Definizione vendetta

La vendetta è un rimprovero che viene esercitato su una persona o un gruppo da un'azione che viene percepita come cattiva o dannosa. Il soggetto che si sente colpito decide di vendicarsi e specifica un tipo di riparazione per il danno. La vendetta è un risarcimento per la ferita ricevuta.

In "Amleto" di William Shakespeare, ad esempio, la trama di questo spettacolo si svolge in Danimarca e racconta gli eventi dopo l'omicidio di Re Amleto, da parte del fratello Claudio. Lo spettro dei morti viene rivelato a suo figlio per chiedergli di vendicarsi. Da lì si sviluppa un'intensa storia in cui la vendetta, il tradimento, l'incesto e, soprattutto, la corruzione morale sono i protagonisti.

Un'altra storia che usa la vendetta come asse della trama è "Il conte di Montecristo" di Alexandre Dumas, che è stato portato al cinema in numerose occasioni ed è considerato una delle grandi opere letterarie .

Generalmente funziona dove c'è vendetta come un elemento che di solito usa la follia parziale o la perdita assoluta del giudizio di una persona per cercare in qualche modo di raggiungere le ragioni profonde che portano una persona a fare del male a un'altra per farlo pagare per qualcosa

Vale la pena ricordare che nella cultura greca avevano persino una dea della vendetta, la cosiddetta nemesi, la cui principale peculiarità era che non era soggetta agli dei dell'Olimpo e che era responsabile della punizione degli eccessi degli esseri umani che disturbavano l'equilibrio universale . Allo stesso modo, in tutte le culture antiche c'era una certa religiosità riguardo alla vendetta, generalmente chiusa in una serie di limiti.

In seguito, con la fondazione della Legge, la vendetta cominciò a essere considerata come un atto negativo e meschino che non collabora con il bene comune e, quindi, è anche un motivo di condanna.

Raccomandato
  • definizione: dubbioso

    dubbioso

    Dubitativo , derivato dalla parola latina dubitativus , è un aggettivo che viene usato con riferimento a quello o a quello che denota un dubbio . Si chiama dubbio, d'altra parte, all'indecisione tra due disposizioni o giudizi; all'incertezza riguardo a un evento; o esitazione . Colui che è titubante, quindi, dubita di qualcosa.
  • definizione: casa

    casa

    Il domicilio deriva dal domicilio latino che, a sua volta, ha origine nel termine domus ( "casa" ). Il concetto è usato per nominare la casa permanente e fissa di una persona . Ad esempio: "Chiederò un taxi per raggiungere il mio indirizzo più velocemente" , "Per contrattare i servizi dell'azienda, devi avere un indirizzo in questa città" , "La polizia ha riferito che l'indirizzo è stato violato dai criminali" . L&#
  • definizione: palestra

    palestra

    Una parola greca che può essere tradotta come "lotta" fu trasformata, in latino, in palaestra . Per la nostra lingua , il concetto è venuto come una conferenza ed è usato per indicare il luogo in cui, nell'antichità, si svilupparono le lotte . L'arena, quindi, era lo spazio in cui alle persone veniva insegnato a combattere e le battaglie venivano combattute. Po
  • definizione: contrassegno

    contrassegno

    L' impronta è l' impressione , il marchio o il segno lasciato da una persona o da un oggetto. È una caratteristica o segno peculiare e distintivo. Vediamo alcune frasi di esempio: "L'impronta del nuovo allenatore è già stata notata nella squadra" , "Il veicolo esibisce ancora il timbro d'impatto" , "Non ha una grande voce, ma mi piace la sua impronta" . Un
  • definizione: equilibrio termico

    equilibrio termico

    Il termine equilibrio , che deriva dalla parola latina aequilibrium , ha diversi significati. Può essere lo stato che registra un corpo quando le forze che lo influenzano si compensano a vicenda; a un peso che, essendo identico a un altro, lo contrasta; alla situazione dell'oggetto che non cade nonostante la sua instabilità; o armonia in diversi elementi.
  • definizione: ostilità

    ostilità

    Dal latino ostile , l' ostilità è la qualità ostile , che indica un atteggiamento provocatorio e contrario, di solito senza motivo, verso un altro essere vivente. Il concetto permette di riferirsi ad un'azione ostile e ad un'aggressione armata, secondo il dizionario della Royal Spanish Academy (RAE) . L