Definizione denuncia

Dalla querella latina, il termine querella ha il suo significato originario nell'espressione di una sensazione dolorosa o di un dolore fisico . Il concetto, tuttavia, è strettamente legato all'area del diritto in relazione a discordie e controversie .

denuncia

Un reclamo, quindi, è un atto che può essere esercitato da un individuo o da un pubblico ministero davanti a un tribunale o un giudice come azione criminale nei confronti di persone che sono accusate di un crimine .

Uno dei tipi più frequenti di doglianza è quello presentato davanti al giudice ordinario dagli eredi di una persona che è già morta. Il motivo per cui lo stesso è stato presentato è che vogliono che l'organo giudiziario effettui l'invalidazione del testamento, poiché ritengono che i diritti legittimamente legittimi siano stati violati o danneggiati.

Nello specifico possiamo stabilire che, in generale, ci sono due tipi di reclami: privato e pubblico, che è quello che ostacola un'azione popolare concreta.

La denuncia può essere presentata da qualsiasi cittadino che si ritenga colpito da un reato, sia contro la sua persona che contro la sua proprietà. L'obiettivo del reclamo è la prosecuzione della condanna del trasgressore che ha causato danni .

È essenziale che quando si presenta un reclamo questo abbia una serie di punti di base, altrimenti non sarà accettato o elaborato correttamente. Nello specifico, si stabilisce che questo deve includere i dati personali del denunciante e del convenuto, la spiegazione di ciò che è accaduto per capire perché è stato intrapreso e la firma della persona che lo presenta.

La persona che presenta un reclamo davanti al giudice competente è nota come denunciante, mentre colui che è citato in giudizio è il convenuto . I reclami più comuni vengono eseguiti per reati privati ​​come calunnie o insulti.

È comune per le figure pubbliche diventare querelanti quando ritengono che qualcuno abbia imbrattato il loro buon nome facendo dichiarazioni offensive. Ad esempio: "Un famoso cantante ha presentato una denuncia contro il direttore della rivista dopo le accuse di violenza domestica", "Se non si ritira immediatamente, ho intenzione di denunciarlo" .

Oltre a quanto sopra, dobbiamo sottolineare il fatto che, spesso, viene spesso confuso ciò che è un reclamo con un reclamo. Tuttavia, hanno caratteristiche molto diverse:

Reclamo. È un dovere che ogni persona che ha assistito a un crimine pubblico lo presenta. Viene presentato in una stazione di polizia o nel tribunale più vicino e di solito viene fatto bene per iscritto o verbalmente.

Quarrel. Suppone un diritto perché può essere presentato da coloro che sono stati offesi o meno da un crimine. Deve essere presentato nei tribunali di istruzione, potrebbe essere richiesto il pagamento di un legame con il reclamante e deve essere sostenuto da un pubblico ministero e da un avvocato.

È conosciuta come la causa per l'investitura, infine, per un conflitto che ebbe luogo tra il 1073 e il 1122 e che coinvolse i papi e i re cristiani. Lo scontro è stato innescato dalla concessione di benefici e dalla consegna di titoli ecclesiastici.

Raccomandato
  • definizione: grande

    grande

    Grande è un termine che deriva dalla parola latina grandis . È un aggettivo che, nel primo significato menzionato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario, si riferisce a ciò che eccede in grandezza, rilevanza, ecc. a ciò che è normale o comune . Supponiamo che, in una certa città , un edificio medio abbia cinque piani o piani. Se u
  • definizione: insicurezza

    insicurezza

    Il dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) definisce l' insicurezza come mancanza di sicurezza . Questo concetto, derivato dal latino securĭtas , si riferisce a ciò che è privo di pericolo, danno o rischio, o che è vero, fermo e indubitabile. Più esattamente possiamo determinare che questa parola, a partire dalla sua origine etimologica latina, è costituita dall'unione di più parti: il prefisso - in cui è equivalente alla negazione, la parola che può essere tradotta come "separata", il curus che è sinonimo di "Cura" e infine il suffisso - papà che equivale a &qu
  • definizione: cassero

    cassero

    Il termine latino castra , che può essere tradotto come "campo" , venne in arabo classico e poi in arabo ispanico prima di apparire nella nostra lingua come fortezza . Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), una fortezza è una struttura fortificata o la dimora di un principe .
  • definizione: psicologia clinica

    psicologia clinica

    Per capire il significato della psicologia clinica è importante stabilire innanzitutto l'origine etimologica delle due parole che danno forma al termine. Così, la prima parola, psicologia, emana dal greco dove possiamo vedere che è costituita dall'unione di due parti chiaramente delimitate: la psiche , che è sinonimo di "anima", e lodge , che può essere tradotto come "studio di". D&#
  • definizione: torpido

    torpido

    Aletargado è quello o quello che sperimenta un letargo . Questo concetto (letargia), nel frattempo, si riferisce al riposo , alla mancanza di attività , intorpidimento , sonnolenza o intorpidimento . Ad esempio: "La squadra tedesca sembrava letargica, lenta e senza esplosione" , "Il nuovo film del famoso cineasta annoiato a causa del suo ritmo letargico" , "L'attività economica è stata letargica: il governo è preoccupato per il possibile aumento dei licenziamenti" . La
  • definizione: chili

    chili

    Molte volte le confusioni sorgono quando si intende nominare i frutti delle piante che appartengono al genere Capsicum . Secondo la regione, possiamo trovare riferimenti a chili , pepe , peperoncino o morrón : in tutti i casi, l'idea si riferisce allo stesso frutto. Nel caso specifico del termine chili , viene dalla lingua taíno , parlata dai coloni precolombiani nel continente americano.