Definizione coercitivo

Il termine latino coactus, che può essere tradotto come "impulso", deriva nel termine coercitivo . Questo aggettivo è usato per descrivere quello o quello che sviluppa una coercizione o che è una conseguenza di esso.

coercitivo

Ad esempio: "La polizia indaga su un rapimento coercitivo che ha come vittima un imprenditore alberghiero", "Lo Stato deve eseguire con successo le accuse coercitive se cerca di bilanciare i suoi conti", "Se necessario, il governo farà appello alla forza coercitiva per garantire la libera circolazione dei cittadini attraverso le strade pubbliche " .

Nel diritto penale, si chiama rapimento coercitivo al crimine che comporta la privazione della libertà di un individuo con l'intenzione di costringere la vittima o un'altra persona a fare o non fare qualcosa contro la propria volontà, essendo quella coercizione lo scopo del rapimento . Questo crimine è anche noto come privazione della libertà condizionata forzata .

È essenziale che ci sia un obiettivo nel comportamento del rapitore, che la legge di solito chiama "il soggetto attivo", quindi possiamo parlare di rapimento coercitivo . Ad esempio, lo scopo potrebbe essere quello di indurre la persona rapita o una terza parte ad agire in un certo modo.

D'altra parte, il soggetto attivo può avere l' intenzione di sottoporre la vittima o un terzo a qualcosa, cioè in questo caso non è prevista una risposta diretta ma indiretta, anche se il crimine colpisce sempre la libertà della persona rapita .

Questo tipo di rapimento ha una sfumatura di tipo volitivo in quanto il rapitore impone la propria volontà alla vittima in modo coercitivo. È importante notare che il crimine è stabilito indipendentemente dal fatto che lo scopo del soggetto attivo sia raggiunto o meno, anche se se viene raggiunto, la circostanza viene considerata come una circostanza aggravante.

Una collezione coercitiva, d'altra parte, è un potere che viene attribuito a un ente pubblico in modo che possa rendere effettiva la riscossione di un obbligo che un cittadino ha, senza la necessità che il potere giudiziario agisca. Quindi l'organismo diventa un giudice e una parte del processo in questione. La collezione coercitiva, in questo modo, suppone un pagamento forzato.

In altre parole, la raccolta coercitiva è una procedura speciale che dà all'Amministrazione il potere di esigere pagamenti a loro favore direttamente. Oltre agli obblighi fiscali, questa procedura consente la raccolta di risorse e il modo per realizzarlo può essere la vendita delle proprietà del debitore in un'asta pubblica una volta che ha volontariamente ignorato l'obbligo di pagamento, e o perché non ha i soldi necessari o perché rifiuta.

Per quanto riguarda la procedura stessa, la raccolta coercitiva inizia quando il Giudice delle esecuzioni fiscali concede l'approvazione per mezzo di un atto amministrativo noto come ordine di pagamento . Una volta fatto questo, il contravene riceve un ordine di pagamento contro di lui in modo tale che è tenuto a cancellare l'importo dovuto, insieme ad alcuni aggregati, come gli interessi di mora e i costi del processo.

In un senso simile, si dice che le tasse e i tributi siano coercitivi . Lo Stato impone unilateralmente un obbligo di pagamento che il cittadino, che sia d'accordo o meno, deve rispettare per evitare di incorrere in una violazione della legge. Se lo Stato stabilisce una tassa annuale del 3% sul valore fiscale di una proprietà come una tassa di proprietà, ad esempio, tutti i proprietari devono pagarla poiché questa imposta sarà coercitiva.

Raccomandato
  • definizione: hacendoso

    hacendoso

    L' aggettivo industrioso viene utilizzato per qualificare l'individuo che sviluppa compiti domestici con diligenza e buona predisposizione . Può anche essere qualcuno disposto a fare favori o fornire un servizio tempestivamente ed efficacemente . Ad esempio: "Ho sposato un uomo molto industrioso, quindi condividiamo sempre gli obblighi a casa " , "Secondo gli psicologi, le persone laboriose si sentono piene " , "Ho bisogno di assumere un dipendente responsabile e industrioso per aiutarmi a la compagnia .
  • definizione: epilessia

    epilessia

    Dal termine latino epilessia , che a sua volta deriva da un concetto greco, l' epilessia è una malattia da malattia cronica che si caratterizza per apparire improvvisamente e generare movimenti convulsi , portando la persona a perdere conoscenza . Ad esempio: "Mio nipote soffre di epilessia ed è sotto trattamento" , "L'autista si è scontrato quando ha sofferto di una crisi epilettica nella sua auto" , "Quando una persona sperimenta un attacco di epilessia, devi cercare di evitare di ferire la testa ". L
  • definizione: afferente

    afferente

    L' aggettivo afferente ha la sua origine etimologica nella parola latina affrens . Nel senso più ampio, questo qualificatore si applica a ciò che si muove o porta qualcosa . La nozione viene solitamente utilizzata nel campo della biologia e dell'anatomia . Un afferente è una formazione la cui funzione è quella di trasmettere sostanze o energia da un settore del corpo a un altro più rilevante in questo contesto. Per
  • definizione: presagio

    presagio

    L'etimologia di Augusto ci porta alla lingua latina: augurium . Un augury è un segno o un sintomo di qualcosa di futuro. Il concetto è anche usato per nominare una previsione , una previsione o una previsione . Ad esempio: "La presenza di questi uccelli è di buon auspicio: suppongo che dovremmo essere vicini alla costa" , "L'augurio di un mese complicato per l'economia locale non è stato soddisfatto poiché non ci sono stati disordini importanti" , "L'arrivo di due nuove compagnie nella regione sono di buon auspicio " . Gli
  • definizione: domanda trabocchetto

    domanda trabocchetto

    La domanda che viene svolta con l'obiettivo di ricevere determinate informazioni è nota come una domanda . Quando chiede, la persona cerca di ottenere una risposta che gli permetta di soddisfare il suo dubbio. Capcioso , dal latino captiusus , è un aggettivo che si riferisce a qualcosa che è fallace o che cerca di confondere o ingannare. U
  • definizione: Pasqua

    Pasqua

    Il concetto di Pasqua ha un lungo viaggio etimologico: dall'ebraico è passato alla lingua greca, e da lì al latino fino a diventare Pasqua . È la denominazione di una festa che ha avuto origine ebraica e che, al momento, è la celebrazione più importante del cattolicesimo . Durante la Pasqua, che segna la fine della Settimana Santa , si celebra la risurrezione di Gesù Cristo . La d