Definizione killer whale

L' orca è un animale marino che vive in vari mari del pianeta. Appartiene all'ordine dei cetacei e del genere Orcinus, di cui è l'unica specie esistente. La più grande orca può misurare circa 10 metri, con una coda che supera un metro di larghezza e le pinne anche di grandi dimensioni.

killer whale

Nel discorso colloquiale, l'orca viene spesso definita la "killer whale" ; tuttavia, questa nomina è una conseguenza della disinformazione e una cattiva traduzione che è stata fatta nel diciottesimo secolo sul modo in cui i balenieri li chiamavano. Erano chiamati "assassini di balene", proprio perché erano quasi uno degli unici predatori di questo altro grande cetaceo.

Le orche hanno una ventina di denti per mascella, che consente loro di nutrirsi di prede diverse. Possono mangiare balene, squali, tartarughe marine, foche, tonni e salmoni, tra le altre specie. Ci sono persino orche assassine che cacciano alci e cervi quando si avvicinano alla costa. Tuttavia, è importante chiarire che questo non significa che tutte le orche mangiano tutto, ogni gruppo dipende dal suo habitat e la sua cultura si nutre di certe specie.

Diverse famiglie di orche

Le orche, anche se sembrano tutte uguali, hanno caratteristiche ben precise a seconda del gruppo a cui appartengono . Esiste quindi una classificazione che li divide in pedoni (sono raggruppati in piccole mandrie e si muovono quasi costantemente, facendo migrazioni lunghe e costanti), residenti (abitano abitualmente nella stessa regione quasi tutto l'anno) e marini (vivono lontano da la costa e migrare quando fa la sua preda, di solito le scuole).

Le famiglie sono guidate da una donna che funge da capo e madre del gruppo (la grande matriarca). Generalmente i gruppi non superano dieci individui e tendono a rimanere stabili nel tempo data la grande longevità della specie (può raggiungere i 100 anni).

Altre differenze che esistono tra i gruppi, oltre al tipo di cibo, è la lingua . Le orche hanno un dialetto che permette loro di comunicare a grandi distanze con le persone della loro famiglia.

Orche in cattività

Le orche sono animali che nuotano in media 100 km al giorno, che hanno un rituale di caccia e che amano giocare con il loro gruppo. In un oceanario ci sono orche appartenenti a famiglie diverse, con cultura e lingua diverse, questo rende la convivenza in questi luoghi estremamente stressante per loro e in molti casi subiscono molestie e ogni tipo di abuso .

killer whale D'altra parte, il confinamento negli stagni (che nella maggior parte dei casi non raggiunge nemmeno il minimo di misure normative) li rende apatici e infelici . Infatti, non solo le orche in cattività vivono meno della metà del tempo in cui vivrebbero in libertà, ma anche mentre lo fanno mostrano evidenti problemi di stress e atrofia fisica.

Recentemente, è stato lanciato un film intitolato Blackfish, che implica uno studio senza precedenti del crimine che detiene (e questo termine è valido) mantenendo questi animali prigionieri. Ci sono anche molte organizzazioni che combattono quotidianamente per il rilascio di tutte le orche in cattività .

Tra le cose che sono lasciate in evidenza in quel documentario ne prenderemo due molto importanti.

1) Per le orche il gruppo a cui appartengono è importante ; sentono uno stretto grado di vicinanza. Svolgono tutti i compiti insieme, si prendono cura di se stessi quando uno di loro si ammala, aiuta a crescere i propri figli e difende chiunque nel proprio gruppo potrebbe essere in pericolo. Le orche in cattività emettono un pianto persistente per anni, nel tentativo di raggiungere le orecchie dei loro parenti, e galleggiano in quegli stagni come petali senza vita.

2) In uno stato di libertà, non sono stati registrati attacchi di orca sugli umani. In cattività il comportamento è abbastanza diverso; privati ​​dell'istinto di caccia, gli orchi sono confusi e diventano aggressivi e paurosi di tutto. La prigionia porta via la loro vita e si sentono frustrati e agiscono difensivamente .

Raccomandato
  • definizione popolare: pensiero

    pensiero

    Secondo la definizione teorica, il pensiero è ciò che è portato alla realtà attraverso l'attività intellettuale . Pertanto, si può dire che i pensieri sono prodotti elaborati dalla mente , che possono apparire dai processi razionali dell'intelletto o dalle astrazioni dell'immaginazione . Il p
  • definizione popolare: qualità

    qualità

    Le qualità sono le caratteristiche che contraddistinguono e definiscono le persone , gli esseri viventi in generale e le cose. Il termine deriva dalla qualità latina e consente di riferirsi al modo di essere di qualcuno o qualcosa. Una qualità può essere una caratteristica naturale e innata o qualcosa acquisito con il passare del tempo . Qu
  • definizione popolare: logo

    logo

    Un logo è un simbolo che consente l' identificazione di un marchio, un'azienda, un'organizzazione o un prodotto . Conosciuto come logo nel linguaggio colloquiale, è una rappresentazione grafica . Ad esempio: "L'azienda farmaceutica ha presentato il suo nuovo logo in occasione di un evento tenutosi presso l'Hotel Presidente" , "Il comune ha lanciato un concorso per la creazione di un logo" , "Il produttore ha deciso di recuperare il suo vecchio logo per l'uso nel nuovissimo modello di maglia della squadra nazionale di calcio " .
  • definizione popolare: premio

    premio

    Il premio è un concetto che viene utilizzato nel campo del diritto per nominare una risoluzione emessa da un arbitro o un compoundatore amichevole che consente di risolvere una controversia tra due o più parti. La decisione dell'arbitro può essere paragonata alla sentenza dettata da un giudice , sebbene la giurisdizione del giudice sia stabilita dalla legge e la giurisdizione dell'arbitro sia nell'autonomia della volontà. Ci
  • definizione popolare: rielezione

    rielezione

    La rielezione è l' azione e il risultato della rielezione . Questo verbo si riferisce alla scelta di qualcosa di nuovo . L'uso del termine, comunque, è associato all'ambito della politica . La rielezione, in questo senso, consiste nel tornare a votare a un funzionario affinché continui a occupare la stessa posizione. I
  • definizione popolare: suffisso

    suffisso

    La parola latina suffixus deriva in suffisso , un concetto che viene usato in grammatica per denominare l' affisso che viene aggiunto alla fine di una parola . Un affisso, d'altra parte, è una sequenza linguistica che altera il significato di un termine. Suffissi, quindi, sono affissi che vengono posticipati, a differenza dei prefissi (che vengono posti prima della parola).