Definizione furfante

L'etimologia di un cattivo ci porta a villanus, un termine latino. Questa parola, a sua volta, proviene da villa, che può essere intesa come "casa di campagna" . Quindi, il primo significato del dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) afferma che il cattivo è chi viveva in un villaggio e apparteneva allo stato piatto, a differenza degli hidalgos o dei nobili.

malvagio

Nonostante ciò, ci sono numerose teorie sul termine che ci riguarda. Quindi, c'è chi ritiene che il cattivo sia una parola creata nel Medioevo. Veniva usato per riferirsi a persone senza onore, senza un senso della moralità e anche in grado di commettere tutti i tipi di misfatti.

Le persone che vivevano nei villaggi, lontane dalle città, erano considerate anticamente ignoranti, rozze, rozze e rustiche . Per questo motivo, il cattivo cominciò ad essere usato come aggettivo con connotazioni negative che alludevano a quella mancanza di civiltà .

I cattivi, in questo senso, mancavano degli attributi della nobiltà e, secondo le classi dominanti, potevano commettere atti vili e disonorevoli . Per questo motivo, con il passare del tempo, il cattivo è diventato un aggettivo usato per qualificare persone che svolgono azioni dannose, dannose o indegne .

Il concetto appare attualmente nel campo della narrativa : il cattivo è il personaggio malvagio che si oppone all'eroe . Nelle storie di supereroi, telenovelas e film d' azione, per citarne solo alcune, ci sono sempre cattivi.

Prendi il caso di Batman . La giustizia che incarna Bruce Wayne (o, secondo la traduzione castigliano, Bruno Diaz ) spesso affronta diversi criminali per proteggere Gotham City ( Gotham City ). In questo contesto, The Joker ( The Joker ), The Penguin, Riddler ( The Riddle ) e Two Faces sono alcuni dei cattivi che compaiono nelle storie con protagonista Batman .

Tuttavia, ci sono molti esempi di criminali che sono nel mondo della letteratura o del cinema e hanno raggiunto lo stesso ruolo e anche più dei personaggi centrali che affrontano:
-Il supereroe Superman ha raccontato tutta la sua carriera con molti cattivi disposti a finirlo e prendere il controllo di Metropolis. Questo sarebbe il caso, per esempio, di Lex Luthor, Joker, Ultra-Humanity o General Zod.
-Spiderman, d'altra parte, ha anche contato su numerosi nemici che lo hanno costretto a darsi completamente per proteggere i suoi vicini. Tra questi ci sono The Chamaleon, Sandman, Mysterio, Kraven, Kingpin, Carnage, The Lizard, Venom, Dr. Octopus o Green Goblin.

Allo stesso modo, non possiamo dimenticare che uno dei più importanti agenti di polizia di tutti i tempi, come James Bond, ha anche nemici da combattere. Nel suo caso, quelli che hanno ottenuto maggiore rilevanza erano Goldfinger e Doctor No.

E che mi dici di Sherlock Holmes? Questo detective intelligente e accorto in numerose occasioni ha dovuto affrontare il cattivo Moriarty, che ha compiuto ogni tipo di azione criminale.

Raccomandato
  • definizione: hacendoso

    hacendoso

    L' aggettivo industrioso viene utilizzato per qualificare l'individuo che sviluppa compiti domestici con diligenza e buona predisposizione . Può anche essere qualcuno disposto a fare favori o fornire un servizio tempestivamente ed efficacemente . Ad esempio: "Ho sposato un uomo molto industrioso, quindi condividiamo sempre gli obblighi a casa " , "Secondo gli psicologi, le persone laboriose si sentono piene " , "Ho bisogno di assumere un dipendente responsabile e industrioso per aiutarmi a la compagnia .
  • definizione: epilessia

    epilessia

    Dal termine latino epilessia , che a sua volta deriva da un concetto greco, l' epilessia è una malattia da malattia cronica che si caratterizza per apparire improvvisamente e generare movimenti convulsi , portando la persona a perdere conoscenza . Ad esempio: "Mio nipote soffre di epilessia ed è sotto trattamento" , "L'autista si è scontrato quando ha sofferto di una crisi epilettica nella sua auto" , "Quando una persona sperimenta un attacco di epilessia, devi cercare di evitare di ferire la testa ". L
  • definizione: afferente

    afferente

    L' aggettivo afferente ha la sua origine etimologica nella parola latina affrens . Nel senso più ampio, questo qualificatore si applica a ciò che si muove o porta qualcosa . La nozione viene solitamente utilizzata nel campo della biologia e dell'anatomia . Un afferente è una formazione la cui funzione è quella di trasmettere sostanze o energia da un settore del corpo a un altro più rilevante in questo contesto. Per
  • definizione: presagio

    presagio

    L'etimologia di Augusto ci porta alla lingua latina: augurium . Un augury è un segno o un sintomo di qualcosa di futuro. Il concetto è anche usato per nominare una previsione , una previsione o una previsione . Ad esempio: "La presenza di questi uccelli è di buon auspicio: suppongo che dovremmo essere vicini alla costa" , "L'augurio di un mese complicato per l'economia locale non è stato soddisfatto poiché non ci sono stati disordini importanti" , "L'arrivo di due nuove compagnie nella regione sono di buon auspicio " . Gli
  • definizione: domanda trabocchetto

    domanda trabocchetto

    La domanda che viene svolta con l'obiettivo di ricevere determinate informazioni è nota come una domanda . Quando chiede, la persona cerca di ottenere una risposta che gli permetta di soddisfare il suo dubbio. Capcioso , dal latino captiusus , è un aggettivo che si riferisce a qualcosa che è fallace o che cerca di confondere o ingannare. U
  • definizione: Pasqua

    Pasqua

    Il concetto di Pasqua ha un lungo viaggio etimologico: dall'ebraico è passato alla lingua greca, e da lì al latino fino a diventare Pasqua . È la denominazione di una festa che ha avuto origine ebraica e che, al momento, è la celebrazione più importante del cattolicesimo . Durante la Pasqua, che segna la fine della Settimana Santa , si celebra la risurrezione di Gesù Cristo . La d