Definizione diffamazione

In latino è dove troviamo l'origine etimologica del termine diffamazione. E viene dal verbo latino "diffamare", che è composto da due parti chiaramente differenziate: il prefisso "dis-", che equivale a "divergence", e il verbo "famare", che è sinonimo di "make fame" ".

diffamazione

La diffamazione è l' azione e l'effetto della diffamazione (screditare qualcuno attraverso la diffusione di informazioni contrarie alla loro reputazione o buona reputazione). Ad esempio: "Non permetterò la diffamazione dei miei figli attraverso i media", "Nonostante le menzogne ​​del candidato dell'opposizione, la diffamazione non ha avuto alcun effetto e la gente è tornata ad accompagnarci in queste elezioni", "Diffamazione chi supponeva che queste fotografie per la loro immagine pubblica fosse molto grande " .

Si può dire che la diffamazione è intesa a danneggiare una persona da un'accusa. L'obiettivo è che tale diffamazione influenzi la dignità o l' onore del soggetto, screditandolo. Può diffamare un individuo dalla comunicazione di un evento reale, ma anche con bugie e falsità.

Nel caso della Spagna, dobbiamo stabilire che la diffamazione è un crimine che è regolato nel codice penale, in particolare tra gli articoli 205 e 216. In queste sezioni ciò che viene fatto è stabilire quali sono i crimini di calunnia e insulti e come le pene stabilite per le persone che le eseguono:
• Calunnia. È l'azione compiuta da ogni persona che accusa un altro di aver commesso un crimine, sapendo che è una bugia o un assoluto disprezzo per la verità. In questo caso, l'individuo che lo svolge può essere condannato a pene detentive fino a due anni e multe di ventiquattro mesi.
• Infortunio. In questo caso, possiamo dire che è sia l'espressione che l'azione che qualcuno compie danneggiando seriamente o danneggiando la dignità e la fama di un altro individuo, arrivando persino a tentare di sfidare la propria stima. Il codice penale spagnolo in questo caso stabilisce che gli insulti considerati gravi possono essere puniti con un massimo di quattordici mesi di multa.

Si deve anche stabilire che in uno qualsiasi di questi crimini, oltre alla condanna di reclusione o di multa, la persona che li ha eseguiti, nel modo dettato dal giudice, deve rendere pubblica la sua condanna. Ed è così che, in una certa misura, si riparerà il danno causato.

Se un datore di lavoro maltratta i suoi dipendenti, possono iniziare a raccontare la situazione in varie aree. In questo modo, la diffamazione del datore di lavoro sarà in corso in quanto la società non avallerà le sue azioni. L'immagine del violentatore, quindi, sarà macchiata.

Un'altra possibilità è che l'uomo d'affari, in realtà, sia un uomo leale e di comportamento corretto, e che i fatti denunciati siano solo una bugia di un'azienda con cui compete sul mercato . In questo caso, il datore di lavoro dovrebbe sforzarsi di dimostrare la falsità del detto in modo che il suo onore non sia influenzato dalla diffamazione. La reazione della società mostrerà se crede o meno all'uomo coinvolto nella denuncia pubblica.

Raccomandato
  • definizione popolare: fascio

    fascio

    Il concetto di raggio deriva dal latino biga , un termine che era usato per riferirsi al trasporto di un paio di cavalli. La trave, con 'v', consente di identificare il pezzo curvo (che può essere sia in ferro che in legno), presente nelle vecchie vetture con lo scopo di permettere il collegamento tra fronte e retro.
  • definizione popolare: ricalcitrante

    ricalcitrante

    La radice etimologica del termine recalcitrante si trova nella lingua latina: recalcitrans . Il concetto è usato per qualificare l'individuo che si aggrappa a un pensiero o una decisione, senza ascoltare le opinioni degli altri . Ad esempio: "Il vice Lompkin è un neoliberista recalcitrante che non accetta alcun tipo di intervento statale nell'economia" , "Non si può discutere con qualcuno tanto recalcitrante quanto te" , "Mio padre è un fan recalcitro dei Los Angeles Lakers" . Se
  • definizione popolare: negligente

    negligente

    Dal lassismo latino, il lassismo è un aggettivo che si riferisce a qualcosa di rilassato, libero o che non ha la tensione che, per natura, dovrebbe avere . Il termine può essere usato in riferimento a qualcosa di fisico o simbolico. Ad esempio: "Mi piacciono i tessuti più morbidi, che non aderiscono tanto al corpo" , "Era sempre un uomo di credenze rilassate, capace di contraddirsi con grande naturalezza" , "Una tovaglia lassista che non si adegua al il tavolo è la migliore opzione decorativa per il banchetto , "" Non puoi essere negligente nel rispetto delle
  • definizione popolare: destriero

    destriero

    L'origine etimologica del termine che ci occupa dobbiamo esporre che è nel vecchio francese. Nello specifico, deriva da "corsier", che era una parola usata per riferirsi sia alla gara avvenuta sia al cavallo che partecipava. Questo è quello che viene chiamato un cavallo agile e veloce , di grande altezza, che viene utilizzato in battaglie e competizioni, secondo quanto indicato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario.
  • definizione popolare: cresta

    cresta

    Con origine etimologica nella crista latina, il termine cresta può riferirsi a diverse questioni. Questo è il nome dato all'elemento rosso carnoso trovato sulla testa del gallo e altri uccelli. La cresta, in questo senso, è una caruncola che raggiunge il suo massimo sviluppo con la maturità sessuale. Il
  • definizione popolare: raffineria

    raffineria

    È noto come raffineria per l'impianto industriale dedicato alla raffinazione di alcune sostanze. La raffinazione , d'altra parte, è l'azione che viene svolta per ottenere che qualcosa si purifichi o diventi più fine , lasciando da parte gli sprechi e separando certe particelle. Tipicamente, il concetto fa menzione di una raffineria di petrolio . I