Definizione uso

Dall'usus latino, il termine uso si riferisce all'azione e all'effetto dell'uso (far sì che una cosa serva per qualcosa, eseguendo o praticando qualcosa abitualmente). Ad esempio: "Devo usare la bicicletta più spesso: mi sto abituando troppo al comfort della macchina", "È assolutamente vietato utilizzare il dizionario durante l'esame", "L'uso del calcolatore per studiare la matematica, molto comune nel scuole secondarie, mina l'agilità mentale degli studenti " .

uso

L'uso è legato all'uso di un oggetto per raggiungere un obiettivo : "Se vuoi appendere quella scatola, dovrai usare un martello e un chiodo", "Mio fratello dice che userà gli strumenti che ha per riparare la TV" .

Quando si parla dell'uso di un oggetto, indica l'usura che ha sofferto in un particolare periodo di tempo, generalmente dal momento in cui è stato rilasciato fino al momento della comunicazione. Questo significato è ampiamente usato nel contesto delle vendite di seconda mano (di oggetti usati), in espressioni come "ha un uso molto limitato" (suggerendo che è come nuovo) o "mostra un deterioramento causato da un uso normale. "(A seconda del prodotto, può riferirsi a piccoli graffi o perdita parziale di vernice, tra molte altre possibilità).

L'uso può anche riferirsi all'uso di qualcosa di simbolico o immateriale : "Per avere successo nel mondo degli affari, devi usare la ragione e non essere impulsivo", "Usando quasi esclusivamente la sua intuizione, è riuscito a risolvere il problema in un tempo senza precedenti . "

In generale, l'uso del linguaggio differisce dalla sua teoria . È difficile immaginare che una persona conosca perfettamente tutte le parole della sua lingua madre; Allo stesso modo, non è normale che qualcuno sappia definire completamente tutti i termini che conosce e usa quotidianamente. La deformazione delle lingue è un fenomeno deplorevole ma inevitabile, e dobbiamo adattarci ad esso.

La Royal Spanish Academy svolge un compito completo di osservazione e analisi dell'uso del linguaggio, alla ricerca di modelli nella mancanza di ortografia, pronuncia, grammatica e semantica. Sulla base dei risultati dei suoi studi, cerca di prendere la decisione più appropriata per evitare che gli errori continuino a verificarsi: in alcuni casi, l'obiettivo è quello di rafforzare l'apprendimento di termini e malintesi; molto spesso, tuttavia, le modifiche vengono apportate nella lingua per soddisfare le esigenze dei loro oratori.

uso Tradizionalmente, e specialmente nelle ultime generazioni, i giovani portano la seria accusa di abuso della lingua. Attualmente, quando si cerca una ragione per il declino dell'istruzione, tutte le dita puntano a Internet e ai dispositivi mobili, come telefoni e tablet. Tuttavia, è interessante notare che la Rete ci offre molti contenuti linguistici da fonti affidabili che consentono a chiunque di migliorare le proprie capacità di comunicazione.

Per risolvere un dubbio sull'uso corretto di un termine o di una preposizione, è sufficiente effettuare una ricerca semplice nel motore preferito, come " associato a " o ", per ricevere una serie di risposte scritte da persone che sono attivamente impegnate in studio della lingua

L'uso è, d'altra parte, l' abitudine o l' abitudine che si ripete con una certa frequenza. È un comportamento che si ripete regolarmente e non richiede alcun motivo: "Sempre voglia di risolvere le cose in base al loro uso e alle loro abitudini", "Bere il tè con il cibo è un uso comune in queste terre" .

Il valore d'uso è determinato dalle condizioni naturali di un bene per soddisfare un bisogno. Si differenzia dal valore di scambio, che è il lavoro socialmente necessario per produrre il bene in questione.

USO, infine, è l'acronimo di due organizzazioni: l' Union Sindical Obrera (un'unione spagnola) e la United Service Organization (un'entità nordamericana).

Raccomandato
  • definizione: causa onoraria

    causa onoraria

    La frase latina honoris causa può essere tradotta con "onore" . L'espressione è usata per riferirsi al dottorato assegnato con l'intenzione di riconoscere un merito straordinario . Un medico onorario , quindi, è un individuo che un'università si è distinta per i suoi risultati. Que
  • definizione: prisma

    prisma

    Il prisma viene dal prisma latino e ha il suo antecedente più remoto in una parola greca. Nel campo della geometria , un corpo è conosciuto come un prisma i cui limiti sono stabiliti da una coppia di poligoni uguali e piatti, disposti in parallelo, e da vari parallelogrammi, in base al numero di lati che hanno le loro basi.
  • definizione: cifra

    cifra

    Il termine cifra deriva da digĭtus , una parola latina che può essere tradotta come "dito" . Nel campo della matematica , il numero che viene espresso attraverso una singola cifra è chiamato una cifra (le cifre sono le cifre oi segni usati per esprimere una quantità). Ciò significa che, nella numerazione decimale , i numeri delle cifre sono dieci: 0 , 1 , 2 , 3 , 4 , 5 , 6 , 7 , 8 e 9 . Con
  • definizione: australe

    australe

    Con origine etimologica nella parola latina australis , il termine austral può essere usato come aggettivo o come sostantivo . Nel primo caso, è un qualificatore utilizzato in geografia e astronomia con riferimento a ciò che appartiene al sud . Ricorda che il sud è il punto cardinale che si trova dietro la persona che, alla sua destra, ha l'est. Il
  • definizione: tubare

    tubare

    La parola che ora ci occupa, dobbiamo sottolineare che è una parola che emana da una onomatopea. In particolare, viene da ciò che viene espresso come "rrru rrruuu" e che è usato per riferirsi ai suoni fatti dai piccioni. Lullaby è un concetto che può essere utilizzato in diversi contesti e con significati diversi. Il
  • definizione: faro

    faro

    È conosciuto come un segnale di segnalazione che, sia mobile o fisso, è installato in un luogo per fare un avvertimento o con l'intenzione di guidare il traffico del veicolo . L'atto di segnalare con i beacon è chiamato beaconing , mentre il suo risultato è chiamato beaconing . I beacon, in breve, sono elementi che servono ad avvisare di un eventuale pericolo o rischio . La