Definizione bruciatore

Bruciatore è un termine che deriva da cremātor, una parola latina. Il concetto può essere usato come aggettivo per descrivere ciò che brucia o come sostantivo per riferirsi a un dispositivo che incoraggia la combustione di alcuni elementi .

bruciatore

I bruciatori, quindi, possono essere i manufatti usati per bruciare del combustibile, generando calore . In base alle caratteristiche del bruciatore, è possibile utilizzare carburante gassoso, liquido o misto (utilizzando entrambi). Ci sono bruciatori, in questo modo, che usano carburante, propano, butano e altri combustibili.

Una stufa a gas o un riscaldatore ha bruciatori che consentono di accendere una fiamma e, in questo modo, produrre calore per riscaldare. Se un bruciatore smette di funzionare, bloccandolo o per un altro motivo, la stufa in questione genererà meno calore e, quindi, ridurrà la sua capacità di riscaldare un ambiente .

È importante sapere che, oltre a quanto sopra, fondamentalmente ci sono due tipi di bruciatori:
-Modulante, che, come suggerisce il nome, è caratterizzato dal fatto che consente la graduazione o la modulazione del potere mediante l'uso di un sistema elettronico. In questo modo, può essere adattato perfettamente ai bisogni che esistono in qualsiasi momento, per quanto riguarda il calore.
-Da fasi. Questo altro tipo di bruciatore è identificato perché dà la possibilità che la fiamma possa acquisire diverse dimensioni diverse, il che significa che passa più o meno quantità di carburante. Di norma, i più comuni sono quelli che hanno tre (tutto-metà-nulla) o quattro fasi (tutto-2/3-mezzo-nulla).

Le cucine ( forni ) hanno anche bruciatori o bruciatori. In questo caso, i bruciatori sono utilizzati per cuocere il cibo attraverso le fiamme. Queste fiamme sono regolabili, essendo in grado di aumentare o ridurre l' intensità .

Attualmente, i cosiddetti bruciatori a biomassa, che sono installati in diversi tipi di caldaie o stufe che funzionano con combustibili che sono rifiuti organici, hanno acquisito particolare rilievo. Il vantaggio di questi bruciatori è che migliorano in modo significativo la combustione, facilitano la pulizia del dispositivo e concretamente i resti di cenere ... Quel tipo di bruciatori può svolgere i loro compiti sia con pellet che con ossa di olive, buccia di noci e mandorle, ossa di ciliegie o addirittura ananas dei pini, tra gli altri residui.

Si deve affermare che nel Dizionario della RAE (Accademia Reale di Lingua Spagnola) si stabilisce che, sebbene sia già in disuso, il termine bruciatore era anche usato per riferirsi a quella persona che, con premeditazione assoluta, procedeva a incendiare gli spazi o elementi che sono venuti a lui.

Il masterizzatore è anche la denominazione ricevuta dai dispositivi e dai programmi per computer che consentono di registrare le informazioni su un DVD o un CD . Ciò che rende possibile un masterizzatore, in questo senso, è copiare i dati digitali su uno dei suddetti supporti.

In Messico, infine, è noto come un bruciatore per una classe di verme che è coperta da peli capaci di irritare la pelle di chi viene a contatto con esso. I vermi ardenti, a causa di questa particolarità, causano lesioni a chi li tocca.

Raccomandato
  • definizione: agrodiversity

    agrodiversity

    La Royal Spanish Academy ( RAE ), nel suo dizionario , non include menzioni del termine agrodiversity . Questo concetto, tuttavia, viene spesso utilizzato con riferimento alla biodiversità agricola . Va notato che la biodiversità si riferisce alla pluralità di specie vegetali e animali nell'ambiente . L
  • definizione: colla

    colla

    Una colla è un prodotto che viene utilizzato per legare e ottenere l' adesione di un oggetto con un altro. Ciò che fa la colla, quindi, è incolla . Ad esempio: "Vado a comprare la colla per aggiustare le scarpe" , "La colla non ha funzionato: non potevo unire i pezzi del barattolo" , "Se non vuoi fare un buco nel muro, avrai bisogno di una buona colla per far aderire l'immagine insieme alla finestra . &
  • definizione: ufologia

    ufologia

    Per capire cos'è l' ufologia , dobbiamo fare riferimento alla lingua inglese. In questa lingua l'acronimo UFO è usato per nominare un "oggetto volante non identificato" : cioè un oggetto volante non identificato ( UFO , in spagnolo). Da UFO deriva il concetto di ufologia , che è venuto nella nostra lingua come ufologia . È,
  • definizione: premessa

    premessa

    Premessa è un termine originario del latino praemissus . Il concetto è usato per dare un nome al segno , al sintomo o alla congettura che permette di inferire qualcosa e trarre una conclusione. Per logica e filosofia , quindi, le premesse sono quelle proposizioni che precedono la conclusione . Ciò significa che questa conclusione deriva dalle premesse, sebbene possano essere false o vere. A
  • definizione: ascesso

    ascesso

    L'ascesso è un concetto che deriva dalla parola latina abscessus . Allo stesso tempo dovremmo chiarire che questa parola emana, dal punto di vista etimologico, dal verbo "abscedere" costituito da due parti: il prefisso "abs-", che può essere tradotto come un indicatore di separazione, e la parola "cedere", che è equivalente a "go". È
  • definizione: pascal

    pascal

    Nel 1623 ebbe luogo la nascita di Blaise Pascal , uno scienziato francese rimasto nella storia per i suoi contributi alla fisica , alla matematica e alla filosofia . Nel suo tributo, Pascal è noto come unità del Sistema Internazionale che consente di menzionare la pressione . Il pascal (il cui simbolo è Pa ), in questo senso, equivale alla pressione del tipo uniforme che una forza di 1 newton si sviluppa su un piano di 1 metro quadrato. T