Definizione esempio

Il termine esempio deriva dall'esempio latino e si riferisce a un fatto o comportamento che viene preso come modello da seguire o da evitare, in base al suo profilo positivo o negativo. Nel caso di essere una circostanza o un'azione che vale la pena imitare, l'applicazione della parola potrebbe essere data in una frase dello stile "è un esempio di padre", il che significa che la persona presa come esempio è un grande padre e dovrebbe essere imitata .

esempio

D'altra parte, l'aspetto dannoso di un esempio potrebbe portare a frasi come "non dovresti seguire il suo esempio", espresso in modo che qualcuno possa rendersi conto di quanto possano essere dannosi certi comportamenti o atteggiamenti.

D'altra parte, il concetto di esempio si riferisce anche al fatto, alla clausola o al testo che viene citato per supportare una certa affermazione o opinione . In questi casi, è consuetudine includere frasi come "in modo che non ci siano dubbi, citerò alcuni esempi", in modo che l'oratore inizi ad elencare casi che rafforzano le loro dichiarazioni o le dimostrano con altri dati.

Nell'ambito dell'applicazione di questo termine non possiamo non menzionare la nota espressione "per esempio", una risorsa che viene utilizzata per incorporare un test o un chiarimento all'interno di un testo . Allo stesso modo, "l'impostazione di un esempio" viene utilizzata nei casi in cui è previsto un modo di agire che inciti all'imitazione, come nel caso sopra menzionato del padre. Un altro uso della nozione di esempio in questo senso sarebbe: "Come portatore standard, devi dare l'esempio ai tuoi colleghi" (in modo che uno studente selezionato per portare la bandiera capisca l'importanza della sua distinzione e promuova un buon comportamento tra i suoi compagni di classe) .

Raccomandato
  • definizione popolare: fascio

    fascio

    Il concetto di raggio deriva dal latino biga , un termine che era usato per riferirsi al trasporto di un paio di cavalli. La trave, con 'v', consente di identificare il pezzo curvo (che può essere sia in ferro che in legno), presente nelle vecchie vetture con lo scopo di permettere il collegamento tra fronte e retro.
  • definizione popolare: decoder

    decoder

    Il concetto di decodificatore , che può anche essere definito un decodificatore , allude a ciò che decodifica (o decodifica). D'altra parte, il verbo decodificare fa riferimento all'applicazione inversa delle regole di un codice a un messaggio che è codificato per ottenere la sua forma originale. L
  • definizione popolare: distorsione

    distorsione

    La distorsione della parola del tardo latino è venuta nella nostra lingua come distorsione . Il concetto ha diversi significati: il primo menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) si riferisce a una svolta . Una distorsione, in questo senso, può riferirsi a una distorsione , una lussazione o un altro tipo di lesione fisica legata a un tratto improvviso, violento o forzato.
  • definizione popolare: rifiutare

    rifiutare

    Rifiutare è un verbo che deriva dalla parola latina refusare . Il termine si riferisce al rifiuto di accettare, accettare o ammettere qualcosa . Per esempio: "Mi rifiuterò di testimoniare fino all'arrivo del mio avvocato" , "Bruno ha fatto una proposta a Gustavo che era impossibile rifiutare" , "Il governo sta cercando scuse per poter rifiutare le nuove affiliazioni" .
  • definizione popolare: argilla

    argilla

    Prima di procedere alla conoscenza del significato del termine argilla, dobbiamo intraprendere l'istituzione della sua origine etimologica. In questo caso, dobbiamo determinare che deriva dal latino, esattamente, della parola "argilla", che può essere tradotto come "argilla da vasaio".
  • definizione popolare: centromero

    centromero

    Il centromero è l' area più stretta dei cromosomi , la cui posizione è caratteristica in ciascuna delle coppie. Va ricordato che un cromosoma è una struttura cellulare che ospita l'acido desossiribonucleico ( DNA ). I cromosomi hanno due braccia , distanziati dal centromero; uno di loro è chiamato q ed è lungo, mentre quello corto è chiamato p . Secon