Definizione candidato

Dal candidatino latino, il candidato è la persona che aspira ad accedere a una determinata posizione, onore o dignità . Questa candidatura può essere proposta da lei o da terzi. Ad esempio: "L'uomo d'affari ha annunciato che correrà come candidato per il deputato alle prossime elezioni", "Il candidato del popolo è Carlos Bianchi", "Il dibattito si è concluso con insulti e accuse incrociate tra i candidati" .

candidato

Il concetto nacque nell'antica Roma, quando i tribuni si appellarono a una toga bianca durante le loro campagne politiche per generare una buona impressione tra i cittadini. La parola candidātus, quindi, era legata alla persona vestita di bianco e finiva per riferirsi a tutti coloro che cercano una posizione.

All'interno del posto di lavoro è comune usare il termine candidato. Nello specifico, questo è usato per riferirsi a tutte quelle persone che vengono in un'azienda con il chiaro obiettivo di occupare la posizione che è stata gratuita o che viene ora offerta perché è necessario coprirla.

In questo senso, dopo diversi studi e analisi condotte da entità specializzate, vengono determinate le caratteristiche che il candidato ideale deve avere:
• Età compresa tra 25 e 35 anni.
• Essere in possesso di un diploma universitario.
• Avere titoli che certificano la loro conoscenza delle lingue, in particolare l'inglese.
• Avere esperienza nel settore e nella posizione a cui sceglie.
• È essenziale possedere competenze informatiche.
• Avere disponibilità totale e assoluta per viaggiare.

In generale, queste sembrano essere le qualità che le aziende apprezzano di più quando assumono un candidato. Tuttavia, saranno presi in considerazione anche altri aspetti quali capacità di comunicazione, iniziativa, professionalità, responsabilità, abilità sociali e capacità totale di lavorare in squadra.

Sebbene il termine possa essere usato in qualsiasi contesto, il suo uso più comune è nel quadro di un processo elettorale . Quando la Costituzione stabilisce che i rappresentanti del popolo (presidenti, senatori, deputati, governatori, ecc.) Devono essere eletti, i soggetti che fingono di essere scelti si presentano come candidati e diffondono i loro programmi politici.

Ci sono molte qualità che ogni candidato deve avere per occupare una posizione politica importante, e in particolare quella della presidenza di un paese. Tuttavia, gli esperti concordano sul fatto che irrimediabilmente deve essere qualcuno rispettoso, buon comunicatore, leader nato, conciliatore, con notevole empatia, tollerante, sincero, con un senso di giustizia e capacità di controllare i loro impulsi e le tue emozioni

Esistono diversi modi per definire una candidatura. Nelle democrazie rappresentative, l'accesso alle posizioni avviene attraverso partiti politici . I candidati, quindi, devono essere scelti in primo luogo dal loro partito e solo dopo possono presentarsi in elezioni aperte.

L'elezione del candidato da parte del proprio partito, d'altro canto, può essere effettuata direttamente da qualche meccanismo dell'organizzazione o attraverso elezioni interne (con la partecipazione degli affiliati o della popolazione in generale).

Raccomandato
  • definizione: grande

    grande

    Grande è un termine che deriva dalla parola latina grandis . È un aggettivo che, nel primo significato menzionato dalla Royal Spanish Academy ( RAE ) nel suo dizionario, si riferisce a ciò che eccede in grandezza, rilevanza, ecc. a ciò che è normale o comune . Supponiamo che, in una certa città , un edificio medio abbia cinque piani o piani. Se u
  • definizione: insicurezza

    insicurezza

    Il dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) definisce l' insicurezza come mancanza di sicurezza . Questo concetto, derivato dal latino securĭtas , si riferisce a ciò che è privo di pericolo, danno o rischio, o che è vero, fermo e indubitabile. Più esattamente possiamo determinare che questa parola, a partire dalla sua origine etimologica latina, è costituita dall'unione di più parti: il prefisso - in cui è equivalente alla negazione, la parola che può essere tradotta come "separata", il curus che è sinonimo di "Cura" e infine il suffisso - papà che equivale a &qu
  • definizione: cassero

    cassero

    Il termine latino castra , che può essere tradotto come "campo" , venne in arabo classico e poi in arabo ispanico prima di apparire nella nostra lingua come fortezza . Secondo il dizionario della Royal Spanish Academy ( RAE ), una fortezza è una struttura fortificata o la dimora di un principe .
  • definizione: psicologia clinica

    psicologia clinica

    Per capire il significato della psicologia clinica è importante stabilire innanzitutto l'origine etimologica delle due parole che danno forma al termine. Così, la prima parola, psicologia, emana dal greco dove possiamo vedere che è costituita dall'unione di due parti chiaramente delimitate: la psiche , che è sinonimo di "anima", e lodge , che può essere tradotto come "studio di". D&#
  • definizione: torpido

    torpido

    Aletargado è quello o quello che sperimenta un letargo . Questo concetto (letargia), nel frattempo, si riferisce al riposo , alla mancanza di attività , intorpidimento , sonnolenza o intorpidimento . Ad esempio: "La squadra tedesca sembrava letargica, lenta e senza esplosione" , "Il nuovo film del famoso cineasta annoiato a causa del suo ritmo letargico" , "L'attività economica è stata letargica: il governo è preoccupato per il possibile aumento dei licenziamenti" . La
  • definizione: chili

    chili

    Molte volte le confusioni sorgono quando si intende nominare i frutti delle piante che appartengono al genere Capsicum . Secondo la regione, possiamo trovare riferimenti a chili , pepe , peperoncino o morrón : in tutti i casi, l'idea si riferisce allo stesso frutto. Nel caso specifico del termine chili , viene dalla lingua taíno , parlata dai coloni precolombiani nel continente americano.