Definizione gerarchia

Nel greco è dove troviamo l'origine etimologica della parola gerarchia. Quindi possiamo vedere, in modo esatto, che emana dalla parola gerarchia, che è il risultato della somma di due termini: hieros, che può essere tradotto come "sacro" e arkhei, che è sinonimo di "ordine".

gerarchia

La gerarchia è un ordine di elementi in base al loro valore . Si tratta della gradazione di persone, animali o oggetti secondo criteri di classe, tipologia, categoria o altro argomento che consente di sviluppare un sistema di classificazione.

La gerarchia, quindi, assume un ordine discendente o ascendente. Il concetto è solitamente associato al potere, che è la capacità di fare qualcosa o il dominio da comandare. Chi occupa le posizioni più alte della scala gerarchica, ha potere sugli altri.

Le aziende sono organizzazioni gerarchiche. In una struttura semplificata, il proprietario è colui che occupa il posto più alto nella gerarchia: nessuno prende decisioni senza il suo consenso. Dietro ci sono i manager, i capi delle divisioni e infine i dipendenti senza nessuno in carica. Queste divisioni gerarchiche presuppongono che coloro che appartengono alle categorie inferiori debbano obbedire ai loro superiori.

Esistono molti tipi diversi di gerarchie. Ad esempio, c'è quella che è conosciuta come la gerarchia ecclesiastica, che è quella che viene a stabilire quale sia l'ordine rispetto alle posizioni che esistono all'interno della Chiesa. Così, nel caso del cattolico troviamo che questa gerarchia è composta dai seguenti gradi: papa, cardinale, arcivescovo, vescovo, vicario, monsignore, canonico, parroco ...

In questo senso, troveremmo anche la cosiddetta gerarchia angelica. Un termine che, in particolare, arriva a determinare l'ordine che, secondo i passaggi della Bibbia, occupano i vari cori di angeli che esistono.

Allo stesso modo, c'è anche la cosiddetta gerarchia militare, che è ciò che rende chiaro l'ordine e l'importanza dei ranghi che esistono nell'esercito. Ciò significa che possiamo parlare di capitani, generali, luogotenenti, colonnello, comandante, capitano, tenente, sottufficiale, sergente, brigata, caporale o soldato, tra molti altri esempi.

In questa linea, potremmo anche chiarire l'esistenza di quella che è nota come la gerarchia dell'equipaggio che è quella che determina la posizione e il potere delle diverse persone che navigano su una data nave. Tra di loro avremmo incontrato i marinai o gli ufficiali, tra gli altri.

Anche il governo di uno stato ha un'organizzazione gerarchica, sebbene sia sfumata dall'obbligo di rispettare le varie norme e procedure costituzionali. In una repubblica presidenzialista, il presidente è colui che ordina i ministri; questi, a loro volta, possono inviare i segretari.

Nel mondo animale, la gerarchia viene di solito stabilita attraverso la forza e l'aggressività. Gli animali più forti riescono a stabilire un ordine di dominio su altri individui della stessa specie, che accettano questa gerarchia di relazioni.

La gerarchia, infine, è usata come sinonimo di valore nel linguaggio quotidiano: "Tutte le squadre hanno bisogno di giocatori di quella gerarchia", "Un pittore di questa gerarchia non può esibire ogni tre o quattro anni" .

Raccomandato
  • definizione: stampa

    stampa

    La stampa è un concetto che si riferisce al numero di copie stampate in una determinata edizione . La nozione, detta anche come tiratura , viene utilizzata rispetto a ciò che viene stampato. Supponiamo che un editoriale decida di stampare 20.000 copie di un romanzo. L'edizione di questa edizione, quindi, sarà di 20.00
  • definizione: politica

    politica

    La politica è un'attività orientata ideologicamente al processo decisionale di un gruppo per raggiungere determinati obiettivi. Può anche essere definito come un modo per esercitare il potere con l'intenzione di risolvere o minimizzare lo scontro tra gli interessi in conflitto che si verificano all'interno di una società. L&
  • definizione: storiografia

    storiografia

    La storiografia è la disciplina centrata sull'analisi della storia . È una serie di teorie e tecniche collegate allo studio e all'interpretazione di fatti storici. Il concetto di storiografia è anche usato per denominare il gruppo formato da opere di natura storica e lo studio critico e bibliografico di testi che ruotano attorno alla storia. È
  • definizione: cambi

    cambi

    L'uso più comune del termine valuta è legato a una valuta straniera . Il suo significato, quindi, dipende dalla posizione dell'altoparlante. In Argentina , Cile e Uruguay , per citare tre casi, il dollaro è una valuta. Negli Stati Uniti , d'altra parte, non lo è, dal momento che è la sua valuta nazionale. Ciò
  • definizione: ovulazione

    ovulazione

    L'ovulazione è la maturazione di un ovulo nell'ovaio o l' espulsione di una o più ovaie dall'ovaio , sia spontaneamente che indotta . Le donne ovulano ogni una media di quattordici giorni, dopo il primo giorno delle mestruazioni . Questo periodo, tuttavia, non è esatto poiché dipende dalla durata del ciclo mestruale di ciascuna persona. È
  • definizione: ritorno

    ritorno

    Dal latino devolutĭo , il ritorno è l' azione e l'effetto del ritorno . Questo verbo fa menzione di restituire qualcosa al suo stato precedente ; ripristinare qualcosa alla persona che lo aveva prima; corrisponde ad un favore; o rifiutare un ordine o una richiesta per non rispondere a quanto previsto Ad esempio: "Dobbiamo restituire la merce difettosa il prima possibile" , "Il venditore mi ha risposto di non accettare resi" , "Se non sei soddisfatto del prodotto, chiama e organizza il tuo reso" .