Definizione agnostico

Per capire il significato del termine agnostico, la prima cosa che dobbiamo spiegare è che è una parola che deriva dal greco. In particolare, è il risultato della somma di diverse componenti di quella lingua:
-Il prefisso "a-", che viene tradotto come "senza".
-Il nome "gnosi", che significa "conoscenza".
-Il suffisso "-tikos", che viene utilizzato per indicare "relativo a".

agnostico

Si ritiene che il termine agnosticismo in quanto tale sia stato creato dal biologo inglese Thomas Henry Huxley (1825-1895). Nello specifico, l'ha coniato nel 1869, anche se ci sono teorie che stabiliscono che forse lo stesso, sebbene il termine non esistesse in quanto tale, era opera di altri autori precedenti. Quindi, è determinato che le origini agnostiche possono già essere trovate in figure rilevanti come ad esempio Protagora.

L'agnostico è un aggettivo che qualifica ciò che è collegato all'agnosticismo : una posizione filosofica che sostiene che le domande divine e ciò che va oltre l'esperienza sfuggono alla comprensione degli esseri umani. Gli individui agnostici, quindi, affermano che il divino non è accessibile alla comprensione del popolo .

Gli agnostici, nel senso più ampio, credono che certe affermazioni non possano essere analizzate dai valori della veridicità . Secondo la logica, qualcosa può essere vero o falso. Per gli agnostici, le espressioni legate a temi metafisici e religiosi non possono essere considerate perché non sono conoscibili.

La solita cosa è che l'agnosticismo è dichiarato dalla riflessione sull'esistenza o meno di Dio. L'agnostico sostiene di non essere in grado di affermare l'esistenza di Dio, ma nemmeno di negarlo : ciò che fa è lasciare la credenza in sospeso poiché l'esistenza di Dio non è suscettibile di considerazione secondo criteri di veridicità e falsità. In altre parole: l'esistenza o inesistenza di Dio sfugge alla comprensione dell'essere umano .

Questa posizione è diversa da quella detenuta dagli atei . Coloro che difendono l' ateismo non credono nell'esistenza di Dio . In alcuni casi parliamo di atei agnostici perché non credono nell'esistenza di Dio ma riconoscono di non essere in grado di sapere se, in effetti, esiste una divinità.

Ci sono quelli che sono qualificati, d'altra parte, come deboli agnostici . Questi soggetti credono, al momento, che l'esistenza di Dio sia al di là della comprensione umana, sebbene lascino aperta la possibilità che questo giudizio cambierà in futuro da nuove prove.

Allo stesso modo, non possiamo ignorare l'esistenza di altri tipi di agnosticismo come il seguente:
- L'agnostico forte o rigoroso, che viene a chiarire che né lui né altre persone possono sapere se c'è o no una divinità.
-Il teismo agnostico, che è caratterizzato perché afferma di non conoscere l'esistenza di una divinità ma, comunque, ci crede.
- L'agnosticismo pragmatico. Risponde anche al nome di pragmatico e non dà importanza all'esistenza o meno di una divinità, perché considera che anche se esistesse sarebbe indifferente al benessere dell'essere umano e dell'universo in generale.

Raccomandato
  • definizione: premio

    premio

    Dal latino praemium , un premio è una distinzione , un premio o una ricompensa che viene data a qualcuno per qualche merito o servizio. Di solito è un compenso in riconoscimento di uno sforzo o di un risultato . Ad esempio: "Il cantante inglese ha ricevuto un premio per la sua carriera ed è stato acclamato da migliaia di persone" , "Mario Vargas Llosa ha vinto il Premio Nobel per la letteratura nel 2010" , "Le autorità hanno deciso di dare un premio al bambino con la media più alta tra tutte le scuole della città , "" Il poeta ha rifiutato di accettare il prem
  • definizione: vicinanza

    vicinanza

    L'immediatezza è immediatamente la qualità. Questo aggettivo , che viene dal latino immediatus , permette di riferirsi a ciò che accade immediatamente (senza alcun tipo di ritardo) o che è molto vicino o contiguo a qualcosa o qualcuno . La nozione di ambiente viene spesso utilizzata in riferimento alla vicinanza di un luogo . Ad
  • definizione: tesi

    tesi

    La tesi viene dalla tesi latina che, a sua volta, deriva da una parola greca. È una proposizione o una conclusione che viene mantenuta con il ragionamento . La tesi è una dichiarazione di veridicità argomentata o giustificata la cui legittimità dipende da ciascuna area. Ciò significa che una tesi personale su un argomento non è la stessa di una tesi scientifica . Nell
  • definizione: zombie

    zombie

    Zombie è un termine nella lingua inglese che, nella nostra lingua, è tradotto come uno zombi . È un cadavere che, attraverso una sorta di incantesimo, è stato rianimato . Uno zombie, quindi, è un morto vivente . Sebbene il concetto possa essere usato con più sfumature, di solito è usato in riferimento al defunto che è stato resuscitato da un elemento magico e che obbedisce agli ordini di colui che lo ha resuscitato. Questo
  • definizione: appropriazione

    appropriazione

    In latino è dove si trova l'origine etimologica del termine appropriazione. In particolare, possiamo determinare ciò che deriva dal verbo "appropiare". Questo è diviso in diverse parti chiaramente delimitate: -Il prefisso "ad-", che significa "verso". -L'elemento "pro", che equivale a "a favore". -
  • definizione: delta

    delta

    Delta è la quarta lettera dell'alfabeto greco , dopo alfa , beta e gamma . Questa lettera corrisponde a D nell'alfabeto latino. Per somiglianza con la forma della lettera delta maiuscola, il delta è noto come la terra che si trova tra le braccia di un fiume alla sua bocca . Ad esempio: "Mio nonno ha una casa nel delta del fiume Paraná" , "La flora e la fauna del delta di questo fiume è molto varia" , "Le barche sono arrivate e attraversate il delta sotto il meraviglioso sole di gennaio" . Un