Definizione presente

Con origine nella parola latina praesens, presente è un concetto con molteplici usi e significati. È un aggettivo che permette di riferirsi al tempo che trascorre al momento attuale o a quello in cui una persona si trova quando dice qualcosa. Per citare alcuni esempi: "Non puoi sempre pensare al passato: devi vivere nel presente", "L'attore ha attraversato diversi momenti complicati, ma ora gode di un regalo felice e pieno con la sua famiglia", "Il presente La squadra è molto povera e anche il futuro sembra complicato . "

presente

Un individuo che è presente, invece, è qualcuno che è di fronte a qualcuno o che è andato con lui nello stesso posto: "Volevo dirgli che domani non sarò presente in classe da quando devo andare dal dottore", "Marcos era presente quando il delinquente è entrato nella sua casa ", " non sarò presente al tuo compleanno: devo viaggiare un giorno prima per motivi di lavoro " .

In altri contesti, la parola presente può funzionare come sinonimo di un dono o dono che viene offerto a una persona come segno di affetto o riconoscimento: "Ti ho comprato un piccolo regalo", "Dovrò pensare a un regalo: non riesco a raggiungere il matrimonio del mio amico senza un regalo ", " Guarda il regalo che il mio capo mi ha dato per il mio impegno con la compagnia " .

Il tempo presente

Per la grammatica, presente è il nome che identifica il tempo che corrisponde a qualcosa che accade o a una cosa che viene descritta simultaneamente quando viene evocata. I verbi possono essere coniugati al tempo presente secondo la persona grammaticale: "Pepe ama gli hamburger" e "I bambini giocano nella piazza" sono frasi in cui il verbo è coniugato nel tempo presente.

Ci sono diversi usi di esso, che sono noti come:
* Attuale presente (un'azione che si verifica nello stesso momento in cui viene menzionata, può essere breve o durare un certo tempo, ad esempio: "L'ordine è arrivato oggi");
* Presente abitudine (un'azione che si sviluppa successivamente con una certa periodicità ma che non è continua, ad esempio: "Il martedì vado in terapia".);
* Presenza gnomica o atemporale (eventi che avvengono al di fuori di un certo tempo, frase esplicita, verità o conoscenza, ad esempio: "Gli esseri umani non possono volare");
* Storico presente (azioni accadute in passato ma che quando menzionate nel presente acquisiscono una vicinanza al momento attuale, ad esempio: "Fiódor Mijáilovich Dostoyevski nacque a Mosca l'11 novembre 1821);
* Presentare con valore futuro (azioni che avverranno in futuro in modo sicuro, solitamente utilizzate per citare piani futuri, ad es .: "Non sarò martedì perché vado in montagna");
* Presente imperativo (usato per ordinare qualcosa da qualcuno, ad esempio: "Chiudi la finestra!")

A prima vista, l'uso di questo tempo verbale è semplice, non c'è modo di commettere errori; tuttavia, in pratica non è così. Infatti, nei laboratori di creazione letteraria uno degli errori più comuni è l'uso improprio dei tempi verbali o la combinazione di essi non raccomandata.

Ad esempio, è normale che in certe storie scritte nel presente, le preghiere del passato improvvisamente sfuggano; anche se a volte può essere una licenza che l'autore stesso ha preso, il più delle volte è dovuto a una mancanza di concentrazione o rigidità durante la composizione del testo .

È essenziale, quindi, che come autori acquisiamo una nozione più ampia di tempi verbali e coniugazioni ogni giorno per offrire una letteratura pulita e corretta.

Raccomandato
  • definizione: dispositivi di input

    dispositivi di input

    Una voce è, nel campo della tecnologia dell'informazione , una serie di dati che viene ricevuta da un determinato sistema per un'ulteriore elaborazione. Questo concetto appare sempre collegato all'output , che implica la presentazione delle informazioni in modo che l'utente ne faccia uso secondo necessità.
  • definizione: diva

    diva

    L' idea della diva , derivata dal latino divus , è spesso usata per descrivere una figura dello spettacolo che è molto famosa . Queste sono grandi star che si distinguono dal resto per la loro popolarità e / o talento. Ad esempio: "La diva di Hollywood ha speso dieci milioni di dollari per ristrutturare la sua villa" , "Solo una diva come lei può riempire cinque stadi cantando vecchie canzoni" , "La diva televisiva ha sorpreso di partecipare all'evento senza trucco" . L&
  • definizione: variabile continua

    variabile continua

    Una variabile è chiamata un simbolo che agisce su proposizioni, formule, funzioni e algoritmi di statistica e matematica e ha la particolarità di poter adottare valori diversi . In base alle sue caratteristiche, è possibile parlare di diversi tipi di variabili, come variabili quantitative , variabili qualitative , variabili indipendenti , variabili dipendenti e variabili casuali . I
  • definizione: partito politico

    partito politico

    La politica comprende tutte quelle attività che sono orientate ideologicamente al processo decisionale per raggiungere gli obiettivi . Il termine è anche usato per nominare l'esercizio del potere per la risoluzione dei conflitti. L'idea di una festa , d'altra parte, ha più significati. U
  • definizione: zar

    zar

    Dallo zar russo e originario di Cesare latino (di Giulio Cesare ), lo zar è il titolo dato all'imperatore di Russia e al sovrano di Bulgaria e Serbia . La sua forma femminile è Tsarina . È importante sottolineare che questo titolo nobiliare non suppone un rango imperiale, ma che è equivalente alla voce slava krol ( "re" ). Ol
  • definizione: influenza

    influenza

    L'influenza è l' azione e l'effetto di influenzare . Questo verbo si riferisce agli effetti che una cosa produce su un'altra (ad esempio, il vento sull'acqua) o al predominio esercitato da una persona ( "Juan ha una grande influenza sulle decisioni del fratello minore" ).