Definizione cataclisma

L'origine etimologica del cataclisma si trova nella parola greca kataklysmós, che può essere tradotta come "alluvione" . Questo termine greco derivava dal cataclisma latino, che arrivò alla nostra lingua come cataclisma.

cataclisma

Il primo significato menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) afferma che un cataclisma è una catastrofe di grande portata generata da un'alluvione o da qualche altro tipo di fenomeno naturale. Ad esempio: "L'esondazione del fiume Regallotu ha causato un cataclisma nella città", "L'eruzione del vulcano è stata un cataclisma che ha causato oltre duemila morti", "Nel XVIII secolo ci fu un terremoto che generò un cataclisma nella città" .

Sebbene ci siano molti cataclismi che hanno avuto luogo nel corso della storia, si ritiene che i più importanti a causa delle loro dimensioni o delle conseguenze che hanno portato siano alcuni di questi:
- Lo tsunami e il terremoto verificatisi nell'Oceano Indiano nel 2004. E quel terremoto sottomarino che ha avuto origine sulla costa di Sumatra ha raggiunto una tale grandezza che ha fatto vibrare la terra. Ha causato la morte di oltre 280.000 persone e causato una grande devastazione in molti paesi.
-Il terremoto di Shaanxi. Nell'anno 1556 ebbe luogo questo cataclisma, che ebbe luogo in Cina. È considerato quello che ha causato il maggior numero di morti nel corso della storia, poiché ha portato alla morte di oltre 830.000 persone. Ha raggiunto 8 gradi di magnitudo e ha colpito anche i luoghi che erano a 500 chilometri dal suo epicentro.
-L'eruzione del vulcano Toba. Nel lago Toba, che si trova nella summit di Sumatra, è avvenuta l'eruzione esplosiva considerata la più importante degli ultimi 27 milioni di anni. Nello specifico, è avvenuto circa 69.000 - 77.000 anni fa.
-Il Grande Uragano del 1780. In questo anno si verificò questo cataclisma, che è considerato il primo del suo genere ad avere documentazione e più morti portati con sé. In Barbados, Martinica e Sint Eustatius hanno avuto luogo lo stesso che ha causato la morte di circa 22.000 persone.

A volte l' idea del cataclisma viene usata per alludere ad un profondo cambiamento in un biotipo (una regione con le condizioni ambientali necessarie per lo sviluppo, la sussistenza e la riproduzione di un insieme di fauna e flora). Si stima che la scomparsa dei dinosauri sia dovuta a un cataclisma causato, probabilmente, dalla caduta di un meteorite.

Anche il cataclisma è chiamato una profonda confusione dell'ordine politico o sociale : "Il cataclisma generato dalle dimissioni del presidente e di tutti i suoi ministri ha portato a un'ondata di violenza", "La rivoluzione socialista è stata un cataclisma per la società", "The il recupero delle istituzioni democratiche dopo il cataclisma provocato dal colpo di stato durò diversi anni .

Un evento che modifica profondamente la vita quotidiana, infine, può essere chiamato cataclisma: "La morte di mio padre quando ero solo un bambino fu un cataclisma per la mia famiglia", "L'incendio distrusse la casa di Gustavo e provocò un cataclisma" .

Raccomandato
  • definizione: androgino

    androgino

    L'etimologia dell'androgino ci porta prima alla lingua latina e poi alla lingua greca, dove proviene da una parola composta che combina le nozioni di "maschio" e "femmina" . Il primo significato del termine menzionato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario, in questo contesto, allude all'aggettivo ermafrodita : ha entrambi i sessi
  • definizione: incessante

    incessante

    L' aggettivo incessante è usato per descrivere ciò che non si ferma : cioè, non si ferma, si ferma o si interrompe . Il termine è anche usato per riferirsi a ciò che viene ripetuto o ripetuto frequentemente . Ad esempio: "La violenza politica nel paese centroamericano è incessante e causa grande preoccupazione a livello internazionale" , "Il club inglese continua la sua incessante ricerca di rinforzi per affrontare la prossima stagione" , "Un rumore incessante proveniente dalla casa la porta accanto mi ha impedito di dormire . &quo
  • definizione: delegato

    delegato

    Delegato è un termine che ha la sua origine nella parola latina delegāre . Questa parola latina, che può essere tradotta come "inviare qualcuno in modo legale", è il risultato della somma di diverse parti chiaramente delimitate: il prefisso "de" -, che significa "dall'alto verso il basso"; il verbo "lex", che è sinonimo di "legge", e il suffisso - "ar". Il
  • definizione: protocollo

    protocollo

    Una revisione dell'etimologia del termine protocollo ci porta immediatamente al protocollum , una parola latina. Questo, a sua volta, deriva da un concetto di lingua greca. In particolare, emana dalla parola greca "protokollon", che è il risultato della somma di due elementi diversi: "protos", che può essere tradotto come "primo" e "kollea", che è sinonimo di "colla" o "cola" ". L
  • definizione: dizione

    dizione

    In latino è dove possiamo trovare l'origine etimologica della parola dizione che ora ci occupa. Più esattamente emana da "dictio", che è il risultato della somma dei seguenti componenti: • Il verbo "dicare", che può essere tradotto come "say". • Il suffisso "-ción", che viene utilizzato per esprimere "azione ed effetto". Il modo
  • definizione: programma sorgente

    programma sorgente

    Il programma sorgente è una nozione utilizzata come sinonimo di codice sorgente . Sono le istruzioni che un programma per computer trasmette a un computer in modo che possa essere eseguito. Queste istruzioni sono linee di testo scritte in un linguaggio di programmazione (una struttura in grado di impartire istruzioni informatiche da una specifica base semantica e sintattica).