologica del termine in questione. Nello specifico, possiamo determinare che si tratta di un neologismo che ha fatto la sua apparizione nel ventesimo secolo.
  • definizione popolare: reggaeton

    reggaeton

    Se si cerca il concetto di reggaetón nel dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) , si noterà che il termine non è riconosciuto dall'entità. È, tuttavia, una parola che ha raggiunto una grande popolarità negli ultimi anni. Reggaeton o reggaeton è un genere di musica che combina il reggae con il rap e l' hip hop . È eme
  • definizione popolare: tsunami

    tsunami

    Il termine tsunami non fa parte delle parole accettate dal dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) . In ogni caso, è una parola ampiamente usata come sinonimo di maremoto , anche se il suo significato allude a un'onda che devasta la costa. Pertanto, in entrambi i casi c'è una violenta agitazione delle acque del mare , da uno scuotimento del fondo.