Definizione dispotismo

Il concetto di dispotismo si riferisce all'abuso di potere o forza che un individuo o un gruppo esercita contro gli altri in condizioni inferiori. Il concetto è usato per riferirsi all'autorità assoluta, che non è limitata dalle leggi .

dispotismo

Anche se è generalmente inteso che questo è un concetto con una connotazione negativa, non è necessariamente così. Infatti, a livello storico, il dispotismo è emerso e ha avuto un significato positivo per molti anni. Qui presentiamo due esempi:

* Nel diciassettesimo secolo sorse la nozione politica di dispotismo illuminato, con monarchie assolute che decisero di includere i precetti filosofici dell'Illuminismo . Questi monarchi hanno cercato di arricchire la cultura del loro popolo attraverso pratiche paternalistiche, quindi sono conosciuti come despoti benevoli.

* Durante il diciottesimo secolo questo tipo di governo fu mantenuto e quella frase che dice "tutto per il popolo, ma senza il popolo" divenne popolare. Durante questo periodo, i regni di Carlos III e José I erano molto famosi.

Nell'epoca del dispotismo, come forma di governo monarchico, emersero altri concetti: il despota o la despota (un titolo bizantino concesso in vari imperi e che conferiva carattere e importanza a una persona, era simile al titolo di "Señor"), despota (titolo nato da quello precedente e nato dalla quarta crociata per legare alcuni signori con una certa terra, "Despotated from Serbia", per esempio).

Dispotismo e dittature

Attualmente il termine è usato più con un senso negativo; fare riferimento a determinati tipi di governi che restano al potere, infondendo paura ai cittadini. Coloro che godono del potere assoluto perché non ci sono avversari o perché quelli che cercano di ribellarsi sono soppressi con la forza. Stiamo parlando di organizzazioni governative non democratiche come le dittature, che sono caratterizzate dall'agire con estrema tirannia .

dispotismo Alcuni esempi dove appare questo significato del termine sono: "Il governo deve mettere da parte il dispotismo o deve affrontare la gente nelle strade", "Il leader asiatico ha mostrato di nuovo il suo dispotismo firmando un decreto che vieta la mostra di Film western ", " Lo scrittore ha dedicato gran parte della sua gioventù alla lotta contro il dispotismo " .

Nel linguaggio colloquiale il despota aggettivo viene usato per caratterizzare qualcuno che ha un certo potere e che lo usa indipendentemente dai diritti e dai bisogni di coloro che lo circondano. In questo senso, un despota può essere qualcuno che vuole qualcosa con una grande ambizione e che non ha problemi a calpestare ciò che è necessario per ottenerlo; e approfitta del loro status sociale o economico per farlo.

Ad esempio : una persona ha un sacco di soldi e vuole acquisire terreni per costruire una grande villa. Il problema è che queste terre sono state donate da un'organizzazione per lo Stato per costruire una scuola per bambini svantaggiati. Il despota riesce a ingannare lo Stato (acquistandolo con i suoi soldi), afferra il terreno e costruisce la sua casa. Agisce con dispotismo perché abusa del suo potere economico di ottenere qualcosa, anche se deve nuocere agli altri (bambini, in questo caso) che non possono fare nulla per cambiare la situazione.

Attualmente tutto ciò che è connesso al dispotismo ha una carica negativa. Ecco perché di solito è un'accusa pronunciata da settori contrari ai governi che abusano della loro permanenza al potere e mettono in atto misure a favore dei loro interessi.

Raccomandato
  • definizione popolare: guida

    guida

    La guida è l' azione e l'effetto della guida (trasportare, trasportare, guidare, dirigere). Il termine deriva dalla parola latina conductio e ha diverse applicazioni e usi. La conduzione dell'elettricità è la trasmissione della carica elettrica attraverso un cavo o un altro corpo . Il concetto è usato in modo simile per riferirsi alla conduzione del calore . La
  • definizione popolare: risultato

    risultato

    Il risultato è il corollario , la conseguenza o il risultato di una certa situazione o di un processo . Il concetto è usato in modi diversi a seconda del contesto. Nello sport , il risultato è chiamato l' equilibrio che lancia una competizione e ciò significa, alla fine, la determinazione del vincitore. Se
  • definizione popolare: risoluzione

    risoluzione

    È noto come risoluzione dell'atto e conseguenza del risolvere o risolvere (cioè trovare una soluzione a una difficoltà o prendere una decisione decisiva). Il termine può essere usato per indicare il coraggio o il coraggio o la mente per fare una certa cosa. Ad esempio: "L'attaccante si è trovato di fronte alla risoluzione e preso a calci dall'esterno dell'area" , "Ti consiglio di entrare nel tuo ufficio con una risoluzione e informarlo che non hai intenzione di rimanere dopo ore" , "Se non agisci con risoluzione, ti passeranno sopra" . Una
  • definizione popolare: grammatica

    grammatica

    La grammatica è la scienza che ha come oggetto di studio le componenti di un linguaggio e le sue combinazioni. Il concetto trova la sua origine nel termine latino grammatĭca e si riferisce, d'altro canto, all'arte di padroneggiare correttamente un linguaggio , sia dal parlato che dalla scrittura.
  • definizione popolare: lotteria

    lotteria

    Una lotteria è una competizione che prevede di tenere una lotteria tra un gruppo di persone. Quello che viene estratto, è il vincitore della lotteria e, pertanto, viene assegnato il premio stabilito. Ad esempio: "Ieri sera ho vinto la lotteria del club e ho preso una nuova bicicletta" , "Stiamo andando a organizzare una lotteria per raccogliere fondi e quindi essere in grado di coprire le spese del viaggio" , "Abbiamo venduto pochi numeri della lotteria" .
  • definizione popolare: umiltà

    umiltà

    L'umiltà è la virtù che consiste nel conoscere i propri limiti e debolezze e agire secondo quella conoscenza. Il termine deriva dalla parola latina humilitas . Si potrebbe dire che l'umiltà è l'assenza di orgoglio . È una caratteristica caratteristica di soggetti modesti, che non si sentono più importanti o migliori degli altri, indipendentemente da quanto siano arrivati ​​nella vita. Ad esempi