Definizione verità

La verità è un concetto astratto di definizione difficile. Il termine deriva dal latino verĭtas ed è associato alla conformità di ciò che viene detto con ciò che si pensa o si sente . Per esempio: se una persona progetta di vendere la propria casa e, quando richiesto, risponde "Non venderei mai la mia casa", non sta dicendo la verità (e, quindi, sta mentendo, che è l'opposto della verità).

verità

La verità è anche la conformità delle cose con il concetto che si forma nella mente su di loro: "È vero, la strada è in cattivo stato", "Ciò che supponevamo si è rivelato vero: il proprietario della società ha intenzione di dichiarare in fallimento " .

Un altro modo di comprendere la verità è come il giudizio che non può essere negato razionalmente . Se qualcuno dice "Questo tavolo pesa cinque chilogrammi" e, dopo averlo pesato, conferma che il peso è in bilico, nessuno può dire che la dichiarazione non sia vera.

In questo senso dovremmo sottolineare che si parla di ciò che è noto come verità di truismo o verità. Nel linguaggio colloquiale si fa uso di quell'espressione che viene a riferirsi a tutta quella verità che è ben nota e che, pertanto, è considerato sciocco doverlo dire.

Un chiaro esempio di questo significato di cui sopra sarebbe la seguente frase: "Nella sua presentazione orale alla classe lo studente ha detto una verità di truismo: siamo finiti tutti per morire".

Ci sono anche altre espressioni molto comuni che utilizzano anche il concetto che stiamo analizzando. Questo sarebbe il caso della "verità come pugni", che è usato per riferirsi a ciò che è evidente.

Allo stesso modo è la frase "una verità come un tempio". In questo caso, è spesso usato per riferirsi a ciò che è assolutamente evidente e che, quindi, non può essere confutato in alcun modo.

La vera esistenza di qualcosa è anche associata alla verità: "Quel cane è davvero?", "Voglio comprare una vera batteria, mi sono stufato di provare con secchi e secchi" . Se il cane o la batteria non sono reali, ciò non significa che non esistano, ma è qualcosa di diverso da ciò che si immagina come un cane o un vero batterista (potrebbe essere un cane giocattolo e una batteria improvvisata con altri elementi).

Oltre a quanto sopra, non possiamo ignorare l'uso del termine che ci interessa in settori come il cinema. Così, per esempio, troviamo film come "I due volti della verità". Nell'anno 1996 fu pubblicato, diretto da Gregory Hoblit e interpretato da Richard Gere e Eduard Norton.

In esso viene detto come un avvocato svolge la difesa di un giovane arrestato per aver ucciso un arcivescovo che, presumibilmente, ha abusato sessualmente di lui e dei suoi compagni.

Le verità, infine, sono chiare espressioni con cui qualcuno viene rimproverato o corretto : "Sto per dirti una grande verità: nessuno con il tuo atteggiamento può andare troppo lontano nella vita" .

Raccomandato
  • definizione: hacendoso

    hacendoso

    L' aggettivo industrioso viene utilizzato per qualificare l'individuo che sviluppa compiti domestici con diligenza e buona predisposizione . Può anche essere qualcuno disposto a fare favori o fornire un servizio tempestivamente ed efficacemente . Ad esempio: "Ho sposato un uomo molto industrioso, quindi condividiamo sempre gli obblighi a casa " , "Secondo gli psicologi, le persone laboriose si sentono piene " , "Ho bisogno di assumere un dipendente responsabile e industrioso per aiutarmi a la compagnia .
  • definizione: epilessia

    epilessia

    Dal termine latino epilessia , che a sua volta deriva da un concetto greco, l' epilessia è una malattia da malattia cronica che si caratterizza per apparire improvvisamente e generare movimenti convulsi , portando la persona a perdere conoscenza . Ad esempio: "Mio nipote soffre di epilessia ed è sotto trattamento" , "L'autista si è scontrato quando ha sofferto di una crisi epilettica nella sua auto" , "Quando una persona sperimenta un attacco di epilessia, devi cercare di evitare di ferire la testa ". L
  • definizione: afferente

    afferente

    L' aggettivo afferente ha la sua origine etimologica nella parola latina affrens . Nel senso più ampio, questo qualificatore si applica a ciò che si muove o porta qualcosa . La nozione viene solitamente utilizzata nel campo della biologia e dell'anatomia . Un afferente è una formazione la cui funzione è quella di trasmettere sostanze o energia da un settore del corpo a un altro più rilevante in questo contesto. Per
  • definizione: presagio

    presagio

    L'etimologia di Augusto ci porta alla lingua latina: augurium . Un augury è un segno o un sintomo di qualcosa di futuro. Il concetto è anche usato per nominare una previsione , una previsione o una previsione . Ad esempio: "La presenza di questi uccelli è di buon auspicio: suppongo che dovremmo essere vicini alla costa" , "L'augurio di un mese complicato per l'economia locale non è stato soddisfatto poiché non ci sono stati disordini importanti" , "L'arrivo di due nuove compagnie nella regione sono di buon auspicio " . Gli
  • definizione: domanda trabocchetto

    domanda trabocchetto

    La domanda che viene svolta con l'obiettivo di ricevere determinate informazioni è nota come una domanda . Quando chiede, la persona cerca di ottenere una risposta che gli permetta di soddisfare il suo dubbio. Capcioso , dal latino captiusus , è un aggettivo che si riferisce a qualcosa che è fallace o che cerca di confondere o ingannare. U
  • definizione: Pasqua

    Pasqua

    Il concetto di Pasqua ha un lungo viaggio etimologico: dall'ebraico è passato alla lingua greca, e da lì al latino fino a diventare Pasqua . È la denominazione di una festa che ha avuto origine ebraica e che, al momento, è la celebrazione più importante del cattolicesimo . Durante la Pasqua, che segna la fine della Settimana Santa , si celebra la risurrezione di Gesù Cristo . La d