Definizione bestiame

I bovini sono chiamati sul set degli animali che coesistono nella stessa terra e si muovono e si nutrono insieme. Il termine si riferisce specificamente agli esemplari di specie di carico o lavoro o che sono sfruttati dall'uomo per sfruttare la sua carne, il suo latte, ecc.

bestiame

L'idea del bestiame, in questo modo, allude al gruppo di animali che un individuo alleva per sfruttarli e ottenere così un reddito economico . L'attività che consiste nella raccolta, cura e commercializzazione del bestiame è chiamata bestiame .

Secondo la specie, è possibile distinguere tra diversi tipi di bestiame. I bovini, detti anche bovini, sono costituiti da mucche. Questo animale è allevato in molti paesi per ottenere carne, cuoio e latte.

Il porco, nel frattempo, allude ai maiali, mentre le pecore sono fatte di pecore. Il bestiame equino, nel frattempo, è formato da cavalli e capre, da capre.

Il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) menziona altri tipi di bestiame in base alle loro caratteristiche. Il bestiame vivo, ad esempio, è in vendita e non è stato ancora macellato per il consumo.

Il bestiame più piccolo allude al bestiame più piccolo (come capre e pecore) e al bestiame più grande, al bestiame più grande (muli, buoi, ecc.). Se il bestiame non è stato addomesticato o addomesticato, d'altra parte, parlano di bestiame selvatico .

A livello colloquiale, infine, la nozione di bestiame fa menzione di un gruppo di persone ammucchiate : "In questo treno viaggiamo sempre come bestiame", "Ci sono leader che cercano di trascinare i loro seguaci come bestiame" .

Raccomandato
  • definizione: vaguada

    vaguada

    La prima cosa che dobbiamo sottolineare è l'origine etimologica del termine vaguada che ora ci occupa per arrivare prima della scoperta del suo significato. In questo caso, va sottolineato che deriva dal latino, da "vacuus" che può essere tradotto come "vuoto" e che viene, a sua volta, dal verbo "vacare", che è sinonimo di "essere vuoto". È
  • definizione: atto riflesso

    atto riflesso

    Un'azione riflessa è un movimento involontario che una persona fa in risposta a un determinato stimolo. Questi movimenti sono controllati dall'arco riflesso : una serie di strutture che fungono da intermediari tra il recettore sensoriale e l'effettore. È necessario differenziare, quindi, tra l' azione riflessa ( un'azione involontaria e stereotipata) e l'arco riflesso (le strutture che guidano le prestazioni dell'atto riflesso).
  • definizione: privilegio

    privilegio

    Privilegio possiamo dire che è un termine che, etimologicamente parlando, viene dal latino. "Privilegium" è, in particolare, la parola latina da cui emana, ed è formata dalla somma di tre componenti chiari: "privus", che è sinonimo di "privato"; "Legalis", che equivale a "relativo alla legge", e infine il suffisso "-ium", che può essere tradotto come "indicativo di relazione". Il
  • definizione: bicipite

    bicipite

    Il termine bicipite si riferisce, nel suo senso più generale, a qualcosa che ha due estremità o due teste . Il concetto è spesso usato nel campo dell'anatomia per nominare una coppia muscolare che, alla sua estremità superiore, ha due inserti o settori . Il muscolo bicipite brachiale si trova nel braccio, coprendo i muscoli anteriori brachiale e coracobranico. Ne
  • definizione: quintale

    quintale

    Per conoscere il significato del termine quintale, è necessario che, in primo luogo, sappiamo quale sia l'origine etimologica del termine. In questo senso, dobbiamo dire che è un po 'complicato, poiché deriva dall'arabo spagnolo "quintar", che a sua volta emana dalla "qantira" siriana. M
  • definizione: colorante

    colorante

    La tintura è l' atto e la conseguenza della tintura . Il termine, in base al contesto, può essere usato come sinonimo di colorazione o tintura . Ad esempio: "Tra mezz'ora il colorante sarà pronto" , "Mi piace la tintura rossa che hai usato" , "In diversi paesi la tintura ascellare è diventata di moda" . Il