Definizione vetro

Dal latino vitrum, il vetro è un materiale di grande durezza ma, allo stesso tempo, è molto fragile. È inorganico, privo di una struttura cristallina e di solito consente il passaggio della luce. Per ottenere il vetro, è necessario fondere calcare, sabbia silicea e carbonato di sodio e modellare la miscela ad alta temperatura.

vetro

Le lastre di vetro vengono utilizzate per la produzione di finestre, porte, bottiglie e altri prodotti. È importante distinguere tra vetro e vetro, poiché il vetro può essere definito come un solido amorfo.

Ad esempio: "Stai attento, non tagliarti con quei vetri rotti", "Le bottiglie di vetro sono più economiche di quelle di plastica", "Ho bisogno di un vetro molto resistente per fare un tavolo", "Devo andare a comprare un nuovo bicchiere poiché la finestra della stanza era rotta " .

Al momento ci sono diversi tipi di vetro, quindi potremmo parlare di quanto segue:

Soda calce. In questo caso particolare il componente principale del vetro è la silice, sebbene abbia anche il calcio, che è ciò che dà stabilità chimica, e il sodio, che è responsabile di facilitare la sua fusione. Di questa classe di vetro possiamo anche evidenziare che è il più economico e quello che si scioglie con maggiore facilità.

Piombo. L'ossido di calcio viene sostituito in questo caso dal piombo, il che significa che il detto materiale, sebbene sia trasparente come il sodio-calcio, è identificato da una serie di caratteristiche come un super assorbimento dei raggi ultravioletti, un eccellente capacità isolante e migliore duttilità.

Borosilicato. In questo caso specifico, i suoi componenti principali sono la silice e anche il boro, il che significa che tra i suoi segni di identità è molto resistente agli sbalzi di temperatura e di calore. Un fatto che è quello che lo porta ad essere utilizzato nella preparazione e preparazione di utensili che vengono utilizzati sia nei laboratori che nei forni delle cucine delle case.

Di silice. Una grande durezza definisce questo tipo di vetro che di tutte le esistenti è il più difficile da lavorare. Come con la precedente, ha una grande resistenza al calore, motivo per cui viene anche utilizzato nella creazione di strumenti come tubi protettivi o persino nel rivestimento di forni.

Si ritiene che i primi prodotti in vetro fossero perle di collana . Intorno al 1200 aC, la fabbricazione del vetro era molto popolare in Egitto e in Mesopotamia .

Soffia una tecnica artigianale per la produzione di oggetti in vetro, che consiste nel generare bolle d'aria nel vetro che viene fuso. Per questo viene utilizzato un tubo metallico che consente di iniettare aria nel materiale, con l'uso di una macchina o soffiando.

Va notato che il vetro è un materiale riciclabile, senza perdere le sue proprietà nel processo e senza limiti per il numero di volte in cui viene riciclato. È normale che gli occhiali si separino in base al loro colore prima di essere schiacciati e sciolti.

Raccomandato
  • definizione popolare: fascio

    fascio

    Il concetto di raggio deriva dal latino biga , un termine che era usato per riferirsi al trasporto di un paio di cavalli. La trave, con 'v', consente di identificare il pezzo curvo (che può essere sia in ferro che in legno), presente nelle vecchie vetture con lo scopo di permettere il collegamento tra fronte e retro.
  • definizione popolare: decoder

    decoder

    Il concetto di decodificatore , che può anche essere definito un decodificatore , allude a ciò che decodifica (o decodifica). D'altra parte, il verbo decodificare fa riferimento all'applicazione inversa delle regole di un codice a un messaggio che è codificato per ottenere la sua forma originale. L
  • definizione popolare: distorsione

    distorsione

    La distorsione della parola del tardo latino è venuta nella nostra lingua come distorsione . Il concetto ha diversi significati: il primo menzionato nel dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ) si riferisce a una svolta . Una distorsione, in questo senso, può riferirsi a una distorsione , una lussazione o un altro tipo di lesione fisica legata a un tratto improvviso, violento o forzato.
  • definizione popolare: rifiutare

    rifiutare

    Rifiutare è un verbo che deriva dalla parola latina refusare . Il termine si riferisce al rifiuto di accettare, accettare o ammettere qualcosa . Per esempio: "Mi rifiuterò di testimoniare fino all'arrivo del mio avvocato" , "Bruno ha fatto una proposta a Gustavo che era impossibile rifiutare" , "Il governo sta cercando scuse per poter rifiutare le nuove affiliazioni" .
  • definizione popolare: argilla

    argilla

    Prima di procedere alla conoscenza del significato del termine argilla, dobbiamo intraprendere l'istituzione della sua origine etimologica. In questo caso, dobbiamo determinare che deriva dal latino, esattamente, della parola "argilla", che può essere tradotto come "argilla da vasaio".
  • definizione popolare: centromero

    centromero

    Il centromero è l' area più stretta dei cromosomi , la cui posizione è caratteristica in ciascuna delle coppie. Va ricordato che un cromosoma è una struttura cellulare che ospita l'acido desossiribonucleico ( DNA ). I cromosomi hanno due braccia , distanziati dal centromero; uno di loro è chiamato q ed è lungo, mentre quello corto è chiamato p . Secon