Definizione inferno

Dall'inferno latino, l' inferno è il luogo in cui, dopo la morte, i condannati sono sottoposti a punizione eterna . Il concetto è anche usato per indicare lo stato di privazione definitiva di Dio e, in certe mitologie, il luogo in cui risiedono gli spiriti dei morti.

inferno

Ad esempio: "Se ti comporti male, andrai all'inferno", "Spero che questo assassino marcisca all'inferno", "Non temo l'inferno perché sono un brav'uomo che cerca sempre di aiutare il mio vicino" .

Sebbene l'inferno non sia un luogo fisico, la maggior parte delle rappresentazioni lo pone sotto terra (a differenza del paradiso, che è sopra). È normale apparire rappresentati come un posto in mezzo alle fiamme, dove il Diavolo o vari demoni infliggono punizioni ai condannati.

Molti autori hanno affrontato l'esistenza e l'aspetto dell'inferno nelle loro opere letterarie e tra tutti loro dovremmo mettere in evidenza Dante Alighieri che stabilisce una serie di caratteristiche di questo nel suo noto libro "La Divina Commedia". In esso, tra le altre cose, espone che l'inferno è costituito da una serie di nove cerchi concentrici che diventano più piccoli man mano che si avvicinano al centro della Terra.

Oltre a tutto questo ha rappresentato l'inferno con angoli come un fiume di sangue che bolle e che diventa il destino di tutte quelle persone che bestemmiano, che sono usurai o che hanno commesso un crimine. Certo, come potrebbe essere altrimenti, usa la sua rappresentazione per "spaventare" gli eretici ed è questo che afferma che lo stesso fiume andrà a fermare coloro che non credono in Dio.

A tutto questo insieme di elementi, va aggiunto che Dante ritiene che l'inferno sia un'intera serie di creature appartenenti a quella che era la mitologia pagana, come nel caso delle arpie e dei centauri.

Il poeta inglese John Milton parlò anche al tempo dell'inferno e lo rappresentò come un luogo molto simile a un enorme forno ma pieno di oscurità. Tanto che, ha spiegato, sarebbe pieno di bagliori ovunque, ma ha anche un'area, la condannata, dove regna il freddo perché ha neve, ghiaccio e vento.

Per alcune religioni, l'inferno non è nemmeno uno spazio simbolico, ma piuttosto uno stato di sofferenza . Le anime che sono all'inferno sono torturate per l'eternità.

Al di là delle differenze tra ogni religione, l'inferno di solito appare come minaccia di punizione per coloro che si allontanano dalla volontà divina. In breve, le persone che obbediscono a Dio vanno in paradiso, mentre i peccatori finiscono all'inferno.

Nel linguaggio di tutti i giorni, l'inferno è il luogo o la situazione in cui c'è un grande putiferio, violenza o distruzione: "La strada è un inferno, ci sono proteste in ogni angolo", "Dobbiamo trasformare la corte in un inferno per la squadra visitatore " .

Raccomandato
  • definizione: età media

    età media

    Un'età è una periodizzazione che ti permette di dividere la storia in diverse fasi. Il Medioevo è un'epoca storica che accade nell'antichità e precede l' età moderna . Il Medioevo, noto anche come Medioevo , inizia con la caduta dell'Impero Romano d'Occidente (nell'anno 476 ) e arriva, a seconda dello storico, fino alla scoperta dell'America ( 1492 ) o alla caduta dell'impero bizantino e all'invenzione di la macchina da stampa ( 1453 ). Ci
  • definizione: Valencia

    Valencia

    Il termine identificato come valenza ha più significati. Dal punto di vista della chimica , ad esempio, la valenza è la parola che identifica la figura che spiega le possibilità di combinazione che ha un atomo rispetto ad altri per raggiungere la costituzione di un composto . È una misura correlata alla quantità di legami chimici che stabiliscono gli atomi di un elemento chimico. Esi
  • definizione: vampiro

    vampiro

    Il concetto di vampiro , che viene dal vampiro francese, spesso genera confusione. Il termine può riferirsi a una creatura mitologica oa un animale reale. Ha anche un uso simbolico che si applica a determinati individui. Come un essere immaginario, un vampiro è uno spettro notturno che aspira il sangue degli esseri viventi come mezzo di sussistenza.
  • definizione: xenobiotici

    xenobiotici

    La nozione di xenobiotico è formata da due parole greche: xeno (che può essere tradotto come "strano" ) e bio (collegato alla "vita" ). Il concetto, in questo modo, allude a quei composti che hanno una struttura chimica che non esiste in natura , ma è stata sviluppata dall'uomo in un laboratorio . G
  • definizione: positivismo

    positivismo

    Cercando l'origine etimologica del termine positivismo scopriremo che si trova in latino e che è formato dall'unione di più parti, in particolare di tre: la parola positus che è equivalente a "posizione", il suffisso - tivo che può essere tradotto come "Relazione attiva" e suffisso - ismo che è sinonimo di "teoria o dottrina". È c
  • definizione: viroides

    viroides

    Si chiama viroide un agente infettivo che può causare malattie nel tuo ospite. Sebbene funzionino in modo simile ai virus , i viroidi mancano di lipidi e proteine. Scoperto nel 1978 , è noto che i viroidi possono infettare le piante . D'altra parte, i viroidi che colpiscono gli animali (inclusi gli umani ) non sono stati scoperti.