Definizione desiderare

Querer è un verbo che deriva dal latino quaerĕre e che significa "cerca di ottenere" . Il termine ha diversi usi e applicazioni. Volere è, ad esempio, avere amore o amare qualcuno o qualcosa : "Qualsiasi cosa tu faccia, ti amerò sempre", "Non hai idea di quanto amo il mio cane", "La prima volta che Ha detto che mi amava, ha cambiato il mio mondo . "

desiderare

In una ipotetica scala di affetto, desiderare è un sentimento meno profondo dell'amare. I membri delle coppie appena formate spesso dicono di amarsi, mentre, nel tempo e con il progredire della fiducia reciproca, parlano di amore .

Questo verbo si riferisce anche al desiderio o desiderio di qualcosa : "Voglio mangiare milanesas con patatine fritte", "Pedro mi ha detto che voleva finire il lavoro per tornare a casa presto", "Non voglio alcun regalo per il mio compleanno" .

È anche importante stabilire che esiste un'espressione colloquiale che fa uso del termine vuole. Ci riferiamo alla frase avverbiale "involontariamente". Con ciò, si intende esprimere una certa azione senza alcuna intenzione o premeditazione.

Un chiaro esempio dell'uso del significato di quell'espressione che abbiamo esposto sarebbe il seguente: "Pedro colpito in faccia senza volere che Felix faccia una svolta a braccia aperte".

Risolvi, determina, prova o fai finta di qualcosa e hai la volontà di eseguire qualcosa sono altre azioni che vengono chiamate con la parola voglio: "Voglio che sia così", "Non ho mai voluto che le cose finissero in questo modo" .

Nell'ambito di un gioco, volere è accettare un interesse : "Voglio valere quattro" (un'espressione del trucco).

Nell'ambito del cinema, dobbiamo sottolineare l'esistenza di un film che porta per titolo "Amar is not want". È un film messicano che è stato presentato per la prima volta nel 2011 sotto la direzione di Guillermo Barba. Adriana Louvier e Tony Dalton sono quelli che guidano il cast degli attori nella produzione che racconta come un uomo subisce un incidente che lo lascia in coma. Questa situazione viene usata da sua moglie per lavorare come volontaria in un centro con bambini malati di cancro dove incontrerà qualcuno molto speciale.

Il problema sorge quando il marito si riprende dal coma, ritorna alla coscienza e lui non la ricorda. Nonostante ciò, si innamorerà ancora di lei come la prima volta. Una situazione che costringerà il protagonista a decidere se tornare a vivere l'illusione dell'amore con il marito o iniziare un nuovo palcoscenico con una persona sconosciuta che è diventata parte del suo cuore di recente.

"Las cosas del querer", d'altra parte, è un film spagnolo che ha debuttato nel 1989 e ha avuto il ruolo principale di Ángela Molina e Manuel Bandera . Sei anni dopo è stato pubblicato il suo sequel ( "Las cosas del querer 2" ), con le esibizioni di Anabel Alonso e Antonio Valero .

Raccomandato
  • definizione: vaguada

    vaguada

    La prima cosa che dobbiamo sottolineare è l'origine etimologica del termine vaguada che ora ci occupa per arrivare prima della scoperta del suo significato. In questo caso, va sottolineato che deriva dal latino, da "vacuus" che può essere tradotto come "vuoto" e che viene, a sua volta, dal verbo "vacare", che è sinonimo di "essere vuoto". È
  • definizione: atto riflesso

    atto riflesso

    Un'azione riflessa è un movimento involontario che una persona fa in risposta a un determinato stimolo. Questi movimenti sono controllati dall'arco riflesso : una serie di strutture che fungono da intermediari tra il recettore sensoriale e l'effettore. È necessario differenziare, quindi, tra l' azione riflessa ( un'azione involontaria e stereotipata) e l'arco riflesso (le strutture che guidano le prestazioni dell'atto riflesso).
  • definizione: privilegio

    privilegio

    Privilegio possiamo dire che è un termine che, etimologicamente parlando, viene dal latino. "Privilegium" è, in particolare, la parola latina da cui emana, ed è formata dalla somma di tre componenti chiari: "privus", che è sinonimo di "privato"; "Legalis", che equivale a "relativo alla legge", e infine il suffisso "-ium", che può essere tradotto come "indicativo di relazione". Il
  • definizione: bicipite

    bicipite

    Il termine bicipite si riferisce, nel suo senso più generale, a qualcosa che ha due estremità o due teste . Il concetto è spesso usato nel campo dell'anatomia per nominare una coppia muscolare che, alla sua estremità superiore, ha due inserti o settori . Il muscolo bicipite brachiale si trova nel braccio, coprendo i muscoli anteriori brachiale e coracobranico. Ne
  • definizione: quintale

    quintale

    Per conoscere il significato del termine quintale, è necessario che, in primo luogo, sappiamo quale sia l'origine etimologica del termine. In questo senso, dobbiamo dire che è un po 'complicato, poiché deriva dall'arabo spagnolo "quintar", che a sua volta emana dalla "qantira" siriana. M
  • definizione: colorante

    colorante

    La tintura è l' atto e la conseguenza della tintura . Il termine, in base al contesto, può essere usato come sinonimo di colorazione o tintura . Ad esempio: "Tra mezz'ora il colorante sarà pronto" , "Mi piace la tintura rossa che hai usato" , "In diversi paesi la tintura ascellare è diventata di moda" . Il