Definizione JSON

L'acronimo JSON è derivato dall'espressione della notazione oggetto JavaScript in inglese, che può essere tradotta come notazione oggetto JavaScript . È un formato di testo leggero che consente lo scambio di dati .

JSON

JSON è basato su un sottoinsieme di JavaScript, un linguaggio di programmazione imperativo, orientato agli oggetti e interpretato creato dall'americano Brendan Eich . In ogni caso, mantiene l'indipendenza riguardo a questa lingua.

Alle sue origini, JSON è emerso come alternativa all'XML ( eXtensible Markup Language o Extensible Markup Language ), un meta-linguaggio delle etichette. A causa della velocità di lettura e delle sue dimensioni ridotte, JSON ha ottenuto una rapida accettazione.

Per gli esseri umani, leggere e scrivere JSON sono azioni abbastanza semplici. I computer (computer), nel frattempo, non hanno difficoltà a generarlo e interpretarlo. Questo è il motivo per cui viene spesso utilizzato per la trasmissione dei dati nelle applicazioni web.

In breve, JSON è un formato di dati basato su un testo che rispetta la sintassi dell'oggetto JavaScript . Nonostante la sua somiglianza con la sintassi dell'oggetto letterale di questo linguaggio, può essere utilizzato indipendentemente da JavaScript .

Una raccolta di coppie nome-valore e un elenco di valori ordinati sono le strutture che costituiscono il formato. In JSON, ogni oggetto è un insieme non ordinato di coppie nome-valore. I nomi, nel frattempo, sono stringhe (sequenze di zeri o altri caratteri Unicode), mentre i valori sono stringhe, valori booleani, valori nulli, numeri, oggetti o matrici. Queste disposizioni, d'altra parte, sono sequenze disordinate di zeri o altri valori.

Raccomandato
  • definizione: ovocita

    ovocita

    Conoscere l'origine etimologica del termine ovocita ci porta ad analizzare che esso proviene dal greco. In particolare, è il risultato della somma di due componenti di quel linguaggio: "oo", che può essere tradotto come "uovo" e "kytos", che è equivalente a "cella". G
  • definizione: padiglione

    padiglione

    Padiglione è un termine che ha la sua origine etimologica nel vecchio paveillon francese. Può essere una tenda o una tenda che ha un aspetto conico grazie all'utilizzo di vari pali e corde. Ad esempio: "Quando ha iniziato a piovere, ci siamo rifugiati nel padiglione del cibo" , "La fiera è formata da diversi padiglioni dove gli artigiani offrono i loro prodotti" , "Vorrei installare un padiglione nel giardino per dormire fuori in le notti più calde . &q
  • definizione: drenaggio

    drenaggio

    Il drenaggio è un termine che deriva dal drenaggio francese e che si riferisce all'azione e all'effetto del drenaggio . Questo verbo, a sua volta, significa assicurare l'uscita di liquidi o l'eccessiva umidità attraverso condutture, tubi o fossati. Per l' ingegneria e la pianificazione urbana, il drenaggio è il sistema di tubazioni interconnesse che consente l'evacuazione dell'acqua piovana o di altri tipi di liquidi . I
  • definizione: adattamento

    adattamento

    Come per molte delle parole in spagnolo, il termine adattamento deriva dal latino. All'interno della lingua di cui sopra, la sua origine risiede nella parola adaptare, che è un verbo composto da due parti. Quindi, in primo luogo c'è l' annuncio prefisso, che significa "verso", e in secondo luogo troviamo il verbo aptare che verrebbe tradotto come "aggiusta" o "equip".
  • definizione: pigiama

    pigiama

    L'origine del termine pigiama è piuttosto complicata, dal momento che una serie di lingue entrano in gioco. Così, il castigliano lo prese dal "pigmeo" inglese e questa lingua fece lo stesso del "paegama" indostano, che divenne pantaloni larghi e larghi indossati dai maomettani.
  • definizione: sulle persone

    sulle persone

    La tratta di esseri umani è un crimine che consiste nel rapimento, trasferimento o ricezione di esseri umani mediante minacce, violenza o altri meccanismi coercitivi (frode, abuso di posizione dominante, ecc.). Considerata schiavitù moderna , la tratta di esseri umani comporta l' acquisto e la vendita di persone , in cui la vittima è soggetta all'autorità di un altro soggetto. Ti