Definizione modo

È conosciuta come la strada per le strade che sono state costruite per consentire il movimento di uomini e veicoli. Partendo da questo significato, il termine può riferirsi a qualcosa di fisico e reale (come un percorso attraverso il quale circolano le macchine o un percorso da percorrere a piedi che conduce a un determinato luogo), o un percorso astratto di natura spirituale ( "Quiero trova la mia strada e sii felice " ).

modo

Un percorso, quindi, è anche un concetto che rivela un certo comportamento morale ( "Devi seguire un percorso retto e onesto" ), un orientamento che deve essere rispettato per raggiungere un obiettivo o arrivare da qualche parte ( "Segui quel percorso" ). e lo troverete " ) e un mezzo per ottenere qualcosa ( " È il modo migliore per ottenere una promozione " ).

D'altra parte, è noto come il percorso del percorso seguito o seguito da certe persone o culture . In questo contesto, per citare un esempio, il cosiddetto Camino de Santiago identifica un itinerario che consente a migliaia di pellegrini e turisti di recarsi a Santiago de Compostela, città che visitano per venerare i resti dell'apostolo Santiago el Mayor .

Il sistema di strade costruito dagli Incas è noto come Caminos del Inca . Questi sono sentieri che convergono nella città peruviana di Cusco e sono stati utilizzati per unirlo con Bolivia, Cile e Argentina .

La nozione di percorso è importante anche in letteratura e cultura. "El camino" è un romanzo dello spagnolo Miguel Delibes pubblicato nel 1950, "Camino de servidumbre" è un saggio di Friedrich Hayek pubblicato nel 1944, "Camino" è un libro di spiritualità creato da San Josemaría Escrivá de Balaguer (il fondatore dell'Opus Dei ) e "On the Road" è un romanzo dell'americano Jack Kerouac, pubblicato nel 1951 .

La buona strada, la destra e la sinistra

Nonostante le differenze linguistiche, in molti paesi viene gestito il concetto del buon modo, quello corretto, che dovrebbero seguire tutti gli esseri umani che fingono di essere onesti e onesti. Le domande che sorgono immediatamente sono come sapere se lo stiamo attraversando, quali sono le sue caratteristiche e se esiste davvero una sua versione.

I riferimenti religiosi sono praticamente inevitabili in questo caso, poiché le persone tendono a radunarsi attorno a istituzioni che promuovono l'adorazione degli esseri divini e che di solito presentano un modello di vita necessario per avvicinarsi ai loro principi e credenze. Ad esempio, il buon modo è spesso l'antitesi dell'omosessualità e del divorzio, e sinonimo di uno stile di vita di un catalogo, che consiste nel sposarsi e riprodursi indefinitamente .

Prendendo questo ultimo esempio, possiamo dire che il buon modo, per certe parti della società, è costringersi ad amare qualcuno del sesso opposto e avere figli con quella persona, ignorando le conseguenze che questo porta entrambi i bambini che sono nati dalla nostra unione come il pianeta. La crisi economica, la sovrappopolazione, l'inquinamento, il vandalismo infantile, non dovrebbero avere importanza se vogliamo essere brave persone .

Le correnti di pensiero, a quanto pare, sono solitamente rappresentate graficamente con locazioni all'interno di un grande percorso, con direzioni e inclinazioni; la destra e la sinistra sono un chiaro esempio. Sebbene possano essere intesi come punti di vista diversi, che pongono modelli di vita incompatibili, queste etichette tendono a denotare molto disprezzo se usate da un membro di un gruppo per parlare dell'altro.

La percezione generale impone che il diritto sia conservatore e tradizionalista, mentre la sinistra è sinonimo di rivoluzione, con proposte radicali. Data la natura opposta di queste parole, non ci si aspetta che questi gruppi raggiungano una comprensione.

Raccomandato
  • definizione popolare: ricettivo

    ricettivo

    Ricettivo è un aggettivo legato all'idea di ricevere (prendere qualcosa, assumerlo). Con origine nella parola latina receptum , quella o quella ricettiva è in grado di ricevere qualcosa . Ad esempio: "Sono un uomo molto ricettivo, sono sempre aperto ad ascoltare idee e suggerimenti" , "Il presidente ha sorpreso di essere ricettivo nei confronti dei politici dell'opposizione" , "Consiglio di non parlare con il capo: non è affatto ricettivo" . L
  • definizione popolare: clip

    clip

    Pinza è un termine che deriva dalla lingua francese ( pince ) ed è usato per nominare lo strumento che, grazie al suo design, permette di tenere o tenere una cosa tra le sue estremità . Il funzionamento del morsetto obbedisce alla logica delle leve semplici : quando si esercita la forza sulle impugnature dello strumento, le sue punte si chiudono, riuscendo a catturare qualcosa e, di questa forma, a spostarlo, a ruotarlo, ecc. L
  • definizione popolare: corte

    corte

    Il taglio è l' azione e l'effetto del taglio . Questo verbo si riferisce alla divisione di qualcosa con uno strumento da taglio o dando una certa forma con forbici o strumenti. Ad esempio: "Procederò a tagliare la pizza: per favore prepara i tuoi piatti" , "Il taglio dell'albero non era molto preciso e ha finito per danneggiare rami che erano sani" , "Ti piace il mio nuovo taglio di capelli?&
  • definizione popolare: limite di una funzione

    limite di una funzione

    La parola che ci occupa in primo luogo, limite, possiamo dire che è una parola che viene, dal punto di vista etimologico, dal latino. In particolare, emana dal sostantivo "limes", che può essere tradotto come "bordo o bordo". La nozione di limite ha molteplici significati. Può essere una linea che separa due territori, da una fine a cui arriva un certo tempo o da una restrizione o limitazione. P
  • definizione popolare: selfie

    selfie

    Selfie è un termine inglese che viene usato come sinonimo di autoritratto o autoritratto . È una pratica che ha più di un secolo, ma che ha guadagnato una grande popolarità nel XXI secolo grazie alle nuove tecnologie e ai social network. Un selfie consiste nel fare una foto di se stessi . La persona, in questo modo, allunga il braccio e spara verso il suo viso o il suo corpo. Un
  • definizione popolare: oppressione

    oppressione

    Oppressione è un termine che deriva dalla parola latina oppressĭo . Riguarda le azioni e le conseguenze dell'oppressione . Questo verbo, d'altra parte, si riferisce alla pressione o alla sottomissione di un essere umano o di una comunità . Ad esempio: "Dobbiamo venire insieme per combattere l'oppressione e recuperare la libertà" , "Sono stato vittima dell'oppressione dei miei genitori per vent'anni" , "Il nostro paese non tollererà che un'altra nazione intenda sottoporlo all'oppressione" . L&#