Definizione industria

Basato sul termine latino per industria, il concetto di industria si riferisce al gruppo di operazioni che sono state sviluppate per ottenere, trasformare o trasportare prodotti naturali . Il termine è anche usato per nominare la struttura che è riservata a questo tipo di operazioni e l'insieme di fabbriche dello stesso genere o della stessa regione (come accade, per citare alcuni esempi, con "l'industria tessile" o quando si parla di "industria americana" ).

industria

Proprio come l' agricoltura ha rappresentato un grande passo per l' uomo e ha segnato l'inizio della trasformazione dell'ambiente per soddisfare i bisogni, l'industria è diventata, grazie ai progressi tecnologici, il motore dello sviluppo economico del XIX secolo . I paesi industrializzati (quelli che avevano le fabbriche e le risorse tecniche per realizzare la produzione in serie) furono arricchiti, mentre quelli agricoli (generatori di materie prime) non riuscirono a sopravvivere.

In ogni caso, è importante sottolineare che il capitale di investimento per l'industria è sorto, in linea di principio, dall'agricoltura stessa. Cioè, i profitti delle attività agricole sono stati investiti nell'industrializzazione di prodotti e mezzi di trasporto ritenuti adeguati ed essenziali per promuovere il commercio internazionale.

La trasformazione della materia prima in un prodotto con una particolarità specifica è nota come produzione . Pertanto, i prodotti che usiamo abitualmente sono fabbricati da un'azienda industriale .

I prodotti più complessi, come le automobili, vengono creati in diverse fasi. Pertanto, la stessa industria può contemplare diversi processi produttivi e persino completare la produzione del bene in diversi stabilimenti.

La perdita di controllo

Solo 20 anni fa, i grandi produttori, quelle aziende di fama internazionale, sembravano dominare il mondo. Le sue uniche minacce erano i suoi concorrenti e veniva mantenuto un equilibrio in cui il compito del consumatore era semplicemente quello di lavorare per risparmiare i soldi necessari per comprare, comprare e comprare . Nessuno si chiedeva se quella situazione sarebbe stata interrotta, dal momento che i mostri del mercato erano visti come semidei, gli unici in grado di realizzare quei prodotti che la gente apprezzava così tanto. Ma nessuno aveva la versione moderna del pomo d'Adamo: Internet .

L'istruzione, come ben sanno i governi oppressivi, è un'arma a doppio taglio; trasforma una persona ignorante e manipolata in qualcuno in grado di vedere oltre, di pensare da solo, di prendere le proprie decisioni. E, vale la pena dell'analogia, queste società da miliardi di dollari controllavano i loro consumatori come se fossero burattini da anni; ma quella è la fine della giornata in cui le persone hanno accesso a più informazioni.

Il problema sorge quando la conoscenza a cui si accede è incomprensibile per il soggetto; A quel tempo si possono dare tre casi ben differenziati: farsi da parte e non dare un'opinione, o cercare di imparare abbastanza da capire sull'argomento, o semplicemente, l'opzione più comune, fare un uso scorretto e indiscriminato di questi concetti, evitando di la fatica di addentrarsi in esse. In questo modo, Internet è diventato, a poco a poco, il peggior nemico di aziende e artisti, i cui prodotti sono sottoposti a un'analisi esauriente e esposti in modo che tutti possano vedere i loro difetti.

Una volta che conosci il costo reale della produzione di un elettrodomestico, grazie a numerosi siti dedicati a smontare e rivelare tutti i suoi segreti, i consumatori richiedono un prezzo ragionevole. Una volta che sai che un cantante sta sincronizzando le labbra, dopo aver esaminato attentamente ciascuna delle loro presentazioni, le persone si arrabbiano e iniziano critiche spietate. I giganti non governano più; la sua unica soluzione è fingere di stare dalla parte del popolo, per evitare che miliardi di lillipuziani cadano su di loro e li divorino in pochi secondi, come hanno fatto con molti dei loro colossali compagni.

Raccomandato
  • definizione: elio

    elio

    La parola greca hḗlios , che può essere tradotto come "Sole" , derivava dall'elio scientifico latino. Nella nostra lingua il concetto è venuto come elio , un termine che si riferisce all'elemento chimico il cui numero atomico è 2 . L'elio fa parte del set di gas nobili . È una sostanza con una grande presenza nell'universo, sebbene non abbondante nella crosta del nostro pianeta . L
  • definizione: albumina

    albumina

    La prima cosa che faremo per scoprire il significato del termine albumina è sapere quale sia la sua origine etimologica. In questo caso, possiamo determinare che è una parola che viene dal latino, più precisamente da "albumina, albuminis", che può essere tradotto come "bianco d'uovo". Un
  • definizione: Quiromasaje

    Quiromasaje

    È noto come massaggio manuale sviluppato manualmente come parte di una terapia . In questo modo, un quiromassage differisce da quelli eseguiti con diversi strumenti o dispositivi. Quando un chiromassista esercita pressione su un'area del corpo in cui il paziente avverte dolore, viene prodotta una risposta riflessa che calma il disturbo.
  • definizione: divario digitale

    divario digitale

    Prima di approfondire il significato del termine digital divide, è necessario conoscere in anticipo l'origine etimologica delle due parole che le danno forma. In questo caso, possiamo sottolineare quanto segue: -Brecha è un nome che viene dal francese, in particolare da "bréche". Questo può essere tradotto come "rotto" e si ritiene che, a sua volta, derivi dal "breham" germanico. -D
  • definizione: faro

    faro

    È conosciuto come un segnale di segnalazione che, sia mobile o fisso, è installato in un luogo per fare un avvertimento o con l'intenzione di guidare il traffico del veicolo . L'atto di segnalare con i beacon è chiamato beaconing , mentre il suo risultato è chiamato beaconing . I beacon, in breve, sono elementi che servono ad avvisare di un eventuale pericolo o rischio . La
  • definizione: Polimodal

    Polimodal

    La nozione di polimodale viene utilizzata in Argentina per indicare un ciclo educativo in vigore fino al 2011 in diverse regioni del paese . Il polimodale si estese per tre anni e faceva parte dell'istruzione secondaria , senza che fosse obbligatorio. Per accedere al polimodal, lo studente doveva completare il ciclo di istruzione generale di base (EGB) , equivalente alla Primaria in altri distretti