Definizione trigonometria

Il primo passo prima di entrare completamente nell'analisi del significato della parola trigonometria è di procedere alla definizione della sua origine etimologica. In questo senso dobbiamo affermare che il citato è nel greco dove possiamo vedere come è formato dall'unione di trigonon che equivale a "triangolo", metron che può essere definito come "misura" e tria che è sinonimo di "tre" .

trigonometria

La trigonometria è la suddivisione della matematica che è responsabile del calcolo degli elementi dei triangoli . Per questo è dedicato allo studio delle relazioni tra gli angoli e i lati dei triangoli.

Questa specialità interviene in diverse aree della matematica in cui è necessario un lavoro preciso. La trigonometria, tuttavia, ha una vasta gamma di applicazioni. Consente, ad esempio, di misurare le distanze tra due posizioni o corpi celesti da tecniche di triangolazione . La trigonometria viene applicata anche nei sistemi di navigazione satellitare.

Ci sono tre unità che utilizza la trigonometria per la misurazione degli angoli: il radiante (considerato come l'unità naturale degli angoli, stabilisce che un cerchio completo può essere diviso in 2 radianti), il grado gradi o centesimale (che consente di dividere la circonferenza in quattrocento gradi centesimi) e il grado sessagesimale (è usato per dividere la circonferenza in trecentosessanta gradi sessagesimali).

I principali rapporti trigonometrici sono tre: il seno (che consiste nel calcolare il rapporto esistente tra il lato opposto e l'ipotenusa), il coseno (un altro motivo ma, in questo caso, tra il lato adiacente e l'ipotenusa) e la tangente (il motivo tra entrambe le gambe: il contrario su quello adiacente).

I reciproci rapporti trigonometrici, d'altro canto, sono il cosecante (il rapporto reciproco del seno), il secante (la ragione reciproca del coseno) e il cotangente (il rapporto reciproco della tangente).

Queste sono le diverse classi dei principali rapporti trigonometrici, ma non possiamo dimenticare che ci sono anche altri elementi fondamentali all'interno di questo ramo della Matematica di cui ci stiamo occupando ora. In particolare, ci riferiamo ai rapporti trigonometrici di qualsiasi angolo.

Quest'ultimo ci porterebbe a parlare di quella che è nota come circonferenza goniometrica caratterizzata dal fatto che il suo raggio è l'unità stessa e il suo centro non è altro che l'origine delle coordinate rilevanti. Tutto questo senza dimenticare che in esso gli assi delle coordinate quello che fanno è delimitare quattro quadranti che sono elencati in quella che è la direzione opposta a quella segnano le lancette di un orologio.

L'uguaglianza è nota come identità trigonometrica che coinvolge funzioni trigonometriche e che sono verificabili per qualsiasi valore delle variabili (gli angoli su cui sono applicate le funzioni).

Oltre a quanto sopra, non possiamo ignorare l'esistenza di due modalità di trigonometria. Quindi, in primo luogo, avremmo la cosiddetta trigonometria sferica, che è quella parte della matematica che si concentra sul procedere allo studio di quali triangoli di tipo sferico sono.

In secondo luogo, d'altra parte, c'è anche quella nota come trigonometria piana. In questo caso, come suggerisce il nome, è quella scienza che ha come oggetto di analisi e di studio i vari triangoli piatti.

Raccomandato
  • definizione popolare: fascio

    fascio

    Il concetto di raggio deriva dal latino biga , un termine che era usato per riferirsi al trasporto di un paio di cavalli. La trave, con 'v', consente di identificare il pezzo curvo (che può essere sia in ferro che in legno), presente nelle vecchie vetture con lo scopo di permettere il collegamento tra fronte e retro.
  • definizione popolare: decoder

    decoder

    Il concetto di decodificatore , che può anche essere definito un decodificatore , allude a ciò che decodifica (o decodifica). D'altra parte, il verbo decodificare fa riferimento all'applicazione inversa delle regole di un codice a un messaggio che è codificato per ottenere la sua forma originale. L
  • definizione popolare: distorsione

    distorsione

    La distorsione della parola del tardo latino è venuta nella nostra lingua come distorsione . Il concetto ha diversi significati: il primo menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) si riferisce a una svolta . Una distorsione, in questo senso, può riferirsi a una distorsione , una lussazione o un altro tipo di lesione fisica legata a un tratto improvviso, violento o forzato.
  • definizione popolare: rifiutare

    rifiutare

    Rifiutare è un verbo che deriva dalla parola latina refusare . Il termine si riferisce al rifiuto di accettare, accettare o ammettere qualcosa . Per esempio: "Mi rifiuterò di testimoniare fino all'arrivo del mio avvocato" , "Bruno ha fatto una proposta a Gustavo che era impossibile rifiutare" , "Il governo sta cercando scuse per poter rifiutare le nuove affiliazioni" .
  • definizione popolare: argilla

    argilla

    Prima di procedere alla conoscenza del significato del termine argilla, dobbiamo intraprendere l'istituzione della sua origine etimologica. In questo caso, dobbiamo determinare che deriva dal latino, esattamente, della parola "argilla", che può essere tradotto come "argilla da vasaio".
  • definizione popolare: centromero

    centromero

    Il centromero è l' area più stretta dei cromosomi , la cui posizione è caratteristica in ciascuna delle coppie. Va ricordato che un cromosoma è una struttura cellulare che ospita l'acido desossiribonucleico ( DNA ). I cromosomi hanno due braccia , distanziati dal centromero; uno di loro è chiamato q ed è lungo, mentre quello corto è chiamato p . Secon