Definizione silenzio

Il silenzio viene dal silenzio latino e si riferisce all'astensione dal parlare o all'assenza di rumore . Il silenzio è anche una risorsa paraverale che può essere utilizzata nel mezzo di una comunicazione .

silenzio

Nel mezzo di una conversazione, il silenzio può avere significati diversi, ad esempio essere parte della normale punteggiatura di una frase o avere un carico drammatico. In questo senso, possiamo distinguere tra silenzio oggettivo (assenza di suono senza un'altra connotazione) e silenzio soggettivo (la pausa riflessiva o svolta per accentuare ciò che è stato detto prima o dopo).

Ad esempio: "Dopo diversi minuti di monologo, Lopez fece un profondo silenzio e alla fine comunicò la sua decisione: 'Mi dimetto, sto lasciando la compagnia'", "Maria la stava urlando quando, improvvisamente, cadde in silenzio per un dolore al petto . "

Il silenzio, d'altra parte, può essere la diminuzione o la mancanza di rumore in un determinato ambiente o momento : "Il silenzio della notte spaventava la giovane donna", "Mio padre diceva sempre che non c'è niente di più rilassante del silenzio di la montagna . "

Oltre a tutto ciò dovremmo sottolineare il fatto che esiste una serie di espressioni che usiamo in modo colloquiale e che fanno uso del termine in questione. Questo sarebbe il caso, per esempio, della frase avverbiale "in silenzio", che è usata per esprimere che qualcosa è stato fatto senza fare alcun tipo di reclamo.

Allo stesso modo, c'è anche la frase verbale "imporre a qualcuno il silenzio". Con ciò, ciò che si cerca di determinare è che una persona o un'istituzione costringe un altro a tacere oa mantenere certi sentimenti per se stessi.

In questo senso, dovremmo evidenziare l'esistenza della cosiddetta legge del silenzio. Questa non è una norma legislativa in quanto tale, ma una procedura carceraria che è stata condotta in diverse carceri, come Alcatraz, come metodo di tortura psicologica.

Nello specifico, questa legge stabiliva che i prigionieri dovevano stare in silenzio per 24 ore al giorno e non potevano parlare tra loro. In questo modo, chiunque abbia rotto quell'obbligo doveva essere sottoposto a una serie di punizioni importanti.

Simile ma diverso è il caso di alcuni religiosi, in particolare quelli di chiusura. Questi di solito appartengono agli ordini di chiusura che sono quelli in cui è stabilito che le loro sorelle sono chiuse in un convento dove il silenzio deve regnare in ogni momento e dove è vietato l'ingresso di persone da fuori.

Nel campo della musica, il silenzio è un segno che indica la durata di una pausa . Tutte le note musicali hanno il loro silenzio, i cui valori corrispondono alla durata di ogni nota. È possibile definire il silenzio come una nota che non viene eseguita.

Altri usi del concetto di silenzio sono legati all'omissione o alla mancanza di qualcosa per iscritto e alla passività delle autorità prima di una richiesta del potere giudiziario : "Il silenzio della stampa contro i fatti della corruzione ha sorpreso alcuni settori della popolazione" .

Raccomandato
  • definizione: linee guida

    linee guida

    Una direttiva è una regola o un'istruzione che viene presa in considerazione per fare qualcosa. Riguarda anche cosa determina come qualcosa verrà prodotto. Le linee guida, quindi, pongono le basi per lo sviluppo di un'attività o di un progetto . Ad esempio: "L'allenatore ha dato al capitano le linee guida per la squadra per giocare nel campo avversario" , "Il manager incontra il proprietario della compagnia per determinare le linee guida da seguire" , "Senza linee guida, questa organizzazione non sarà mai in grado di soddisfare con i tuoi obiettivi . &q
  • definizione: TV

    TV

    La televisione è un sistema di trasmissione di immagini e suoni a distanza attraverso le onde di Hertz. Nel caso della televisione via cavo , la trasmissione avviene tramite una rete specializzata. La nozione di televisione è emersa con la combinazione della parola greca tele ( "distanza" ) e il termine latino visio ( "visione" ).
  • definizione: piena occupazione

    piena occupazione

    Full è un aggettivo che può essere usato per nominare qualcosa che è completo o pieno . L'occupazione , d'altra parte, è un termine che viene usato con riferimento al lavoro o al commercio . La nozione di piena occupazione è stata sviluppata nel campo dell'economia per menzionare la situazione in cui tutte le persone in età lavorativa e che vogliono lavorare hanno un lavoro. La p
  • definizione: attribuzione

    attribuzione

    Se analizziamo l'etimologia del termine attribuzione , dobbiamo affrontare la lingua latina e la sua parola attributio . Si chiama attribuzione all'atto di attribuzione : indica la competenza di qualcosa, assegna qualità o proprietà a una cosa oa qualcuno. L' idea di attribuzione viene solitamente utilizzata in relazione alle facoltà disponibili per un'entità in base ai regolamenti che regolano il suo funzionamento. Ad
  • definizione: porcellana

    porcellana

    Originaria di un termine italiano, la porcellana è una sorta di fine porcellana inventata in Cina tra il VII e l' VIII secolo . È un prodotto ceramico solitamente bianco, traslucido, compatto e duro. La pasta che compone la porcellana ha quarzo (un materiale molto abbondante sulla superficie terrestre), caolino (minerale sedimentario) e feldspato (che appare nella maggior parte delle rocce della crosta).
  • definizione: geranio

    geranio

    La parola greca geranion deriva nel termine latino geranĭon , che al castigliano arrivò come geranio . Questo è il nome dato alla pianta che integra il gruppo familiare di gerani , che a loro volta appartengono alle angiosperme . A causa delle loro caratteristiche, i gerani sono sia angiosperme (i loro carpelli costituiscono un'ovaia che contiene gli ovuli) e fanerógamos (i loro organi di riproduzione possono essere visti nella forma di un fiore , dove si sviluppa la fecondazione) e dicotiledoni (il loro embrione ha due cotiledoni). Qu