Definizione giustificazione

In latino è dove troviamo l'origine etimologica del termine giustificazione che ora ci occupa. Viene dalla parola "iustificatio", che può essere tradotto come "azione ed effetto di fare qualcosa di giusto" e che è composto dalle seguenti parti:
• La parola "iustus", che è sinonimo di "just".
• Il verbo "facere", che equivale a "fare".
• Il suffisso "-cion", che viene utilizzato per indicare "azione ed effetto".

Una persona può fornire una giustificazione per le proprie azioni e spiegare il loro comportamento in un contesto. In questo caso, parliamo di una giustificazione attiva. Un'altra possibilità è che un'autorità sia responsabile di indicare la giustificazione per le azioni degli altri.

In questo senso, è noto come giustificazione medica di un documento che deve essere scritto da un medico per certificare l'assenza di un paziente nel suo luogo di lavoro o di studio. È una giustificazione con una base scientifica e sostenuta da una persona qualificata che offre il suo nome e la sua esperienza come garanzia, quindi è normale che la sua validità non sia messa in discussione, anche se è noto che molte volte non ce l'ha, ma che la giustificazione si estende in via di favore ad un amico o conoscente.

All'interno del campo educativo, poiché alcuni metodi di valutazione richiedono agli studenti di indicare semplicemente se un'affermazione è vera o falsa, o di scegliere la frase corretta da una serie di opzioni, è normale che sia necessaria una giustificazione, una breve spiegazione. mostra che la scelta non è stata casuale.

Anche nelle scuole, al fine di ridurre al minimo quello che sarebbe l'assenteismo scolastico, è normale che quando gli studenti perdono la lezione, viene loro richiesto di presentare la giustificazione corrispondente. Questo può essere un documento medico che dimostra che hai frequentato una consultazione o che sei malato o una nota fatta e firmata dai tuoi genitori o dal tutore legale che specifica il motivo della mancanza di giovani.

È anche importante stabilire che nell'ambito della filosofia e della scienza parliamo di quella che viene chiamata la teoria della giustificazione. Questo è un termine usato per riferirsi alla parte della teoria della conoscenza che è dedicata allo studio delle tecniche o dei metodi che vengono utilizzati dalle persone al momento di essere in grado di dimostrare una dichiarazione o una qualsiasi proposta.

Al suo interno si stabilisce che esistono tre tipi di giustificazioni o piuttosto fonti che servono come tali. In particolare, si tratta del proprio ragionamento, intuizione ed esperienza.

La giustificazione, infine, può essere un tipo di allineamento che viene applicato alle linee di un testo per far coincidere ciascun punto finale con l'inizio del margine corrispondente, spazia le parole quanto necessario. Un blocco di testo giustificato sembra simile a un quadrato, in quanto non lascia spazi vuoti tra margini e parole.

Vale la pena ricordare che esiste anche la giustificazione verticale dei testi, per i quali vengono utilizzati i margini di composizione superiore e inferiore, sebbene ciò non sia ampiamente utilizzato. A differenza della giustificazione orizzontale, che estende le linee del testo aggiungendo spazi tra le parole, la verticale utilizza la regolazione della spaziatura della linea, cioè lo spazio tra le sue linee.

Raccomandato
  • definizione popolare: comunicazione

    comunicazione

    Un primo approccio alla definizione della comunicazione può essere fatto dalla sua etimologia. La parola deriva dal latino communicare , che significa "condividere qualcosa, mettere in comune". Pertanto, la comunicazione è un fenomeno inerente alla relazione che gli esseri viventi mantengono quando sono in un gruppo.
  • definizione popolare: canto

    canto

    Il concetto di canto , che deriva dalla parola latina cantus , si riferisce all'atto e alla conseguenza del canto : questa azione , che può essere sviluppata da un essere umano o da un animale, consiste nel generare suoni che sono melodiosi e, in generale, piacevoli nelle orecchie delle persone.
  • definizione popolare: Lingua spagnola

    Lingua spagnola

    La lingua è un termine che ha diversi usi. In questo caso, siamo interessati alla definizione che si riferisce al linguaggio (il sistema di comunicazione verbale o gestuale tipico di una comunità umana). Si può parlare della lingua madre (la prima lingua che una persona apprende) o del linguaggio naturale (la forma del linguaggio umano, che, per scopi comunicativi, è dotata di sintassi e obbedisce ai principi di ottimizzazione ed economia), tra le altre nozioni. Lo
  • definizione popolare: RAID

    RAID

    Raid è un termine che viene dall'inglese e può essere usato per nominare un certo raid o una sfida . Il concetto è usato nel campo sportivo in riferimento a una competizione di resistenza , che comporta viaggi molto lunghi. L'idea dell'avventura è usata per descrivere una gara in cui i partecipanti devono combinare diverse discipline . Un
  • definizione popolare: ausiliario

    ausiliario

    Dalla parola latina auxiliāris , ausiliare è un termine usato per descrivere ciò che aiuta . L' azione di ausiliari, d'altra parte, consiste nel fornire collaborazione o qualche tipo di assistenza . L'ausiliare, quindi, può apparire come un aggettivo o come un verbo . Ad esempio: "Abbiamo un posto vacante come assistente amministrativo: se sei interessato, puoi lasciare il tuo curriculum vitae alla reception" , "Puoi andare ad aiutare mia madre? Pe
  • definizione popolare: muro

    muro

    Un muro è un muro costruito con uno scopo difensivo . Il suo obiettivo è proteggere uno spazio o un territorio specifico. Ad esempio: "L'ultimo imperatore di questa dinastia fu colui che decise di costruire un muro per prendersi cura delle fertili terre della regione" , "Per proteggere il castello, il re costruì un muro alto tre metri" , "Dicono che questo muro può Guardati dalla luna . &q